Archivi tag: Ravenna

Kosovo/ Avvicendamento del contingente italiano in Kosovo


Oggi presso la base di “Villaggio Italia” di Belo Polje, il Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze, Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, ha presieduto il passaggio di responsabilità alla guida del Contingente italiano in Kosovo.

Il 5° Reggimento Artiglieria Terrestre Lanciarazzi “Superga”, comandato dal Colonnello Pierpaolo Giacomini Tiveron, assume la conduzione del Multinational Battle Group West di KFOR sostituendo il 121° Reggimento Artiglieria Contraerea “Ravenna”, agli ordini del Colonnello Ascenzo Tocci.

Il Multinational Battle Group West di KFOR, ora alla guida del Comandante Giacomini Tiveron, è composto da circa 700 militari tra italiani, sloveni ed austriaci.

Il Generale C.A. Bertolini, si è congratulato con il personale del 121° “Ravenna” per l’impegno profuso in territorio balcanico, sottolineando la professionalità dimostrata durante il mandato in Kosovo. Alla cerimonia erano presenti Sua Eccellenza Michael L. Giffoni, Ambasciatore d’Italia in Kosovo, il Comandante di KFOR, Generale di Divisione tedesco Volker Halbauer, il Generale di Brigata Salvatore Carta, Italian Senior Representative, e numerose autorità religiose, militari, locali e rappresentanti di Organizzazioni Internazionali Governative e Non Governative.

Nel corso della missione, il 121° Reggimento, che annovera tra i suoi ranghi anche il personale del 2° Reggimento Trasmissioni di Bolzano, ha contribuito al mantenimento della stabilità nella propria area di responsabilità, garantendo tra l’altro la sicurezza del Monastero di Decani e del Patriarcato di Pec, patrimoni dell’UNESCO per l’elevato valore culturale, storico e religioso. La libertà di movimento degli abitanti della regione è stata assicurata mediante la quotidiana attività di pattugliamento e presenza sul territorio.

La bandiera di guerra del 121° Reggimento “Ravenna”, decorata di medaglia d’argento al Valor Militare e per la prima volta in Kosovo, rientra nella sua sede di Bologna, dopo essere stata già in territorio balcanico nel 2002, presso il Comando NATO di Tirana in Albania.

Dopo la cerimonia odierna, la bandiera del 5° Reggimento “Superga”, decorata di due medaglie di bronzo al Valor Militare e di una medaglia di bronzo al Valore dell’Esercito, si insedia per la prima volta in Kosovo, dopo essere stata in Afghanistan nel 2004 durante l’Operazione ISAF.

Storia/ L’aviatore Francesco Baracca, un cavaliere del cielo.


L’Aviatore Italiano Francesco Baracca. (La foto è presa da wikipedia)

di Marco Mussetta – Bisogna tornare indietro di molti anni. Questa storia ha inizio più di un secolo fa, quando a Lugo (Ravenna), nasceva colui che sarebbe diventato in poco tempo un asso dell’aviazione militare del Regno D’Italia. Continua a leggere Storia/ L’aviatore Francesco Baracca, un cavaliere del cielo.

Kosovo/ KFOR, JRD W. Cambio al comando del Joint Regional Detachments West


Cap. Claudio CIBELLI – Oggi 21 maggio 2012, presso la base “Villaggio Italia” in località Belo Polje, ha avuto luogo l’avvicendamento al comando del Joint Regional Detachments West (JRD W) di KFOR (Kosovo Force).

Il Tenente Colonnello Luca Vigna Taglianti del 121° Reggimento artiglieria controaerei “Ravenna” di Bologna, è subentrato al Tenente Colonnello Isidoro Cacace, proveniente dal 7° Reggimento NBC “Cremona” di Civitavecchia.

All’evento, presenziato dal Comandante della KFOR, il Generale di Divisione tedesco Erhard Drews erano presenti il Colonnello Sebastiano Longo, Comandante del Multinational Battle Group West (MNBG-W) e numerose autorità militari, locali e della NATO, e delle organizzazioni internazionali.

Gli uomini alla guida del Tenente Colonnello Cacace provengono dai reparti del Comando Artiglieria, in particolare dal 5° Reggimento artiglieria MLRS di Portogruaro, dal 52° Reggimento artiglieria terrestre “Vicenza” di Vercelli, dal 7° Reggimento NBC “Cremona” di Civitavecchia e dal 28° Reggimento “Pavia” di Pesaro. I subentranti provengono dal 121° Reggimento artiglieria controaerei “Ravenna” di Bologna.

Compito principale del del JRD W, che vede alle dipendenze militari italiani, sloveni e turchi, è quello di coordinare le attività degli assetti operativi denominati L.M.T. (Liasion and Monitoring Team),  unità dislocate sul terreno, che sono responsabili delle attività di monitorizzazione e di collegamento tra il Comando della Missione KFOR, le Autorità locali e la popolazione.

Dallo scorso novembre numerose sono state le attività coordinate dal JRD W nella propria area di responsabilità. Contatti giornalieri con le Autorità locali, i sindaci delle municipalità, gli esponenti politici, imprenditori, rappresentanti delle Autorità religiose delle diverse etnie, hanno consentito il consolidamento della presenza di KFOR nell’area.

Oltre 150.000 sono stati i km percorsi all’interno della regione ovest nel periodo del loro mandato, anche in condizioni meteorologiche proibitive rimanendo vicino alle famiglie di alcuni villaggi rimasti isolati a causa delle copiose nevicate dello scorso inverno.

Contatti: Cap. Claudio CIBELLI – Cell. (00386) 49-773403 email: itpio_kfor@yahoo.it – “Villaggio Italia” Pec/Peja-Kosovo – KFOR MNBG-W – Public Affairs Office – COMUNICATO STAMPA, 19 maggio 2012