Archivi tag: Bolzano

Kosovo/ Avvicendamento del contingente italiano in Kosovo


Oggi presso la base di “Villaggio Italia” di Belo Polje, il Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze, Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, ha presieduto il passaggio di responsabilità alla guida del Contingente italiano in Kosovo.

Il 5° Reggimento Artiglieria Terrestre Lanciarazzi “Superga”, comandato dal Colonnello Pierpaolo Giacomini Tiveron, assume la conduzione del Multinational Battle Group West di KFOR sostituendo il 121° Reggimento Artiglieria Contraerea “Ravenna”, agli ordini del Colonnello Ascenzo Tocci.

Il Multinational Battle Group West di KFOR, ora alla guida del Comandante Giacomini Tiveron, è composto da circa 700 militari tra italiani, sloveni ed austriaci.

Il Generale C.A. Bertolini, si è congratulato con il personale del 121° “Ravenna” per l’impegno profuso in territorio balcanico, sottolineando la professionalità dimostrata durante il mandato in Kosovo. Alla cerimonia erano presenti Sua Eccellenza Michael L. Giffoni, Ambasciatore d’Italia in Kosovo, il Comandante di KFOR, Generale di Divisione tedesco Volker Halbauer, il Generale di Brigata Salvatore Carta, Italian Senior Representative, e numerose autorità religiose, militari, locali e rappresentanti di Organizzazioni Internazionali Governative e Non Governative.

Nel corso della missione, il 121° Reggimento, che annovera tra i suoi ranghi anche il personale del 2° Reggimento Trasmissioni di Bolzano, ha contribuito al mantenimento della stabilità nella propria area di responsabilità, garantendo tra l’altro la sicurezza del Monastero di Decani e del Patriarcato di Pec, patrimoni dell’UNESCO per l’elevato valore culturale, storico e religioso. La libertà di movimento degli abitanti della regione è stata assicurata mediante la quotidiana attività di pattugliamento e presenza sul territorio.

La bandiera di guerra del 121° Reggimento “Ravenna”, decorata di medaglia d’argento al Valor Militare e per la prima volta in Kosovo, rientra nella sua sede di Bologna, dopo essere stata già in territorio balcanico nel 2002, presso il Comando NATO di Tirana in Albania.

Dopo la cerimonia odierna, la bandiera del 5° Reggimento “Superga”, decorata di due medaglie di bronzo al Valor Militare e di una medaglia di bronzo al Valore dell’Esercito, si insedia per la prima volta in Kosovo, dopo essere stata in Afghanistan nel 2004 durante l’Operazione ISAF.

Torino/ Capodanno al Palavela. Il calore delle Fiamme Azzurre fonde emozioni sul ghiaccio


Marco Mussetta
Marco Mussetta

Marco Mussetta – Il 2012 si è appena concluso ed ha regalato agli sportivi italiani molte soddisfazioni, ma lo sport non si ferma mai. Il primo giorno del 2013 ha visto svolgersi a Torino, al Palavela che ha anche ospitato la specialità del pattinaggio nelle Olimpiadi del 2006, Capodanno On Ice. L’evento non di natura competitiva è apparso come un grande spettacolo messo in scena da alcuni grandissimi pattinatori i quali hanno avuto modo di provare una parte dei nuovi programmi che porteranno in gara nel corso del 2013. In una zona della pista era anche sistemata, su di un palco, un orchestra che ha accompagnato molte delle esibizioni. Il clima che si respirava nel Palavela era quello delle grandi eventi, musica dal vivo e atleti di caratura mondiale. L’evento presentato da Tessa Gelisio e Guido Bagatta è stato anche trasmesso in TV.

Tra gli atleti presenti vorrei soffermarmi su Luca Lanotte e Anna Cappellini, coppia di pattinaggio di figura, entrambi fanno parte della squadra delle Fiamme Azzurre, ovvero gli atleti della Polizia Penitenziaria, dal 2008. I due pattinatori hanno raccolto le ovazioni del pubblico durante la loro performance, di alto livello e senza sbavature.

Anna Cappellini nata a Como il 19 Febbraio 1987 è un agente di Polizia penitenziario della Casa Circondariale della stessa città e fa anche parte della società “Ice Academy”.

Luca Lanotte invece ha i natali a Milano dal il 30 Luglio 1985, è un agente di Polizia penitenziario della Casa Circondariale di Milano-San Vittore, ed anche lui fa anche parte della società “Ice Academy”.

Ovviamente la star dell’evento è stata la campionessa del mondo in carica Carolina Kostner, anche lei come Lanotte e la Cappellini fa parte della squadra delle Fiamme Azzurre. La sua performance al Palavela è stata molto applaudita ad ogni numero eseguito. L’atleta arriva da una serie molto positiva di successi, campionessa del mondo 2012, campionessa europea 2012 e campionessa italiana 2012. La Kostner torna a Torino, su quel ghiaccio che purtroppo nel 2006 non le ha regalato nessuna medaglia a causa di una caduta, la sua prima esperienza olimpica infatti si concluse con la nona posizione. La grandezza di un campione sta nella capacità di superare le situazioni difficili, metabolizzarle e trasformale in grinta agonistica. La Kostner c’è riuscita.

Carolina Kostner è nata a Bolzano 8 Febbraio 1987 è un Assistente di Polizia penitenziaria della Casa Circondariale di Bolzano, è iscritta al DAMS Università di Torino. Fa anche parte della società “Ice Club Gardena”.

Il Corpo di Polizia penitenziaria, ha come compito quello di garantire la sicurezza e la legalità all’interno delle Case Circondariali e favorisce il reinserimento nella società delle persone recluse.

Il reparto sportivo delle Fiamme Azzurre ha un elevato numero di sportivi in quasi tutte le specialità.

Capodanno on Ice si è concluso con tutti gli atleti ( erano anche presenti grandi pattinatori non facenti parte dei corpi dell’esercito o di Polizia, Valentina Marchei, Samuel Contesti, la torinese Giada Russo, la medaglia d’argento alle Olimpiadi 2006 Stéphane Lambiel e molti altri ), che hanno pattinato formando un unico corpo di danza sulle note della marcia di Radetzky suonata dall’Orchestra.

Inizia così un nuovo anno ricco di avvenimenti sportivi, da seguire, da applaudire e anche da soffrire insieme ai nostri atleti, pronti come sempre ad onorare la nostra bandiera nel mondo.