Archivi tag: gen.

Libano/ Caschi Blu Italiani. Il Comandante COI in visita alla ‘Blue Line’


Questo slideshow richiede JavaScript.

Joint Task Force Lebanon – Sector West HQ

Shama, 06 dicembre 2011, Libano del Sud. – Il Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze, Generale di Corpo d’Armata Giorgio Cornacchione, ha visitato il Contingente Italiano, operante sotto l’egida delle Nazioni Unite, impegnato nell’Operazione “Leonte XI” al Comando del Generale di Brigata Carlo Lamanna.

Al suo arrivo il Gen. C.A. Cornacchione ha avuto modo di salutare tutti i militari italiani presenti nella base di Shama ai quali ha espresso il suo apprezzamento per la delicata attività sino ad oggi  svolta.

Durante la sua permanenza in Libano ha avuto modo di visitare le basi avanzate occupate dal Contingente nazionale lungo la “Blue Line” (attuale  limite armistiziale che divide Libano e Israele) e le basi distaccate di Ma’raka, Zibquine e di Al Mansouri.

Nel corso della visita, durata due giorni, il Gen. Cornacchione ha potuto apprezzare direttamente sul terreno anche il lavoro svolto dal Genio Guastatori.

L’attività di sminamento, condotta dai genieri  lungo la Blue Line, è di fondamentale importanza per  consentire il collocamento dei cosiddetti “Blue Pilar” destinati a materializzare sul terreno la linea armistiziale.

Esericito/ Accademia Militare di Modena. La fucina dei valori riparte col nuovo Anno Accademico


Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi presso l’Aula Magna dell’Istituto, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Giuseppe Valotto, ha dichiarato ufficialmente aperto l’Anno Accademico 2011-2012 dell’Accademia Militare di Modena. Nella prolusione, il presidente e amministratore delegato della Ducati Energia, dottor Guidalberto Guidi, ha fatto una disamina della crisi economica globale e degli effetti che interesseranno il sistema Italia, sostenendo che il Paese detiene le potenzialità per superare la congiuntura negativa, seppur con gravi perdite.

L’Accademia Militare, fondata il 1° gennaio 1678, è la più antica accademia del mondo e costituisce l’istituto di formazione che sovrintende alla preparazione professionale e universitaria degli Ufficiali dell’Esercito e dei Carabinieri.

Oltre agli insegnamenti tecnico-professionali, i 411 Allievi Ufficiali e i 128 Ufficiali frequentatori (tra cui 63 donne) seguono corsi universitari per il conseguimento di una laurea magistrale in scienze strategiche, giurisprudenza, ingegneria, chimica e tecnologie farmaceutiche, veterinaria e medicina e chirurgia.

L’eccellenza rappresentata dall’istituto è confermata dalla presenza di 25 frequentatori stranieri, che vengono formati presso l’Accademia Militare grazie ad accordi di natura politica per poter poi operare nelle Forze Armate dei rispettivi Paesi.

Discorso del Capo di SME

In foto:

  • Rintocco foto del dovere
  • Il Capo di Stato Maggiore Gen. C.A. Giuseppe Valotto
  • Il Capo di Stato Maggiore Gen. C.A. Giuseppe Valotto durante le interviste
  • il Presidente e Amministratore delegato della Ducati Energia, Dottor Guidalberto Guidi

Marina Militare/ Accademia Navale di Livorno. Il giuramento di donne e uomini


Sabato 3 dicembre alle 10.00, Schierati nel Piazzale i centoventidue allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno, novantasei uomini e ventisei donne, giureranno fedeltà alla Repubblica alla presenza del Ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Biagio Abrate, del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Bruno Branciforte, il Comandante dell’Accademia Navale Ammiraglio Div. Giuseppe Cavo Dragone e delle autorità civili e religiose locali oltre ad un folto pubblico di parenti, familiari ed amici dei giurandi.

Nello schieramento, oltre a centoventi allievi della 1ª classe dei corsi normali, ci saranno due ufficiali piloti di complemento e tre allievi stranieri provenienti dalla Giordania, dal Perù e dal Senegal.

In occasione della cerimonia di giuramento, il Ministro Di Paola ha anche consegnato le Onorificenze al personale della Marina Militare che si è particolarmente distinto nell’attività di servizio.

L’Accademia Navale, punto di partenza della vita militare per i futuri ufficiali di Marina, è un istituto universitario dove l’iter di formazione degli allievi è orientato a fornire le elevate competenze professionali necessarie per l’impiego di una flotta efficiente e tecnologicamente avanzata.

Domani la Marina Militare festeggia la sua patrona, Santa Barbara. In occasione di questa ricorrenza sarà possibile visitare il cacciatorpediniere “Caio Duilio” in sosta nel porto di Civitavecchia.

Antonio Conte

Fonte: Difesa

Alpini/ I muli del 7° Reggimento Alpini saldi nella tradizione


Il video è stato caricato da antennatre su Youtube in data 04/ago/2011 – I muli sono tornati in Caserma. E’ successo a Belluno alla Salsa D’angelo sede del 7° Reggimento Alpini dove per una cerimonia quasi di arruolamento accompagnata da chi li ha salvati.

Interviste a Antonio De Luca, dell’ANA di Vittorio Veneto, ad Gen. Alberto Promicerj, Comandante delle Truppe Alpine e ad Angelo Biz, Presidente ANA di Vittorio Veneto.

Gen. Pappalardo/ Bene i militari ben pensanti


La difesa del Gen. Antonio Pappalardo per il Maresciallo dell’Aeronautica Militare Luca Marco Comellini in una lettera al Direttore di GRNET.IT, un organo di Informazione indipendente del Comparto FFAA e Difesa.

L’accorato appello alla difesa dei diritti costituzionali dei militari e del personale delle forze di sicurezza. Serve un cambiamento ed un ammodernamento del trattamento di tale personale. “Leggendo attentamente le motivazioni dell’atto di accusa – scrive il Gen. Pappalardo – che viene rivolto al Comellini non credo di esagerare affermando quel Comandante stia cercando di affermare un pericolosissimo principio secondo il quale il militare è un minus habens. Dire che discutere sulla validità di una legge dello Stato sia comunque un argomento di servizio, e pertanto  non trattabile sotto ogni forma, equivale a bloccare ogni manifestazione di pensiero, così riducendo la personalità dei militari.”

Antonio Conte