Archivi tag: nave

Pirateria/ Somalia. ‘Enrico Ievoli’, un nuovo sequestro alla flotta mercantile italiana. Decisioni dalla Farnesina


Ieri l’incontro all’Unità di Crisi della Farnesina con l’Armatore della ‘Enrico Ievoli‘: “Decise le prossime mosse operative”.

ROMA\ aise\ – Una lunga riunione operativa con l’armatore napoletano della Nave “Enrico Ievoli” si è appena conclusa all’Unità di Crisi della Farnesina. L’incontro ha consentito di mettere a punto le prossime mosse per seguire da vicino la vicenda, sulla quale, su istruzioni del Ministro Giulio Terzi, l’Unità di Crisi del Ministero si è attivata sin dai primi momenti.

Operando in sistematico raccordo con la Marina Militare, già nella mattinata di oggi l’Unità di Crisi aveva avviato, sia con l’armatore che con i familiari dell’equipaggio, tempestivi contatti, che verranno mantenuti con continuità sino alla soluzione del caso, per la quale tutte le competenti articolazioni dello Stato sono attivamente impegnate.

Analogamente a quanto accaduto in passato per vicende simili, il Ministero degli Esteri, informa una nota, pur rispettando e comprendendo profondamente le esigenze connesse al diritto di cronaca, manterrà una linea di riserbo, ritenendola la più adatta a propiziare l’esito positivo da tutti auspicato. (aise)

Altre fonti: Adnkronos

Marina Militare/ Accademia Navale di Livorno. Il giuramento di donne e uomini


Sabato 3 dicembre alle 10.00, Schierati nel Piazzale i centoventidue allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno, novantasei uomini e ventisei donne, giureranno fedeltà alla Repubblica alla presenza del Ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Biagio Abrate, del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Bruno Branciforte, il Comandante dell’Accademia Navale Ammiraglio Div. Giuseppe Cavo Dragone e delle autorità civili e religiose locali oltre ad un folto pubblico di parenti, familiari ed amici dei giurandi.

Nello schieramento, oltre a centoventi allievi della 1ª classe dei corsi normali, ci saranno due ufficiali piloti di complemento e tre allievi stranieri provenienti dalla Giordania, dal Perù e dal Senegal.

In occasione della cerimonia di giuramento, il Ministro Di Paola ha anche consegnato le Onorificenze al personale della Marina Militare che si è particolarmente distinto nell’attività di servizio.

L’Accademia Navale, punto di partenza della vita militare per i futuri ufficiali di Marina, è un istituto universitario dove l’iter di formazione degli allievi è orientato a fornire le elevate competenze professionali necessarie per l’impiego di una flotta efficiente e tecnologicamente avanzata.

Domani la Marina Militare festeggia la sua patrona, Santa Barbara. In occasione di questa ricorrenza sarà possibile visitare il cacciatorpediniere “Caio Duilio” in sosta nel porto di Civitavecchia.

Antonio Conte

Fonte: Difesa

Marina Militare/ Invito a bordo di nave “Caio Duilio”


In occasione della ricorrenza di Santa Barbara, patrona della Marina Militare,
Nave “Caio Duilio” sarà aperta al pubblico

Il cacciatorpediniere Caio Duilio, in sosta nel porto di Civitavecchia presso la banchina “A. Colombo”, potrà essere visitato:

  • sabato 3 dicembre 2011, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30
  • domenica 4 dicembre 2011 dalle 14.30 alle 16.30

Il Caio Duilio – ultima unità ad essere stata consegnata alla Marina Militare – è una nave ad alto livello tecnologico, frutto del programma “Orizzonte”, sviluppato in collaborazione con la Francia per la realizzazione di quattro unità per la difesa aerea.

Nave Caio Duilio – che ha ricevuto lo scorso 22 settembre la Bandiera di combattimento – si appresta ad intraprendere un impegnativo ciclo addestrativo, al termine del quale si sottoporrà al Tirocinio Navale presso il Centro di Addestramento Aeronavale di Taranto per poi iniziare il suo impiego in area operativa.

Pirateria/ Marina. Cacciatorpediniere Andrea Doria. L’equipaggio ‘Rosalia D’Amato’ è finalmente libero


Finalmente una buona notizia che arriva dalle acque di Oman, presso le coste Asiatiche e quindi oltre quelle somale del Corno d’Africa. Area questa fortemente infestata da pirati. Dopo oltre 7 mesi la motonave italiana Rosalia D’Amato è stata liberata, finalmente e l’equipaggio è sotto il controllo della militare della nostra Marina su Nave Andrea Doria

Il Ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, ha manifestato “viva soddisfazione” per la notizia della avvenuta liberazione. Ha poi evidenziato la propria gratitudine per il lavoro svolto dalla Farnesina, attraverso l’Unità di Crisi, cosa che ha seguito per tutta la durata della missione – dice la nota della Farnesina – con massima attenzione.

Infine porge un caloroso ringraziamento rivolgendosi a tutti gli organismi dello Stato coinvolti, ai quali ha detto “che si sono adoperati con senso di responsabilità ed elevata professionalità per la positiva soluzione della vicenda“.

Esprimo inoltre la mia riconoscenza – ha aggiunto il Ministroagli organi di informazione che hanno raccolto, con senso di responsabilità,l’appello al silenzio stampa“.

La breve nota della Farnesina conclude con un pensiero di Terzi all’equipaggio ai quali esprime pensieri di solidarietà “per la loro dolorosa vicissitudine”, e sentimenti di vicinanza con  i loro familiari, con i quali la Farnesina ha mantenuto i contatti in modo costante in questi difficili mesi.

Antonio Conte