Archivi tag: austria

Albertville/ Fanfare. Conclusa la 41^ edizione del “Festival International de Musiques Militaires”


Libri: Fanfara e Bersaglieri


La fanfara “Tramonti – Crosta” sabato 7 e domenica 8 luglio 2018 hanno partecipato ad Albertville nel dipartimento della Savoia, alla 41^ edizione del  “Festival International de Musiques Militaires”. Le nazioni partecipanti sono state sette: AUSTRIA, FRANCIA, ITALIA, MOLDAVIA, POLONIA, RUSSIA, SVIZZERA.

Il programma ha previsto nella tarda mattinata di sabato, l’accoglienza di tutte le formazioni ai giardini del Castello Manuel de Locatel, mentre nel primo pomeriggio le prove singole alla Halle Olympique In Seguito le prove generali.

Alle ore 17.00 si è aperto il Festival con il Défilé nel centro di Albertville, l’arrivo è stato in Piazza Europa dove a turno tutti i complessi hanno eseguito un breve concerto. La “Lonate” è stata l’ultima ad irrompere di corsa nella piazza gremita all’inverosimile, decisamente una interessante premessa.

Alle ore 21.00 è iniziato il Tattoo militare “Grande Parata delle Nazioni” alla Halle Olympique occupata in ogni ordine di posto, dove ogni gruppo ha presentato il proprio spettacolo/carosello per la durata di 20 minuti.

E’ stata una lunga notte con lo spettacolo, la “Tramonti-Crosta” in ordine di ingresso è stata penultima, alle 23.30.  Questa magnifica struttura olimpica ha accolto la Fanfara al passo di corsa, la platea si è scaldata, la fanfara al comando di Davide Roncolato ha disegnato varie figure che il pubblico ha sottolineato con scroscianti applausi sino alla loro uscita.

In seguito il grande finale con tutte le formazioni, ma la lunga ed imprevedibile nottata si è conclusa con la fanfara “Giramondo” come Guardia d’Onore alle fiaccole, preludio all’imminente spettacolo pirotecnico. Tutti molto provati, ma soddisfatti hanno raggiunto l’albergo alla 1.30.

Poi, Domenica alle ore 10.00  “Albertville in Festa” con le musiche delle 7 nazioni e Défilé nel centro città, l’arrivo è al Municipio dove è prevista la rassegna del Sindaco Frédéric Burnier che al termine della manifestazione riceve i rappresentanti di ogni formazione per il classico scambio omaggi.

Alle 14.30 si è rinnovato il Tattoo denominato Festival “Musiques en Liberté” alla Halle Olympique, sono state 3 ore di grande spettacolo musicale con oltre 350 musicanti, la “Tramonti – Crosta” ha ripetuto le stesse figure e lo stesso finale raccogliendo ancora una volta numerosi consensi e applausi.

Bers. Gianclaudio Ruggeri


Libri: Fanfara: Piano solo


 

Kosovo/ Il Ministro della Difesa della Slovenia in visita al Multinational Battle Group West (MNBG-W) di KFOR


Il Ministro della Difesa della Slovenia Andreja Katič ha fatto visita oggi al Multinational Battle Group West (MNBG-W)  a guida italiana, su base 3° Reggimento Artiglieria da Montagna della Brigata Alpina Julia.

Il Comandante del contingente multinazionale, il Colonnello Enzo Ceruzzi, ha accolto il Ministro presso la base militare di Villaggio Italia e nel corso dell’incontro ha fornito un punto di situazione sulle attività in atto nel settore occidentale del Kosovo connesse al mandato della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

In particolare, il Comandante ha sottolineato l’importanza della sinergia tra i quattro contingenti che costituiscono il MNBG-W (Italia, Austria, Slovenia e Moldavia) tesa a garantire la sicurezza del Monastero di Decane e a monitorare la libertà di movimento nel settore di competenza.

Al termine dell’incontro, il Ministro sloveno ha espresso parole di apprezzamento per la meritoria opera svolta dal contingente multinazionale di KFOR evidenziando il successo e l’elevato profilo della missione.

Il Multinational Battle Group West, è composto al momento da circa 650 uomini e donne e dallo scorso dicembre ha effettuato circa 1500 pattuglie appiedate, circa 6500 posti di osservazione e quasi 3000 pattuglie motorizzate per un totale di oltre 170.000 chilometri percorsi.

Kosovo/ Esercitazioni. Militari italiani e moldavi insieme ai genieri ucraini per la libertà di movimento nel settore occidentale


Belo Polje– 24 luglio 2017- Militari italiani e moldavi del Multinational Battle Group – West (MNBG-W) hanno oggi condotto, insieme ad un Plotone di genieri ucraini, un addestramento congiunto denominato “Freedom of Movement Detachment” volto alla rimozione di ostacoli o blocchi stradali per  garantire la libertà di movimento in caso di gravi disordini o manifestazioni di masse violente.

Tale particolare attività rientra nell’ambito delle più generali operazioni di  controllo della folla previste dalla risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che definisce i compiti del MNBG-W di KFOR tesi a garantire la sicurezza del Monastero di Decane come primi responsabili (first responder), a controllare e a mantenere la libertà di movimento nel settore occidentale del Kosovo e a sviluppare progetti della Cooperazione Civile e Militare (CIMIC).

L’addestramento congiunto è un momento fondamentale di crescita professionale reciproca che migliora l’interoperabilità e promuove la standardizzazione delle procedure tra le diverse unità multinazionali di KFOR.

Il Multinational Battle Group West (MNBG-W) è un Comando multinazionale di KFOR a guida italiana, su base 3°Reggimento Artiglieria da Montagna della Brigata Alpina “Julia”, composto da circa 650 uomini e donne appartenenti ai quattro contingenti di Italia, Austria, Moldavia e Slovenia.

Kosovo/ Belo Polje. Il Cappellano Generale Protestante delle Forze Armate Austriache in visita al Multinational Battle Group West


Belo Polje – 28 giugno 2017, il Cappellano Generale Protestante delle Forze Armate Austriache, Dr. Karl Trauner, è giunto in visita al Multinational Battle Group West (MNBG-W) a guida italiana presso la Base militare di “Villaggio Italia”.

Il Cappellano Generale è stato ricevuto dal Comandante del MNBG-W che ha sottolineato come la sua presenza e l’opera quotidiana, svolta dai cappellani militari, rappresenti un messaggio di forte vicinanza a tutti i militari a testimonianza del supporto spirituale al contingente multinazionale che da sempre favorisce il dialogo tra tutte le rappresentanze religiose in Kosovo, operando quotidianamente a supporto della pace, della cooperazione e del progresso economico e sociale del territorio.

Il Dr. Trauner ha espresso la sua gratitudine al contingente multinazionale che con la sua presenza in un delicato contesto regionale caratterizzato da divisioni e da contrapposizioni garantisce da quasi 18 anni la custodia della pace adoperandosi in modo che tutti possano vivere nella serenità e nel rispetto dei valori umani.

Durante la sua permanenza, il Cappellano Generale ha visitato il Monastero ortodosso di Decane e, a seguire, il Patriarcato e il cimitero di Pec/Pea.

Il Multinational Battle Group West di KFOR , su base 3° Reggimento Artiglieria da Montagna della Brigata alpina “Julia”, è composto da circa 650 militari provenienti da 4 Nazioni (Austria, Italia, Moldavia e Slovenia) e opera per assicurare libertà di movimento ed un ambiente stabile e sicuro a tutta la popolazione del Kosovo occidentale, indipendentemente dalle differenze etniche e religiose. In tal modo contribuisce al consolidamento della pace e della stabilità nella regione, al processo di crescita civile e allo sviluppo delle Istituzioni locali.

Italia/ Seconda Guerra di Indipendenza. La Guerra dall’Austria


Il 24 aprile 1859 Cavour riuscì a farsi dichiarare guerra dall’Austria, con inizio delle ostilità il 26 aprile.

La Seconda Guerra di Indipendenza terminò l’12 luglio. Le parti in causa erano gli eserciti franco-piemontese contro l’esercito dell’Impero Austriaco del 1859 (26 aprile 1859 – 12 luglio 1859). La sua conclusione fu l’Armistizio di Villafranca  che permise il ricongiungimento della Lombardia (eccetto Mantova) al Regno di Sardegna e pose le basi per la costituzione del Regno d’Italia.

Il Veneto, con Venezia, fu conquistato con la Terza Guerra d’Indipendenza.