Archivi tag: sindaco

Noto/ UNUCI. Il saluto del nuovo presidente e cenni programmatici sulle future attività


Antonio Conte – Segue una nota di servizio per il cambio del presidente della Sezione Unuci di Noto. RSM News saluta cordialmente il Ten. Prof. Biagio Iacono per le future attività sociali e ringrazia questi insieme al Col. Corrado Marescalco per la considerazione prestata alla nostra attività.

Redazione RSM News

cordone

Stemma Municipale di Noto
Stemma Municipale di Noto

NOTO, 05 Gennaio 2013 –  Il 4 Gennaio 2013, nella nuova sede sociale della netina Sezione U.N.U.C.I. (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia) – ospitata in Via Bologna 3, presso l’Istituto NETUM – è avvenuto l’incontro di saluto e consegne fra l’uscente Presidente Col. Corrado Marescalco ed il neoeletto Ten. prof. Biagio Iacono, alla presenza del Sindaco di Noto, dott. Corrado Bonfanti, di  Soci Ufficiali delle varie Forze Armate, Amici Aggregati e del Direttivo del suddetto Istituto col Presidente Corrado Iacono.

Il Col. Marescalco, che aveva già scritto ai Soci una bella e commossa lettera di commiato, ha ricordato gli undici anni di fervidi successi alla guida del Sodalizio, ha ringraziato per la fraterna ed assidua collaborazione i due Vicepresidenti  – Ten. prof. Orazio Di Rosa e Col. Prof. Santi Papa – nonché tutti i Soci che lo hanno sostenuto e, dopo un breve cenno alla poliedrica personalità del suo successore, si è congedato con la commossa lettura di alcune sue poesie in dialetto notigiano, opportunamente da lui commentate e relazionate ai nostri tempi.

Dopo quello del Col. Corrado Marescalco, il prof. Biagio Iacono ha ringraziato tutti i Soci che hanno permesso alla Sezione di Noto una continuità nella sua pluridecennale vita associativa – in particolare il Col. Corrado Marescalco e gi altri già citati componenti il Direttivo uscente, ma soprattutto il Presidente dell’Istituto NETUM, Corrado Iacono, che ospita l’UNUCI.

Logo Sodalizio Unuci
Logo Sodalizio Unuci

<< Come ho scritto al Presidente uscente e ai Presidenti nazionale e regionale – ci ha detto il prof. Biagio Iacono –  ho avanzato la mia candidatura con spirito di servizio verso l’Associazione, a cui mi legano un onore ed una riconoscenza per le opportunità che da oltre mezzo secolo mi ha riservato, dalla prima iscrizione nel 1962 al periodo di presidenza del Col. Corrado Marescalco, il quale ci ha fatto sentire orgogliosi dell’appartenenza netina all’UNUCI sotto ogni profilo: civile, militare e socio-culturale. Con tali sentimenti, mi accingo a perseguire quei “… sempre maggiori successi nella vita associativa …” – come il Presidente Nazionale, Gen. S.A. Goiovanni Tricomi, mi ha augurato congratulandosi per lettera – specie “ … nell’impegno culturale, addestrativo e sportivo … ” essendo noi certi che – come la presenza del Sindaco dott. Corrado Bonfanti stasera ci conforta – con una sempre più stretta collaborazione tra Ufficiali, Amici-Aggregati, Autorità locali e Popolazione del nostro Sud-Est – la Sezione UNUCI di Noto saprà continuare a “coltivare” nel senso più alto i propri Iscritti, confermando quel benefico proselitismo che, nell’ultimo decennio, l’ha contraddistinta coi “tangibili risultati“ di numeri e qualità.>>

Completando il suo breve saluto, il Presidente Iacono ha esposto solo pochi “Cenni programmatici” – intesi come prime proposte – sulle eventuali “Attività dell’UNUCI di Noto nel 2013” sottolineando come questi non siano un programma di massima già prestabilito ma  prime “tracce” da integrare per insieme “riscriverli”  con i Soci che vorranno dare indicazioni, suggerimenti, consigli e quanto altro, affinché i Cenni – qui sotto elencati – siano il frutto integrato d’una risultante delle componenti dei loro desiderata. Eccoli:

  1. Incontri associativi attinenti all’attività dell’UNUCI e Conferenze di Cultura Varia – aperte anche ad altre Associazioni consimili come le ASS.NI COMBATTENTISTICHE DELLE FORZE ARMATE per prime, all’ISTITUTO NETUM con le sue più che ventennali competenze ed esperienze culturali (SICULA EDITRICE-NETUM e GIORNALE NOTIZIARIO UNUCI, nel cartaceo e nell’on-line) ma anche e soprattutto socio-assistenziali come la CARITAS DIOCESANA – ad altre come il Circolo Val di Noto, Kiwanis Club, Rotary Club, Lions Club ecc. Si pensi alle molteplici GEMELLATE SEZIONI UNUCI di Sicilia e del nostro Sud-Est in particolare ed a quelle d’Italia: attività,tutte queste, che comprendano la Storia, l’Arte e le Tradizioni del Territorio Netino o del Val di Noto, al di là del corollario gastronomico o musicale da non sottovalutare.
  2. Visite guidate presso strutture militari in Sicilia, Italia od Estero con soggiorni presso Città sedi UNUCI – studiando e coordinando un primo timido “scambio” di eventuale reciproca gratuita ospitalità – e cercando incontri con Dirigenti regionali o nazionali dell’UNUCI per acquisire le loro esperienze associative per  nostre nuove proposte o suggerimenti operativi.
  3. Presenza attiva e continua della Sezione di Noto nella vita comunale, provinciale, regionale e nazionale, col Presidente ed il Consiglio di Sezione partecipanti in prima persona, specie – se richiesto dagli eventi –  in occasione di Feste Nazionali, Religiose o Civili in genere.
  4. Ripresa dell’impegno teorico-pratico sul Piano Addestrativo e Sportivo, pur nelle evidenti difficoltà da tempo riscontrate, ma col conforto dell’esempio di altre Sezioni nelle province di SR, RG e CT.
  5. Non ultimo, lo Studio d’un primo PROGETTO GRUPPI UNUCI DI PROTEZIONE CIVILE da espletare in tutti gli ambiti previsti dalle vigenti leggi in materia: dalla Scuola agli Immigrati, dalla Prevenzione al concreto Aiuto delle Popolazioni nel campo del Rischio Sismico in genere, ed in particolare nel Val di Noto – godendo il Sodalizio dell’essere un Ente di Diritto Pubblico e visto che la qual cosa già avviene in molte Sezioni UNUCI d’Italia.

Infine il Sindaco, dott. Corrado Bonfanti, ha portato il suo personale saluto ed augurio di Buon Anno e di buon lavoro a tutti i presenti, ricordando come, saputa la notizia, egli avesse da subito scritto ai due Presidenti Marescalco ed Iacono congratulandosi, col primo, per << … l’impegno continuo ed incessante nel promuovere le attività proprie della Sezione di Noto quale punto di riferimento per qualunque iniziativa tesa a radicare nell’animo di ogni cittadino i valori morali che esaltano il senso di appartenenza alla nostra amata Nazione.>> Col secondo augurandosi che, per << … il difficile compito che ti è stato affidato nella continuità di quello finora svolto al Colonnello Marescalco, con la vicinanza di tutte le istituzioni, comprese quelle che mi onoro di rappresentare, possa essere la base per raggiungere nuovi ed importanti traguardi.>>

Le attività e gli obiettivi del Programma da perseguire e da proiettare nel quinquennio 2013-2017, saranno definite cominciando da subito. Per questo il tutto sarà meglio riconsiderato nella riunione di  Soci ed Amici Aggregati che il Presidente ha già fissato per il prossimo 24 gennaio alle ore 16 nei locali della nuova sede di Via Bologna, 3 a Noto.

Libano/ Donato un edificio polifunzionale all’orfanotrofio femminile di Tibnin


Questo slideshow richiede JavaScript.

27 febbraio 2012, Tibnin (Libano del sud) – Oggi, presso la municipalità di Tibnin, nel settore di responsabilità a guida italiana, è stato inaugurato e donato al locale orfanotrofio femminile un edificio polifunzionale.

Il contingente italiano, nell’ambito delle attività di cooperazione civile e militare rivolte al conseguimento degli obiettivi fissati dalla Risoluzione 1701, continua nella sua opera per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione civile nel sud del Libano.

Il progetto ha visto la realizzazione dell’edificio completo di impiantistica e servizi. La struttura potrà essere adibita a vari utilizzi. Il momento più intenso della cerimonia di inaugurazione  è stato quando la ragazze, ospiti della struttura, hanno intonato a l’Inno di Mameli.

All’evento ha partecipato il Comandante del Settore Ovest di UNIFIL, Generale di Brigata Carlo Lamanna, il vice Sindaco Mr. Mohammed Fawaz, il Direttore dell’orfanotrofio Mr. Medral Al Habbal (Mufty sunnita di Tiro); il vice Direttore dell’orfanotrofio Mr. Ghassan Mutlak (Sindaco di Yarin), l’Imam di Al Boustan, l’Imam di Yarin e l’Imam di Marwahin oltre ad una numerosa rappresentanza di militari appartenenti alla forza di UNIFIL.

Le autorità locali hanno evidenziato come la grande partecipazione dei vertici civili sia il chiaro sintomo dell’attaccamento al contingente italiano.

Il Generale Lamanna ha ringraziato tutte le Autorità civili, religiose e militari presenti sul luogo della cerimonia per le costanti manifestazioni di vicinanza al contingente italiano che continuerà a svolgere con il massimo impegno la missione di stabilità e sicurezza nel contesto del contingente UNIFIL al Comando del  Generale di Divisione Paolo Serra e a sostenere tutti i progetti rivolti allo sviluppo del Libano del Sud.

Fotne: Joint Task Force Lebanon, Sector West HQ – COMUNICATO STAMPA 04/12

Per la foto si ringrazia il sito dell'UNICEF

Esteri/ Terzi. Nasce l’Osservatorio della libertà religiosa


Caricato da in data 10/gen/2012 – Il Ministro degli Esteri Giulio Terzi e il Sindaco di Roma Gianni Alemanno hanno sottoscritto il 10 gennaio 2012 alla Farnesina un Protocollo di Intesa che istituisce l'”Osservatorio della libertà religiosa”, finalizzato allo studio, analisi e monitoraggio della libertà di culto nel mondo.

Kosovo/ Caritas Umbra. Da Biseglie a Badaluc “un sorriso solidale”


Un sorriso per il Kosovo: il Sindaco Francesco Spina e l’assessore Domenico Spina consegnano ai Carabinieri MSU il ricavato dell’iniziativa solidaristica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bisceglie – Circa quaranta scatoloni di alimenti, medicinali, indumenti nuovi, giocattoli e accessori di cancelleria giungeranno domani sera in Kosovo direttamente da Bisceglie. Si tratta del materiale raccolto nell’ambito dell’iniziativa solidale “Un sorriso per il Kosovo”, organizzata dall’Associazione culturale G.B.Ferrara e dalle associazioni della Concattedrale di Bisceglie a favore della Caritas Umbra di Radulac, nei giorni 30, 31 ottobre e 1 novembre, in occasione delle celebrazioni dedicate all’anniversario di sacerdozio di Giovanni Paolo II.

L’idea era nata a seguito della toccante esperienza in territorio kosovaro di una giornalista biscegliese che, dopo aver sperimentato con mano l’opera umanitaria dell’unica realtà laica italiana presente attivamente sul territorio kosovaro dagli inizi della guerra civile, aveva inteso coinvolgere la città di Bisceglie per costruire un ponte di speranza con il vicino protettorato UNMIK.

L’avventura, iniziata a giugno con una missione da embedded a seguito del 21º Reggimento artiglieria terrestre “Trieste” dell’Esercito Italiano, allora impegnato nella missione Kfor, si conclude grazie all’intermediazione del Reggimento dei Carabinieri MSU di base a Pristina, in collaborazione con l’unità di Cooperazione Militare e Civile (CIMIC) dello stesso reparto.

E’ grazie all’interessamento dell’assessore ai servizi sociali della città di Bisceglie Domenico Spina, che sabato 3 novembre è stato possibile consegnare nelle mani dei Carabinieri del Reggimento MSU tutto il ricavato della raccolta, operazione cui hanno preso parte il Sindaco della città di Bisceglie avv. Francesco Spina e lo stesso assessore.

Sono queste le azioni che fanno grande una comunità”, è stato il commento felice e commosso del Sindaco Spina, mentre orgoglioso della sensibilità dei suoi concittadini si è detto l’assessore Spina, che ha ricordato la presenza attiva dei biscegliesi in gran parte delle emergenze umanitarie, a partire dal terremoto in Abruzzo nel 2008 per finire con la tragedia di Barletta. In questa occasione il Comune di Bisceglie stanziò anche un fondo di 10.000 euro in favore delle vittime del rovinoso crollo della palazzina di via Roma.

Il viaggio verso la Casa Umbra in Kosovo del materiale raccolto a Bisceglie grazie al contributo di privati cittadini, imprese, farmacie ed altri esercenti commerciali, terminerà nei prossimi giorni, con la consegna diretta dei pacchi, da parte dei Carabinieri MSU di stanza a Pristina. All’operazione parteciperà anche il carabiniere della Tenenza di Bisceglie Savino Leone, attualmente in missione in Kosovo.

Le attività di raccolta, invece, proseguiranno nelle prossime settimane, con ulteriori iniziative nell’ambito della manifestazione “Natale della Solidarietà”, che si svolgerà  per le vie del centro storico di  Bisceglie nelle date 10-11, 13, 17 e 18 Dicembre.