Archivi tag: La Repubblica

Kosovo/ Si era dimesso anche il Ministro della Giustizia Hajredin Kuçi. A rischio la libertà di stampa


President of the Republic of Kosovo, Atifete Jahjaga


di Antonio conte – In un articolo non molto recente, ma noi riteniamo ancora di attualità, di Rodolfo Toè (vedi box biografico) apparso su L’Inkiesta lo scorso 27 giugno, si poneva in evidenza il rischio che correva la libertà di stampa in Kosovo.

“La libertà di stampa in Kosovo – scriveva il giovane giornalista ora residente in Sarajevo e corrispondente portale francese ‘Le Courrier des Balkans‘ – è fortemente a rischio dopo la decisione del parlamento del 22 giugno di non modificare due articoli del nuovo Codice Penale che prevedono la reclusione per i giornalisti colpevoli di ‘diffamazione’ e per quelli che si rifiutano di rivelare le proprie fonti“.

“Il Codice, approvato ad Aprile, – si legge ancora nel suo articolo – è stato duramente criticato per queste disposizioni. La Presidentessa della Repubblica, Atifete Jahjaga, ha deciso di accogliere le proteste di giornalisti ed associazioni per la libertà di stampa: dopo aver dichiarato che “il Codice non rispetta la Costituzione” del Paese, Jahjaga ha rinviato il provvedimento al Parlamento, affinché fosse modificato. L’assemblea non è però riuscita ad emendare gli articoli incriminati, per l’opposizione della maggioranza dei votanti”.

“Il Ministro della Giustizia Hajredin Kuçi – secondo il racconto di Rodolfo Toè – ha rassegnato le dimissioni dopo il risultato della votazione, nonostante la legge sia stata scritta direttamente dal Ministero da lui presieduto: ‘ho deciso di dimettermi perché voglio continuare a guardare i giornalisti negli occhi: non voglio essere responsabile della riduzione della libertà di stampa nel mio paese’, ha dichiarato. Mentre il Premier Thaçi si è detto ‘rattristato dal voto’, ed ha confermato ‘di non poter appoggiare, come Primo Ministro, una legge di questo tipo’ “.

“La libertà di stampa resta un tema molto delicato a Priština. – Sentenzia il giovane l’articolista, – Nel 2011 un rapporto dell’UNHCR denunciava ‘la debolezza del potere giudiziario e della società civile’, gli ostacoli maggiori allo sviluppo di una stampa indipendente nel paese. ‘Uno dei principali problemi che i Media devono affrontare in Kosovo’ ha dichiarato Skëmb Qavdarbasha dell’Institute for Policy Development ‘è la pressione di cui i giornalisti sono vittime. Solo lo scorso anno la associazione dei giornalisti in Kosovo ha registrato 27 attacchi, di cui 9 fisici, e 7 casi di minacce gravi. Questi dati sono impressionanti anche perché dimostrano la scarsa volontà delle istituzioni di perseguire i responsabili di questi atti, un fatto indegno per una nazione che vorrebbe dirsi democratica”.

Leggi il resto:

Leggi anche

Roma/ Fori Imperiali. La 66° Festa della Repubblica nelle foto di Giovanna Ranaldo


di Antonio Conte  – Roma, Via dei Fori Imperiali. E’ questa la strada che il 13° Reggimento Carabinieri “Friuli Venezia Giulia” – in questa foto-copertina tra quelle di foto di Giovanna Ranaldo – sta percorrendo al passo di marcia, in silenzio per rispetto delle vittime del terremoto, sotto il Palco delle Autorità. Siamo ancora in un clima di 2 Giugno ed è ancora la Festa della Repubblica di Italia che compie sessantasei anni.

Questi bellissimi scatti emozionano, specie per chi non è potuto essere presente. Veder sfilare questi uomini e queste donne che solo a fronte di uno stipendio si impegnano così tanto per elevare il senso della vita sociale italiana ed affermare la dignità di ciascuno, non è cosa da poco: direi che non è affatto scontato.

Ma forse non è solo loro questa emozione, anche per chi ha svolto il servizio di leva è la stessa: quella della prima marcia. Osservare con il cuore una parata è un momento solenne e che da’ i brividi, in cui si rinnova un giuramento. E’ incredibile che ciascuno, dei visi di chi sta sfilando, abbia la stessa luce e ci si riconosce in quel volto che sembra immobile, ma contiene e orienta lo sguardo marziale di un servitore tenace e ostinato nell’impegno per la difesa dei valori di Unità Nazionale.

Si sappia che una filata militare non è mai un mero sfoggio di colori, mai una povera esibizione di uniformi, e mai  l’ennesimo sventolio di una bandiera al vento. Non è solo esteriorità o peggio non è spreco di danaro pubblico. Queste immagini ufficiali della giornalista Giovanna Ranaldo rendono bene il senso di aderenza alle istituzioni, l’attaccamento al servizio e più ancora rendono qualcosa di autentico e di concreto.

Nelle sue foto sono esaltate le donne e gli uomini che davvero calcano la scena internazionale. In uniforme, sono come ambasciatori, sia pure nel loro piccolo e durante le missioni, che affermano i nostri valori di Patria, la nostra cultura e la nostra umanità.

Ed anche in Patria la loro professionalità non è mai negata. Troppo spesso, purtroppo, sono chiamati per soccorrere altri cittadini in difficoltà, come accade da sempre ed ancora in questi giorni.

Questa 66 Festa della Repubblica non è solo delle Forze Armate, non è solo delle Istituzioni, ma di ogni italiano che vive la Libertà e la Democrazia che essa Repubblica custodisce e difende.

Antonio Conte

Fonte: Ecco il link alle fotografie della giornalista di Giovanna Ranaldo.

Kosovo/ Hoxhaj e Citaku svilupperanno numerosi incontri a Bruxelles


Pristina, 26 febbraio 2012 – Ministro degli Affari Esteri della Repubblica del Kosovo, Enver Hoxhaj e il Ministro per l’Integrazione europea, Citaku è recato a Bruxelles, dove ci si aspetta che avere numerosi incontri con i rappresentanti dell’Unione europea e dei rappresentanti degli Stati membri dell’UE la.

Ministro e Ministro Hoxhaj Citaku avrà anche incontri con decine di ministri degli Affari Esteri di Stati membri dell’Unione Europea! n. In tutti questi incontri saranno informare i funzionari circa la riforma che ha fatto la Repubblica del Kosovo nella costruzione dello stato interno ed esterno, oltre a soddisfare gli standard richiesti per l’integrazione europea.

Ministro e Ministro Hoxhaj Citaku richiederà il sostegno di Bruxelles per il processo di integrazione europea in Kosovo. Si richiederà di avviare il processo per siglare le relazioni commerciali, in forma di rapporti contrattuali tra la Repubblica del Kosovo e l’Unione europea.

Sarà inoltre richiesto da Bruxelles, e da avviare nel più breve tempo possibile, lo studio di fattibilità, per la Repubblica del Kosovo, come una precondizione per la firma dell’accordo di stabilizzazione e Asocimm, come l’unico quadro per l’integrazione della Repubblica del Kosovo nell’Unione europea.

Durante questa visita Hoxhaj Citaku avrà anche incontri con i rappresentanti delle istituzioni europee, e rappresentanti della vita pubblica e politica a Bruxelles.

Fonte: Governo della Repubblica del Kosovo

Siria/ Governo del Kosovo condanna le uccisioni e la repressione in Siria


Questo slideshow richiede JavaScript.

Pristina, 7 febbraio 2012 – Governo della Repubblica del Kosovo, attraverso il Ministero degli Affari Esteri, ha seguito con preoccupazione il corso degli eventi in Siria e condanna le uccisioni e la repressione che il regime siriano sta esercitando sulla popolazione innocente.

La Repubblica del Kosovo sostiene fortemente popolo siriano nella scelta del loro destino senza alcuna riserva e sostiene gli sforzi dei cittadini siriani contro i regimi repressivi. Il Governo del Kosovo, supporta anche le masse! La Lega Araba nei confronti della Comunità internazionale e il regime siriano di smettere di usare al più presto l’estrema violenza e le uccisioni in Siria.

Istituzioni e cittadini della Repubblica del Kosovo sono convinti che molto presto la gente si renderà conto delle intenzioni siriane e vivere in pace e prosperità.

Kosovo/ Hoxhaj visita ufficiale in Germania


Il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica del Kosovo, Enver Hoxhaj, si recherà Domenica per una visita ufficiale in Germania, su invito del Ministro degli Esteri Tedesco, Guido Westerwelle.

Pristina, 15 gennaio 2012 – Lunedì, il Ministro Hoxhaj incontrerà con il Ministro Westerwelle, e dalla diramata dal Governo del Kosovo sembra che gli argomenti su cui si concentrerà l’attenzione sia prorpio sugli sviluppi internazionali del Kosovo, quindi l’approfondimento della cooperazione tra due paesi, ed altri altri processi importanti. Ma l’argomento che aprirà i lavori e con particolare attenzione sarà il processo di integrazione del Kosovo nell’Unione europea.

Il Ministro Hoxhaj terrà incontri anche con altri alti dirigenti dello stato tedesco e con le molte personalità che hanno contribuito e continuano a dare un importante contributo a far avanzare il processo di integrazione del Kosovo.

Durante l’incontro, il Ministro Hoxhaj richiederà la continuazione del sostegno complessivo della Germania per la Repubblica del Kosovo.

Inoltre, il Ministro Hoxhaj, esprimerà l’impegno delle istituzioni del Kosovo per approfondire ulteriormente la cooperazione bilaterale con la Repubblica federale di Germania, come uno dei principali partner strategico dello stato del Kosovo.

Ministro degli Esteri del Kosovo, Enver Hoxhaj, presenterà la Repubblica del Kosovo in altre attività politiche e alto livello accademico, che sarà discussa per i processi di integrazione regionale nei meccanismi di dell’Europa.

 

Fonte: Repubblica del Kosovo