Archivi tag: joint task force

Libano/ Media Tour. 4-12 Novembre 2012. Reportage di Fabia Martina


Joint Task Force Libano – Settore Est –Hq
Operation “Leonte XII” – 132° BRIGATA CORAZZATA “ARIETE”

Attività del Media Tour
testi e foto di Fabia Martina

Domenica 04 Novembre 2012

  • Partenza da Roma, da Pratica di Mare con scalo all’Aeroporto di Bologna, atterraggio a Beirut, Aeroporto di Rafic Hariri
  • Atterraggio a Beirut, Aeroporto di Rafic Hariri e trasferimento dal porto di Beirut al porto di Naqoura.

Lunedì 05 Novembre 2012

  • Ore 08:30 arrivo al porto di Naqoura a sud di Shama e trasferimento nella base “Millevoi” presso Shama. Sistemazione agli alloggi del Contingente Nazionale Italiano composto da militari della 132° Brigata Corazzata “Ariete”
  • Briefing PIO: presentazione Media Tour e distribuzione kit ed equipaggiamento stampa, GAP ed elmetto (giubbotto antiproiettile)
  • Briefing del Generale di Brigata Gaetano Zauner del 132° Brigata Corazza “Ariete”

Martedì 06 Novembre 2012

  • Da base di Shama UNP 2-3 sopralluogo del WADIs e visita ai punti di osservazione del territorio Libanese, passando dal villaggio Al Mansouri
  • Visita alla tomba di un soldato francese caduto a causa di uno scoppio di una mina il 25 luglio 2007
  • Incontro con ITALBATT descrizione delle principali attività del 3° Reggimento Savoia Cavalleria

Mercoledì 07 Novembre 2012

  • Da base di Shama UNP 2-3 trasferimento nel villaggio di Al Bazuryh per visitare il Mosan Center e seguire le funzioni di Medical care nell’ambito delle attività CIMIC svolte da ITALBATT
  • Incontro con il sindaco di Al Bazuriyh, Ali Srour. Questa municipalità è gemellata con il Comune di San Cesario in Provincia di Lecce
  • Rientro nella base di Shama UNP 2-3
  • Visita istituzionale del Sottosegretario agli Esteri Stafan De Mistura ai soldati della missione in Libano
  • Intervista al Sottosegretario agli Esteri Stafan De Mistura il quale ha espresso stima e apprezzamento nei confronti dell’opera svolta nel sud del Libano dai militari italiani

Giovedì 08 Novembre 2012

  • Da base di Shama UNP 2-3 trasferimento nel villaggio di Qana, nel Libano meridionale, dove secondo il Vangelo di Giovanni è avvenuto il primo miracolo di Gesù Cristo. Il villaggio biblico è al centro del dibattito accademico sulla sua effettiva individuazione in quanto anche Israele rivendica la paternità del primo miracolo di Gesù
  • Incontro con il vicesindaco di Qana, Mohamed Izmail
  • Rientro nella base di Shama UNP 2-3 e visita del contesto operativo del Team K9 che si occupa della delicata attività di sminamento nel sud del Libano

Libano/ Blue Line. Completata la bonifica di due corridoi


aise ] – BEIRUT, Oggi gli sminatori dell’Ariete hanno terminato la bonifica di due corridoi situati all’interno di campi minati antiuomo e anticarro lungo la blue line, nell’area di responsabilità del settore ovest, in Libano.

I corridoi sminati, assegnati al plotone minex del Combat Support Battalion, alle dipendenze della Joint Task Force Lebanon Sector West, sono inseriti nell’ambito dell’Operazione “Blue Line Marking Project” e consentiranno il posizionamento di ulteriori Blue Pillar, segnali visibili necessari a demarcare la linea di separazione tra Libano e Israele.

L’attività di sminamento ha visto alternarsi per oltre 3 mesi i guastatori del 10° Reggimento Genio di Cremona, impiegati in Libano per la terza volta dall’inizio della missione UNIFIL, e ha portato al ritrovamento e il successivo brillamento di ben 41 mine antiuomo e 5 anticarro.

Il brillamento delle mine anticarro, avvenuto presso la zona di demolizione realizzata dai guastatori in un’area controllata, è stato effettuato dallo stesso assetto minex dopo aver rimosso e trasportato le mine presso il “demolition pit”, mentre le procedure per la distruzione delle mine antiuomo prevedono il brillamento nel punto di ritrovamento.

L’Operazione “Leonte”, nata nell’agosto del 2006, in seguito all’approvazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU della Risoluzione 1701, ha contribuito a potenziare il contingente militare della United Nations Interim Force in Lebanon già presente in Libano dal 1978 e attualmente guidato dal generale italiano Paolo Serra. [ aise ]

Libano/ L’Ambasciatore italiana visita i caschi blu italiani


Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Ambasciatore italiano in Libano, S.E. Giuseppe Morabito, ha visitato la base del Contingente italiano impegnato nella missione “LEONTE XI” a Shama, nel Libano del sud.

La visita travalica l’impegno istituzionale e va inquadrata nell’ambito del continuo sostegno che il governo ed il popolo italiano manifestano alla missione dei caschi blu italiani in supporto al Libano del sud per il raggiungimento di una stabilità che consenta una pace definitiva. Rappresenta così un chiaro segnale della volontà di raggiungere gli obiettivi della risoluzione delle Nazioni Unite 1701.

L’Ambasciatore è stato accolto dal Generale di Brigata Carlo Lamanna, Comandante del Contingente Italiano e del Settore ovest multinazionale di UNIFIL oltre che da una rappresentanza di militari italiani appartenenti alla Brigata meccanizzata “Pinerolo”.

Il Generale Lamanna durante un briefing ha evidenziato i dettagli operativi e i numerosi progetti di cooperazione civile e militare (CIMIC) realizzati a favore dei villaggi e delle municipalità del Libano del sud.

Fonte: Joint Task Force Lebanon, Sector West HQ – COMUNICATO STAMPA  24/12

Libano/ passaggio di consegne tra il 7° Reggimento Bersaglieri ed il 32° Reggimento Carri


Al Mansuri, 24 aprile 2012 – Presso la sede del Comando di ITALBATT  di Al Mansuri ha avuto luogo la cerimonia del Trasferimento di Autorità tra il 7° Reggimento Bersaglieri con sede in Bari e il 32° Reggimento Carri  con sede a Tauriano di Spilinbergo (PN). Il Comandante cedente, Col. Domenico d’Isa, nel suo discorso di commiato, ha ringraziato gli uomini e le donne della sua Unità per l’intenso lavoro effettuato a favore delle forze di UNIFIL per l’assolvimento dei compiti dettati dalla risoluzione 1701.

Al termine, al cospetto delle due Bandiere di Guerra, il passaggio della bandiera dell’ONU dalle mani del Colonnello d’Isa  a quelle del Colonnello Ferdinando Frigo, subentrante, ha simboleggiato il Trasferimento di Autorità tra i due Reparti.

Il Comandante del Settore Ovest di UNIFIL, Generale di Brigata Carlo Lamanna ha presieduto la Cerimonia che ha visto la partecipazione di alti Ufficiali delle Forze Armate Libanesi e delle Autorità Civili locali.

Comincia, con oggi, una nuova missione al di fuori dei confini nazionali per il  32° Reggimento Carri.

Fonte: Joint Task Force Lebanon, Sector West HQ – COMUNICATO STAMPA   23/12

Libano/ Run Together, run for Peace


Questo slideshow richiede JavaScript.

Shama, 15 aprile 2012, – si è svolta oggi, nella città di Tiro  nel del Settore Ovest di UNIFIL, a responsabilità della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, una corsa lungo un percorso di 10 KM  che ha visto la partecipazione di 330 runners, 175  militari della forza di UNIFIL e delle Forze Armate Libanesi, 155 atleti di associazioni sportive locali.

Dieci rappresentanze: Libano, Spagna, Ghana, Irlanda, India, Malaysia, Nepal, Indonesia, Brunei  e Italia.

Lo sport  non è solo lo strumento per migliorare l’aspetto fisico ma è la manifestazione con la quale si affermano i valori morali di lealtà di tolleranza  e rispetto e in questo caso con finalità umanitarie.

La manifestazione “RUN TOGETHER, RUN FOR PEACE”, organizzata in collaborazione con l’associazione podistica Fenicia di Tiro,  ha avuto lo scopo di unire in un unico abbraccio peacekeepers e popolazione locale per una pace duratura in Libano.

Il Generale di Brigata Carlo Lamanna, Comandante del Settore Ovest di UNIFIL, nel suo discorso di ringraziamento agli intervenuti ha detto  “correre insieme alla popolazione Libanese per la pace è  il raggiungimento di un importante traguardo, infatti,  ogni  peacekeeper sa che il nostro primo dovere è costruire un futuro di libertà e pace.  La nostra presenza oggi  è la testimonianza dell’unità del nostro intento”.

Primo classificato della categoria Uomini è stato un militare delle Forze Armate Indiane nella categoria Donne un militare Irlandese.

Durante la donazione si è esibita la Fanfara dei Bersaglieri.

Fonte: Joint Task Force Lebanon, Sector West HQ – COMUNICATO STAMPA  22/12