Archivi tag: Multilateral

Nato/ Standing NATO Maritime Group 2


Contrammiraglio ( LH) Thorsten Kähler (DEU N). Comandante Standing Nato Maritime Group 2 (COM Snmg2)

Standing NATO Maritime Group 2 (SNMG2) è un forza marittima integrata multinazionale – fatta da vascelli di varie Nazioni alleate la formazione e l’operatività è condotta come un singolo team – abilitata permanentemente in ambito NATO per operazioni di largo raggio di azioni, dalle esercitazioni in risposta alle crisi alle reali operazioni svolte in tutto il mondo.

Finora (Ndr.: 21 Novembre 2012) a capo dell’unità si trova il Contrammiraglio (LH) Thorsten Kähler (DEU N) con l’incarico di Comandante Standing Nato Maritime Group 2 (COM Snmg2). Subentra il prossimo 23 Novembre 2012 il Contrammiraglio Antonio Natale con una cerimonia a Taranto su Nave San Marco.

Segue un breve Curriculum Vita come pubblicato dal sito Nato raggiungibile al seguente indirizzo.

Curriculum Vitae comandante cedente

Il Contrammiraglio Kähler è nato nel 1955 a Bederkesa. Si arruola nella Marina federale tedesca nel 1973, si è laureato all’Università tedesca delle Forze Armate con una laurea in Studi di Scienze Economiche con il grado di Tenente senior nel 1977. Nel 1977 l’ammiraglio Kähler ha iniziato la sua carriera con una specializzazione come armi sottomarini e Operations Officer. Ha servito a bordo dei sottomarini tipo 205 e 206. Dopo sei mesi, come Amministratore di Exchange nella Marina francese, si è specializzato in Anti Submarine Warfare alla marina olandese Operazioni Scuola Den Helder fino al 1984. I suoi successivi incarichi sono stati a bordo delle Fregate Tipo 120 e 122.

Il Contrammiraglio Kähler ha frequentato il Corso di Staff Ammiraglio Ufficiale nel 1988 ed è diventato Amministratore Delegato di Destroyer Bayern tipo 101A. Ha assunto il suo primo comando nel 1995 e divenne il primo Ufficiale Comandante della Tipo 123 Bayern Frigate. Dopo una posizione di Desk Officer per il Ministero della Difesa in sequenza per controllo degli armamenti convenzionali, Politica Militare e
Pianificazione delle forze armate federali distribuzioni esteri divenne Comandante della Squadriglia Fregata 6.

Successivamente è stato nominato Ufficiale di Stato Maggiore presso la sede della NATO a Bruxelles,
è stato promosso a responsabile della bandiera dopo cinque anni nel ministero della Difesa e aveva assunto il comando delle operazioni, come vice comandante EU NAVFOR Atalanta. Oltre al suo dovere di comandante Standing NATO Maritime Group 2 dal giugno 2012, Kähler Rear Admiral è il comandante della
Flottiglia tedesca 2.

Il Contrammiraglio Kähler è sposato e ha due figlie.

Kosovo/ OSCE. Fasce deboli della popolazione a rischio inclusione.


di Antonio Conte – Kosovo. In una nota Osce di oggi 24 luglio 2012 si lancia l’allarme e si chiede maggiore attenzione per la registrazione dello stato civile della popolazione. Diverse problematiche continuano a creare disagi ostacolando il processo di inclusione sociale.

Non si nega i progressi del Governo del Kosovo degli ultimi anni che hanno migliorato il quadro legislativo ed anno aumentato il numero di uffici per la registrazione dei cittadini allo stato civile. Tuttavia la mancanza di fondi, di personale e la logistica frena l’efficienza del procedimento amministrativo. Anche le differenze linguistiche e la mancanza di informazioni necessarie per la procedura crea rallentamenti.

La registrazione all’anagrafe è fondamentale in quanto stabilisce il diritto ad essere identificato per l’attribuzione di ulteriori fondamentali diritti umanitari come l’istruzione, le cure sanitarie e l’accesso al lavoro. lo ha detto Werner Almhofer, Capo della Missione OSCE in Kosovo. Lo stesso ribadisce che è di fondamentale importanza che ad ogni individuo venga concesso l’accesso alla registrazione civile.

English: Official logo of the Organization for...
English: Official logo of the Organization for Security and Co-operation in Europe. (Photo credit: Wikipedia)

L’OSCE raccomanda alle istituzioni di assicurare i diritti di registrazione a prezzi accessibili con criteri di esenzione definiti chiaramente. Le istituzioni sono anche incoraggiate a riprendere la pratica del mese di gratuito per la registrazione.

La promozione umana non può che passare dalla necessità di aversi assegnato il proprio nome, che di fatto sancisce l’inclusione sociale, fattore di sviluppo della democrazia e della sicurezza pubblica.

Il Documento OSCE

Antonio Conte

Kosovo/ L’11° Reggimento Bersaglieri al comando dell’ORF (Operational Riserve Force)


NATO OTAN KFOR Magyar: NATO OTAN KFOR
NATO OTAN KFOR Magyar: NATO OTAN KFOR (Photo credit: Wikipedia)
Bersaglier Bersagliere Bersaglieri in Nato
Bersaglier Bersagliere Bersaglieri in Nato (Photo credit: Wikipedia)

 Peja/Pec, 29 marzo 2012. Oggi, nella base francese di “Camp Marshall De Lattre” alle ore 16:00 si è svolta la cerimonia di trasferimento di autorità al Comando dell’ ORF Battalion (Operational Riserve Force), tra il contingente austro-tedesco ed il contingente italiano composto dall’11° Reggimento Bersaglieri di Orcenico Superiore (PN), comandato dal Colonnello Alfonso Cornacchia.

L’ORF Battalion è una forza di riserva della NATO alle dirette dipendenze del Comando della KFOR ed opererà nel Kosovo settentrionale contribuendo alla missione KFOR, ovvero garantendo un ambiente sicuro alle istituzioni ed alla popolazione.

Il dispiegamento dell’ORF, già attuato dal contingente austro-tedesco, si era reso necessario a seguito dei disordini avvenuti nell’estate del2011 inalcune aree vicine al confine conla Serbia.

La cerimonia, svoltasi alla presenza del Comandante della KFOR, Generale Erhard Drews, ha sancito il passaggio di consegne agli uomini e alle donne del dell’11° Reggimento Bersaglieri che dal 30 marzo 2012, giorno del TOA (trasferimento di autorità), avranno la piena responsabilità e capacità operativa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonte: KFOR MNBG-W, Public Affairs Office COMUNICATO STAMPA 29 MARZO 2012

Difesa/ UE, riunione del Comitato Militare


Diritti riservati appartenenti alla Difesa.it

22 Novembre 2011 – Si è svolta oggi, a Bruxelles, la riunione del Comitato Militare UE a livello Capi di Stato Maggiore della Difesa a cui ha preso parte il Generale Biagio Abrate.

Il meeting è stato preceduto da una colazione di lavoro con il Chief Executive dell’European Defence Agency (EDA), Madame Arnould, nel corso della quale sono stati discusse tematiche capacitive afferenti alle iniziative in atto per accrescere la disponibilità di capacità e al programma europeo Single European Sky ATM Research (SESAR).
L’argomento principale all’ordine del giorno del Comitato è stato quello relativo alle iniziative intraprese dall’UE nella Regione del Corno d’Africa con aggiornamenti sulle operazioni attualmente in corso quali “EU Training Mission Somalia”, “EU NAVFOR ATALANTA”, indicazioni sul quadro strategico complessivo dell’UE nella Regione e su un piano multidimensionale per contrastare la Pirateria nell’area.

European Defence Agency
Image via Wikipedia

Il Generale Abrate, nei suoi interventi, ha confermato l’impegno della Difesa italiana nelle missioni europee attualmente in corso, evidenziando la necessità di un approccio maggiormente integrato sia in ambito Unione Europea sia con le altre Organizzazioni Internazionali gravitanti nell’area quali Nazioni Unite e Unione Africana.

Fonte: http://www.difesa.it/SMD/Eventi25/2011-11/Pagine/RiunionedelComitatoMilitareUE.aspx

Pirateria/ Nessun ferito. Nave Doria, scontro a fuoco presso le acque somale.


STANDING NATO MARITIME GROUP ONE (SNMG1)

Oggi, (MEDIA RELEASE 22 NOVEMBRE 2011) alle 0636 (ora italiana) a circa 8 miglia nautiche a Sud della località Somala di Gaalogod, Nave Andrea Doria è stata impegnata nel monitoraggio di una imbarcazione somala sospetta di pirateria.

Mentre si apprestava a fare una investigazione, il personale dell’Unità imbarcato sui gommoni è stato fatto segno di colpi di arma da fuoco provenienti dall’imbarcazione sospetta e da terra. I militari hanno risposto al fuoco.

Nessuno del personale e dei mezzi italiani è stato colpito.

Nave Andrea Doria è assegnata come Flag Ship alla Task Force 508 , gruppo permanente Nato SNMG1 (Standing NATO Maritime Group 1) al comando del Contrammiraglio Gualtiero Mattesi, impegnato nell’operazione “Ocean Shield” per il contrasto della pirateria al largo della Somalia dallo scorso 14 Giugno.

Le forze aeronavali alleate continuano le operazioni per prevenire e contrastare le attività criminali contro il traffico mercantile in zona.