Archivi tag: ansa

Serbia/ Schulz, riconoscimento Kosovo condizione adesione UE


(ANSA) – BRUXELLES, 04 SET – ”A lungo termine e’ chiaro che il riconoscimento fra Serbia e Kosovo e’ una precondizione per entrare nell’Unione europea”. Questa la posizione netta lanciata oggi dal presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, dopo il colloquio con il premier serbo, Ivica Dacic, a Bruxelles.

”Ai nostri occhi – ha spiegato Schulz, che ha discusso con Dacic insieme al presidente della delegazione dell’Europarlamento per le relazioni con la Serbia, Eduard Kukan – uno sviluppo pacifico delle relazioni fra Serbia e Kosovo deve terminare con un riconoscimento reciproco”. Per arrivare al riconoscimento reciproco fra Pristina e Belgrado ”siamo ben consci – ha proseguito Schulz – che c’e’ molto lavoro e ci sono molti ostacoli davanti”. Senza entrare in dettagli che spettano alle diplomazie, ”lo scopo per il Parlamento europeo – ha precisato Schulz – e’ che la Serbia entri nell’Ue e risponda ai criteri, ed e’ chiaro che relazioni pacifiche e sostenibili fra i due paesi e’ il nostro obiettivo, difficile da raggiungere adesso, ma non impossibile”.

Schulz non risparmia una critica anche per gli Stati membri: una delle difficolta’ infatti e’ che all’interno della stessa Ue ci sono cinque paesi che non riconoscono Pristina (Spagna, Slovacchia, Romania, Grecia e Cipro, ndr) quindi ”non solo chiediamo alla Serbia di riconoscere il Kosovo – ha affermato il presidente dell’Europarlamento – ma dobbiamo fare anche noi il nostro lavoro nell’Ue”. Nel frattempo ”quello che sottolineiamo oggi – ha concluso Schulz – e’ che al di la’ delle necessita’ diplomatiche dobbiamo assicurare la pace e non la violenza: questo e’ l’obiettivo numero uno”. (ANSA)

India/ Pirateria. Corte Suprema, via esame a processo marò. Ricorso Italia per invalidare processo stato Kerala


(ANSA) – NEW DELHI, 28 AGO – La Corte Suprema indiana ha cominciato oggi ad esaminare a New Delhi un ricorso presentato dall’Italia per invalidare il processo istruito nello Stato indiano del Kerala contro i maro’ Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, coinvolti in un incidente avvenuto il 15 febbraio scorso in cui sono morti due pescatori. Lo ha constatato l’ANSA nella capitale indiana.

In presenza di una delegazione italiana guidata dall’ ambasciatore Giacomo Sanfelice, il presidente del tribunale n.2 della Corte, Altamar Kabir, ha dato la parola all’avvocato difensore dei maro’, Harish Salve, il quale ha illustrato per oltre tre ore i principi generali di esercizio della sovranita’ e di giurisdizione in base ai quali le autorita’ del Kerala non avevano il diritto di intervenire nella vicenda.

Dopo aver ricordato che l’incidente fra la petroliera Enrica Lexie e il peschereccio St. Anthony e’ avvenuto a circa 20 miglia nautiche dalla costa, e quindi non in acque territoriali indiane, ma in quelle contigue, Salve ha insistito molto sul ruolo dei fucilieri di marina presenti sulla nave. ”Si tratta – ha sottolineato – di militari in servizio di sicurezza, ottemperando a risoluzioni delle Nazioni Unite e nelle vesti di rappresentanti dello Stato italiano”. Non si tratta di contractor privati, ha aggiunto, ”ma di veri e propri delegati a garantire la sicurezza dell’unita’, che in caso di emergenza non erano neppure sottoposti all’autorita’ del comandante di bordo”. Salve ha quindi esaminato le varie sezioni del codice penale indiano, sostenendo che ”esso non trova applicazione in questa vicenda perche’ l’incidente e’ avvenuto fuori della zona in cui l’India puo’ esercitare una sovranita’ diretta”. Mentre, ha concluso, il diritto pubblico internazionale ”e’ chiaro assegnando allo Stato di cui e’ la bandiera della nave, il diritto di giudicare eventuali reati commessi dal personale a bordo”. A meta’ pomeriggio il presidente della sezione ha aggiornato il dibattimento a domani. (ANSA).

Afghanistan/ Insorti. Uccisi 2 soldati americani


(ANSA) – KABUL, 1 SET – Due soldati americani membri delle Forze Stati Uniti-Afghanistan sono morti sabato nella provincia meridionale di Ghazni. Lo ha reso noto il quartier generale delle forze americane a Kabul. In un comunicato si precisa che il decesso dei due militari e’ avvenuto durante un attacco degli insorti. Si tratta delle due prime vittime Isaf di settembre, mentre agosto si era chiuso con la perdita di 53 soldati.

Kosovo/ Nord. Dopo barricate vie percorribili I soldati della Kfor si sono ritirati dalle strade


Iper Club doppi punti

(ANSA) – PRISTINA, 2 GIU – E’ tornata tranquilla la situazione nel nord del Kosovo, dove ieri si erano registrati violenti scontri fra militari della Kfor (Forza Nato) e manifestanti serbi che cercavano di impedire la rimozione di due barricate erette la scorsa estate. La Kfor ha fatto uso di gas lacrimogeni, proiettili di gomma e idranti contro i serbi, dai quali sono stati sparati anche colpi d’arma da fuoco. Dopo lo smantellamento dei blocchi, le truppe Kfor si sono ritirate e le vie sono tornate percorribili.

TrovaOfferte Inverno 2011

India/ Maro’. Stasera liberi e trascorreranno la notte in un albergo di Kochi


di Antonio Conte – In una nota Ansa, diramata circa mezzo fa, si annuncia la liberazione dei maro’ italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India per la nota ed equivoca vicenda. Sono accusati di omicidio di due pescatori indiani, fatto che secondo le autorità indiane sarebbero intercorsi durante il servizio di difesa delle navi italiane, dagli attacchi dei pirati, al largo delle coste della Somalia. Una gran bella notizia per loro e per noi italiani che arriva in un giorno come il 2 Giugno, Festa della Repubblica.

I due maro’ del Battaglione San Marco, usciranno stasera dalla Borstal School e trascorreranno la notte in un albergo di Kochi. Il tribunale di Kollam ha infatti accolto oggi documenti e garanzie relativi alla concessione della liberta’ dietro cauzione (bail). L’autorizzazione è stata spedita a Kochi ed è indirizzata al sovrintendente della Borstal School, in risiedono i due marò.

Antonio Conte

wellness_strawmat_728x90.gif