Archivi tag: Apulia

Monopoli/ Pesca illegale. Denunciato subaqueo in cerca di datteri di mare


corpo forestaleLa cattura di questi molluschi, – spiega una nota del Corpo Forestale – rigorosamente vietata, causa la distruzione della scogliera che ne costituisce l’habitat. Sotto sequestro anche l’attrezzatura utilizzata

Un subacqueo emerge dalle acque del litorale di Monopoli e sotterra sotto la sabbia un sacchetto contenente quattro chilogrammi di datteri di mare, appena estratti dalle scogliere con conseguente grave danno ambientale.

Succede esattamente in località Capitolo, comune di Monopoli appunto, a metà strada tra Gargano e Salento e a cogliere in flagrante il “bracconiere di datteri” sono gli agenti del Comando Stazione Forestale di Monopoli.

L’uomo, originario del luogo e già noto per reati analoghi, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bari per danneggiamento, deturpamento e distruzione di bellezze naturali oltre che per pesca illegale.

La quantità di molluschi estratta, seppure esigua, gli avrebbe fruttato probabilmente centinaia di euro di guadagno. Intanto un piccolo tratto della scogliera marina è stato frantumato per catturarli. Infatti i datteri di mare vivono all’interno della roccia calcarea marina e per poterli estrarre è necessario rompere la scogliera, provocando un irreparabile danno ambientale non solo al fondale ma all’intero ecosistema marino.

Il subacqueo ora rischia fino a tre anni di reclusione e ammende fino a 12.000 euro per i reati di danneggiamento ambientale e di “deturpamento e distruzione di bellezze naturali” e per violazioni delle normative che tutelano questi molluschi (Regolamenti Comunitari e uno specifico decreto legislativo del 2012 che ha portato a un inasprimento delle pene).

I datteri di mare (Lithophaga lithophaga), sono dei mitili bivalvi dalla forma di dattero, da cui deriva il nome per sembianze e colore. La loro crescita è estremamente lenta, si calcola che per raggiungere una lunghezza di 5 centimetri sono necessari dai 35 ai 40 anni.

Pesca, detenzione e commercializzazione dei datteri di mare sono rigorosamente vietate.
Sotto sequestro, ad opera dei Forestali, sono finiti oltre ai datteri gli strumenti utilizzati per la pesca, tra cui un grosso martello e una pinza che con ogni probabilità saranno confiscati e avviati a distruzione.

Bari/ Regione. Per i 100 anni della Repubblica d’Albania un ulivo pugliese in dono


Ulivo secolare. (La foto è indicativa)

di EuroPuglia – Un ulivo secolare come l’amicizia tra la Puglia e l’ Albania. È questa la frase apposta sulla targa in bronzo fuso realizzata dal maestro Pietro De Scisciolo, posizionata davanti ad un ulivo pugliese secolare, donato all’Albania in occasione della festa per i cento anni della Repubblica.

L’iniziativa, che intende celebrare gli straordinari rapporti culturali, sociali ed economici tra i due paesi, vede il sostegno di Fiera e Autorità Portuale del Levante, Consiglio Regionale della Puglia e Camera di Commercio di Bari.

L’albero, trasportato al porto di Bari dopo una breve cerimonia in Fiera, sul piazzale antistante l’ingresso orientale del nuovo padiglione, verrà piantato nei giardini del palazzo della Presidenza della Repubblica a Tirana. L’ulivo è stato imbarcato a bordo di un traghetto della compagnia di navigazione Adria Ferries, rappresentata a Bari dall’Agenzia Marittima P. Santelia, che si è accollata gli oneri relativi al trasferimento di andata e ritorno; rispondendo con entusiasmo alla proposta del Presidente dell’Autorità Portuale del Levante Mariani di “aderire all’iniziativa della Fiera del Levante”.

Bari/ Unuci. Imminente la Gara Unuci “Murgia 2012, Castel del Monte”


Gara Unuci “Murgia 2012”

di Antonio Conte – Nelle giornate immediatamente precedenti alla Gara Unuci pugliese e lucana abbiamo rivolto al Delegato Regionale Unuci, il Gen. Amato Mansi alcune domande. Con la consueta cordialità lo stesso sembra abbia gradito l’iniziativa di “Rassegna Stampa Militare”. Anche lo scorso anno siamo stati vicini a questo appuntamento, e vi proponiamo alcune immagini del sottoscritto, relative alla passata edizione. Infine proponiamo un link ad un altro post di “Ra.Sta.Mil”, relativo al programma denominato Murgia 2012 – Castel del Monte. Altre notizie sono state riportate in un recente articolo, dopo la premiazione come secondo classificato del team del Ten. Giuseppe Cianciola, alla Dragon Recon.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

D.: Gen. Mansi, ormai ci siamo, la Gara Militare Murgia 2012 è tra due giorni, come vive questi momenti?

Il prossimo week end sarà di grande impegno per noi della Presidenza. Dopo mesi  di preparazione e di lavoro intenso vedrà la luce la gara per pattuglie militari denominata appunto “Murgia 2012”. Siamo alla XI edizione, abbiamo iniziato in sordina nel lontano 2002, sulla Murgia di Altamura; da allora abbiamo continuato incrementando di anno in anno le difficoltà e ampliando il novero delle prove per richiamare l’attenzione di coloro che vivono con puro spirito di avventura tali competizioni.

D.: Come supplite alle necessità logistiche, formative e dei mezzi necessari a questo importante evento militare pugliese?

R.: Per fare questo abbiamo potuto contare sui concorsi generosamente forniti dal Comandante della Brigata Pinerolo e su un team interno costituito da soci appassionati e forti di grande spirito di sacrificio ed abnegazione. A capo di questo team è una persona straordinaria, si tratta di Giuseppe Cianciola, figlio del compianto collega Vittorio. Questo team, oltre che dedicarsi ad organizzare la gara, partecipa e con successo (vds il 2° posto nell’analoga gara Dragon Recon) alle gare nazionali ed internazionali.

D.:  Ci sono altre organizzazioni che partecipano alla gara di questo fine settimana?

R.: Hanno collaborato  la CRI, lo SMOM e un gruppo di irriducibili amici del cosiddetto “softair”, la disciplina del tiro con emissione di punti di vernice non indelebile. La CRI ha allestito un ‘area con  realizzando un punto coperto ed illuminato con gruppo elettrogeno e tavoli per corretto svolgimento degli esercizi (charly). Lo Smom fornisce assistenza sanitaria.I soci Unuci partecipanti appartengono alla sez. di Bari, di Brindisi e all’Ass. Anget (ufficiali provenienti dalle armi del Genio e Trasmissioni).

D.: Quali sono i momenti importanti di questo evento annuale che Unuci ormai sta consolidando come tradizione? 

R.: La gara inizia nella Caserma Vitrani di via Fanelli venerdì alle ore 13 e proseguirà ininterrottamente sino alle ore 14 del sabato. Inizierà con l’esercizio di salita e discesa nell’area Decathlon di Bari quindi trascorreremo la notte sulla Murgia (il percorso è di 17 km) e concluderemo le prove nel poligono di tiro di Barletta. Le pattuglie partecipanti sono 15 per un totale di 51 pattugliatori (militari in servizio e ufficiali in congedo).

D.: Sappiamo che non è mai successo nulla alla salute e alla integrità dei partecipanti per l’attenzione prestata alla loro sicurezza, ma avete approntato comunque dei presidi sanitari di emergenza?

R.: Certamente, sono infatti a nostra disposizione un medico con ambulanza attrezzata per il primo soccorso e un altro medico su un altro tratto del percorso.

D.: Quali sono i luoghi principali o più noti in cui si svolge la gara?

R.: I luoghi principali sono a dir poco “storici ” ed “esoterici”. Iniziamo dal Castello di Federico (che abbiamo scelto come logo della competizione (e di cui forniremo una copia ad ogni concorrente contenente i dati principali e la storia) e saliremo sulla Murgia più nobile quella di Torre Disperata e M. Caccia che sono le quote più alte sia delle Murge. Infatti torre disperata è alta m.686. Nella parte delle Murge a sud di Fasano, le cosiddette Murge di Taranto le quote sono sensibilmente meno alte.

D.: Come le autorità comunali interessate sono a conoscenza di questa iniziativa Unuci?

R.: Siamo stati autorizzati dall’Ente Parco Alta Murgia e sono stati informati i Commissariati ed i Comandi provinciali e le Stazioni dei Carabinieri dei Centri interessati Andria, Corato, Ruvo, Spinazzola e Minervino. Sono stati informati anche la Vigilanza giurata che presta servizio in loco, la Regione Puglia, il Coordinamento territoriale del C.F.S..

D.: Ci può spiegare meglio se a questa gara possono partecipare anche i soci Unuci di altre sezioni regionali?

R.: Certamente la gara è aperta a tutti i soci Unuci, di ciascuna regione, è un dettaglio importante in quanto favorisce l’amicizia e la conoscenza tra le varie realtà territoriali.

D.: Per la cerimonia finale cosa è stato programmato?

R.: La premiazione avverrà in occasione del 191° anniversario della Pinerolo. Nella Caserma Vitrani. Chi volesse assistervi può inviare i propri dati. Quest’evento voluto fermamente dal sottoscritto segna una tappa importante nel palmares delle attività della Sezione Unuci, che mi auguro tengano in considerazione e soddisfino le esigenze degli iscritti, nessuno escluso. Impegna molto, però contiamo di ottenere risultati condivisi e di ottimo livello, il che ci sprona ad andare avanti.

Bari/ Unuci Puglia e Basilicata. Premiati alla Dragon Recon rilanciano l’Edizione Murgia 2012


Gara Unuci “Murgia 2012”

di Antonio Conte – Non ci dobbiamo di certo meravigliare se diamo notizie di eventi in programma e di cronaca delle attività Unuci di Bari, come di tutte le altre sezioni italiane. E’ nella natura di questo nostro luogo di lettura condividere le informazioni utili al sodalizio tra commilitoni e alla costruzione di valori come l’Amicizia, tipico sentimento che va ben oltre uno stato emotivo. Su tale valore si fonda ogni relazione tra cittadini di tutto il mondo con una visione della vita ottimistica e fiera.

“Rassegna Stampa militare”, unico nel suo genere si propone quindi come organo di raccordo tra la base di militari non più in servizio ed i colleghi militari ancora in forza ed operativi sia sui terreni, nei cieli e nei mari sia esteri che in Patria.

Detto questo riportiamo la breve nota del Gen. Amato Mansi, delegato Unuci Puglia e Basilicata che precisa dei dettagli circa l’esercizio di discesa a corda doppia. E’ prevista per le ore 15.00 di Venerdì 26 Ottobre 2012 sempre nell’area del centro commerciale situato a nord di Bari, lungo la circonvallazione SS16bis. Vedi qui il punto in mappa. Si arrampicheranno circa trena pattugliatori.

Si può notare una installazione alta proprio lungo l’extramurale a scorrimento veloce a tre corsie, altezza della Regione Puglia. L’uscita (n. ) è per Viale Guglielmo Lindemann, strada per Zona industriale di Bari, direzione San Paolo.

L’esercizio di discesa a corda doppia, si inserisce in un programma di formazione per Ufficiali e personale militare in congedo. L’edizione Murgia 2012 è un appuntamento annuale e irrinunciabile per i soci pugliesi e non solo.

Riportiamo anche alcuni risultati per la partecipazione alla gara Dragon Recon da parte della Sezione barese che con “tanta fatica, tanta preparazione – dice il Ten. Cianciola – ha restituito tanto onore”.

Hanno partecipato il C/Ammiraglio Biugini Alessandro, Ten.Zizzo Nicola, Ten-.Biabco Sandro, Ten.Giuseppe Cianciola, 2^ in classifica Assoluta (a 2 punti dai primi). Se segnala inoltre che il team di Bari è stato 1^ per il personale in congedo, 1^ nel tiro a squadre a squadre, 1* nel tiro individuale e primi a pari merito  in altre gare che per opportunità sono stati assegnati agli altri.

Complimenti vivissimi al sodalizio barese Unuci.

Bari/ Edizione 2012. Al via il Master di Giornalismo. Disponibili delle borse di studio


di Antonio Conte – 30 nuove posizioni aperte, e disponibili a metà Settembre, per laureati selezionati attraverso un concorso a esami, le iscrizioni sono riservate per il Master di Giornalismo di Bari organizzato dall’Università degli studi di Bari “Aldo Moro” e dall’Ordine dei Giornalisti della Puglia. Il direttore delle testate del master è Lino Patruno. Il master di Giornalismo di Bari si avvale di docenti universitari specializzati nella comunicazione e di giornalisti professionisti di esperienza.

Dopo tre mesi di frequenza attestata i corsisti vengono iscritti nel registro dei praticanti giornalisti e dopo aver conseguito il diploma del Master si accede all’esame di idoneità professionale nazionale.

Il costo del master è di quattromila euro per ogni anno, e sono previste tre borse di studio da ottomila euro ciascuna istituite da Banca Carime; due di quattromila euro ciascuna dalla presidenza della Facoltà di Scienze della formazione; una di cinquemila euro dalla Biblioteca del Consiglio della Regione Puglia.

Antonio Conte