Archivi tag: caserta

Bari/ Esercitazioni. Il Capo di SME visita la Brigata “Pinerolo”


Bari 17 gennaio 2013  – Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, ha completato nei giorni scorsi  la sua visita ai reparti della brigata meccanizzata “Pinerolo” in Puglia.

Accompagnato dal Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Lops, Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa, il Generale Graziano ha visitato il Comando Brigata dove il Generale Carlo Lamanna, Comandante dell’Unità, ha illustrato le principali attività addestrative e operative in corso.

Al termine del briefing, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha incontrato il personale militare e civile della Brigata e del dipendente Reparto Comando e Supporti Tattici al quale ha espresso parole di soddisfazione per le numerose attività condotte all’estero e sul territorio nazionale.

Nel corso della visita, il Generale Graziano ha incontrato, al “Palazzo di Città”, il Sindaco della Città Bari, dott. Michele Emiliano, con il quale sono state discusse possibili ulteriori sinergie tra l’Esercito e la Città di Bari.

Ad Altamura, il Generale Graziano, dopo aver salutato i bersaglieri del 7° Reggimento e visitato le infrastrutture del reparto, ha assistito, presso il poligono di Tor di Nebbia, a un’esercitazione condotta dal personale del reggimento che ha in dotazione il Veicolo Blindato Medio “Freccia”.

La visita è poi proseguita a Foggia, dove sono di stanza il 21° reggimento artiglieria terrestre “Trieste” e l’11° reggimento genio guastatori e a Barletta, presso l’82° reggimento di fanteria “Torino” da poco rientrato dall’Afghanistan.

La Brigata meccanizzata Pinerolo, rientrata recentemente dal Libano, è attualmente impegnata nell’Operazione “Strade Sicure” in Campania, con il 9° Reggimento di Fanteria “Bari” nelle città di Napoli e Caserta e in Afghanistan, dove opera una compagnia equipaggiata con i veicoli blindati “Freccia”. 

Libri/ “Piume al vento”. 30 anni di Missioni Internazionali raccontati dai protagonisti 1982-2012


San Giorgio a Cremano, 11 Dicembre 2012– Si è svolta nella serata di ieri, presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta, la presentazione del libro: “Piume al vento – 30 anni di missioni internazionali” del giornalista Paolo Pierantozzi, una storia raccontata dai protagonisti sull’impegno del Corpo dei Bersaglieri nelle operazioni militari internazionali di pace all’estero.

Alla presentazione dell’opera, in prima nazionale, sono intervenuti le autorità civili della città di Caserta, tra cui il Sindaco, dott. Pio Del Gaudio, il Prefetto, dott.ssa Carmela Pagano, le autorità militari e delle forze di polizia, i rappresentanti di tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma e numerosi cittadini da sempre molto vicini alle attività dell’Esercito.

Ad aprire l’incontro la moderatrice dell’evento la giornalista di Sky Tg24, Tonia Cartolano, a seguire l’introduzione del Generale di Brigata Luigi Chiapperini, Comandante della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, successivamente l’intervento dell’autore, già bersagliere in qualità di coscritto, e le conclusioni del Generale di Corpo D’Armata Vincenzo Lops, Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa e Decano in servizio del Corpo dei Bersaglieri.

Il libro contiene le schede di presentazione delle missioni, curate dal Pierantozzi, e il racconto dei protagonisti  (Comandanti e Gregari), i veri testimoni delle missioni dal Libano 1 del 1982 all’ISAF (International Security Assistance Force) in Afghanistan del 2012

A margine dell’evento, dalle ore 09.00 alle ore 20.00 tra piazza Dante e la Reggia (centro storico di Caserta), è stata realizzata una mostra statica con i principali mezzi e materiali in dotazione all’Esercito ed uno stand promozionale per approfondire la conoscenza sugli iter nei vari concorsi per le carriere nell’Esercito; inoltre, il concerto della Fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, sullo scalone della Reggia ha accolto le autorità e il pubblico

Nell’occasione è stato presentato dal Comandante del Comando Militare Esercito Campania,  Gen. di Brigata Guido Landriani, anche il CalendEsercito Duemila13, quest’annoavente come tema “ il Cuore delle Missioni”.

Afghanistan/ IED. Una esplosione coinvolge una pattuglia italiana


di Antonio Conte – Afghanistan. La nota apparsa sul sito dell’Esercito da’ notizia che a seguito dell’esplosione, due militari sono rimasti feriti e un terzo contuso. La causa dell’esplosione è un ordigno improvvisato noto come IED (Improvised Explosive Device).

I bersaglieri feriti non sono in pericolo di vita, ed hanno ricevuto le prime cure sul posto e successivamente sono stati trasferiti in elicottero presso il Role 2 di Bala Mourghab dove sono tuttora sotto trattamento medico. E’ stato ricoverato anche il militare contuso ma solo a titolo di precauzionale.

E’ successo ieri sera, nell’area di Bala Mourghab in Afghanistan, quando un convoglio della Task Force North, su base 8° Reggimento Bersaglieri di Caserta, si muoveva in rinforzo a un’unità amica americana rimasta bloccata a causa di un incidente.

AC

La foto di repertorio illustra il pattugliamento di una unità italiana in Afghanistan.

Kosovo/ Sen. Mauro Del Vecchio della Delegazione italiana OSCE e Mecacci in missione a Pristina.


“Dalla giornata di lunedì 19 marzo a giovedì 23 il Deputato radicale gruppo PD e Presidente della Commisisone Democrazia e Diritti Umani OSCE Matteo Mecacci  sarà impegnato in una missione parlamentare in Kosovo con altri membri della delegazione, l’On RIccardo Migliori (PDL) e i Senatori Mauro Del Vecchio (PD) e Giuseppe Caforio (IDV).

Nei primi giorni della missione i Parlamentari incontreranno i militari del contingente italiano impegnato in Kosovo nella Missione Nato KFOR, le Missioni OSCE ed EULEX che stanno assistendo le istituzioni kosovare nell’operazione di nation building, e si recherano in visita anche nella parte nord del paese dove risiede la minoranza cristiana serb e dove non hanno mancato di manifestarsi tensioni.

A partire da mercoledì i Parlamentari italiani si incontreranno con i rappresentatnti governativi e parlamentari kosovari a Pristina”

Il Sen. Del Vecchio in visita alla “Garibaldi”

Nei giorni scorsi, i reparti della Brigata bersaglieri “Garibaldi”, di prossimo impiego nel teatro operativo afgano, hanno ricevuto la visita del Senatore Mauro Del Vecchio.
In mattinata, il parlamentare è stato a Salerno a far visita al Reggimento “Cavalleggeri Guide (19°)” e poi a Persano, dove ha salutato gli artiglieri dell’8° Reggimento “Pasubio”.
Successivamente a Caserta, dove è stato ricevuto dal Comandante della Brigata, Generale Luigi Chiapperini, per incontrare i bersaglieri dell’8° Reggimento.
Il Senatore Mauro Del Vecchio è stato Comandante della Brigata “Garibaldi” dal 1997 al 1999.

Chi è il Senatore Mauro del Vecchio

Generale di Corpo d’Armata dell’Esercito, è componente della commissione Difesa e della commissione Politiche dell’Unione europea

(altre informazioni su Wikipedia)

Breve profilo biografico

Nato il 7 giugno 1946 a Roma, generale di Corpo d’Armata dell’Esercito; componente della commissione Difesa e della commissione Politiche dell’Unione europea.

Membro sostituto del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa Componente della Delegazione italiana all’Assemblea parlamentare della Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE).

Eletto nella regione Lazio.

Altre info ed ancora

Caserta/ Guardia di Finanza. Arrestato giocatore di calcio per traffico internazionale di stupefacenti


Foto esemplificativa. Si ringrazia TELENEWS/ANSA/DEF per la foto

La Guardia di Finanza di Mondragone del Comando Provinciale Caserta,  pochi minuti fa (ndr.: oggi è il 23 gennaio 2012 ) rende noto che ha individuato, in Alatri (FR), nella mattinata odierna, un cittadino nigeriano giocatore di calcio, destinatario di un provvedimento di custodia cautelare in carcere per traffico internazionale di stupefacenti, emesso dalla Procura della Repubblica di Cagliari.

In particolare, le Fiamme Gialle, dopo laboriose e prolungate ricerche, sono riuscite a risalire all’extracomunitario colpito dal provvedimento di latitanza dopo un attento esame degli elementi in loro possesso e mediante l’incrocio dei dati relativi agli stretti rapporti da questi intrattenuti circa due anni fa con un altro soggetto nigeriano, arrestato dagli stessi finanzieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il calciatore si era reso latitante agli inizi di gennaio di quest’anno, allorquando la Questura di Oristano, coadiuvata dal Commissariato di Castel Volturno (CE), ha eseguito sul territorio campano numerose ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti che operavano, con base in Sardegna, il traffico internazionale di stupefacenti, mediante ovulatori, tra l’Italia, Venezuela, Inghilterra e Olanda.

Nell’ambito dell’organizzazione criminale, L’extracomunitario era stato dapprima assoldato come ovulatore, per poi essere successivamente utilizzato addirittura come “selezionatore” degli ovulatori, con i quali compiva inizialmente alcuni viaggi per verificarne l’affidabilità e la capacità di gestire eventuali situazioni di emergenza.

L’individuo era riuscito a sottrarsi ai provvedimenti di cattura facendo perdere le proprie tracce grazie all’uso di documenti falsi. Successivamente, si era stabilito nella zona del Basso Lazio, riuscendo, grazie alle sue qualità tecniche, ad essere tesserato prima come giocatore.

Tutto questo non ha, tuttavia, potuto impedire il suo rintraccio da parte delle Fiamme Gialle di Mondragone, che, poco prima del fischio di inizio dell’incontro di calcio, sono intervenute negli spogliatoi dello stadio e hanno tratto in arresto il latitante, associandolo al carcere di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Fonte: GdF