Archivi tag: tiro

Libano/ Shama. I “caschi blu” italiani per la sicurezza stradale e per il sociale con la cooperazione civile e militare


Shama (Libano), 4 marzo 2014. I caschi blu di ITALBATT su base 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna”, rappresentati dal loro Comandante – Colonnello Claudio Caruso – nella municipalità di Ramadyah, hanno donato dei capi di abbigliamento per la popolazione locale mentre, in quella di Al Mansouri, hanno inaugurato un progetto che riguarda la realizzazione di segnaletica stradale orizzontale e verticale e di rallentatori sul tratto di strada che va dalla base della Task Force di manovra fino alla citata municipalità.

Nella base “Millevoi” di Shama, invece, sono stati ospitati i ragazzi e le ragazze dell’ “Al Hanan Center”, struttura riabilitativa della cittá di Tiro per la cura, l’istruzione e l’integrazione dei giovani diversamente abili. Il Comandante della Joint Task Force Lebanon – Generale di Brigata Maurizio Riccò e il personale del Gruppo Supporto di Aderenza (CSS BN – Combat Service Support Battalion), su base 1° Reggimento Trasporti, rappresentato dal Colonnello Mario Stefano Riva, hanno aperto le porte della sede a 15 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 21 anni, ai loro genitori e agli educatori del Centro. Nel corso dell’incontro, svoltosi all’insegna della gioia e dell’allegria, è stato inoltre donato all’Istituto del materiale didattico, in collaborazione con la delegazione di Verona del Sovrano Militare Ordine di Malta.

OF 3 Fabiano FELICIANI 
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

 

Libano/ Shama. Conferenza sulla Stabilità e Sicurezza


Shama (Libano), 26 febbraio 2014. – Si è chiusa, nei giorni scorsi, la Conferenza internazionale denominata “New City Safe City – territory of peace”, tenutasi nella Rest House di Tiro, alla quale hanno partecipato numerose Autorità locali e rappresentanti di diversi Stati del bacino del Mediterraneo.

Nel corso della Conferenza, che  ha rappresentato spunto per definire le modalità e i progetti finalizzati alla creazione di aree urbane capaci di offrire migliori condizioni economico – sociali attraverso misure mirate alla sicurezza,  il Comandante del Settore Ovest (JTF-L – Joint Task Force Lebanon), su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, Generale di Brigata Maurizio Riccò, ha illustrato le iniziative, i progetti ed i risultati ottenuti dai caschi blu italiani che, tra l’altro, stanno portando a compimento un’intensa fase di addestramento congiunto con le Forze Armate Libanesi (LAF) volto a favorire l’integrazione e la sinergia tra le unità e a mantenere la stima, nei confronti dei militari italiani, della popolazione locale.

OF 3 Fabiano FELICIANI
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

 

Libano/ Shama. Le Forze Armate Libanesi esprimono apprezzamento per il lavoro dei “Caschi Blu” italiani


Shama (Libano), 20 febbraio 2014. Il Comandante in Capo delle Forze Armate Libanesi, Gen. Jean Kahwagi, ha espresso il proprio apprezzamento ai Caschi Blu italiani sottolineando come “l’Italia sta svolgendo il proprio mandato, non solo con lo scopo di supportare le Forze Armate Libanesi, ma anche a favore della popolazione locale, operando con grande professionalità, entusiasmo, sacrificio e altissimo senso di responsabilità” nel pieno rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

La ricompensa ufficiale è stata consegnata  nel corso di una cerimonia presso il Comando delle Forze Armate Libanesi (LAF) di Tiro,  al Comandante del Contingente italiano e del Settore Ovest, su base Brigata “Granatieri di Sardegna” – Generale di Brigata Maurizio Riccò – dal Comandante del Settore Sud del Libano (SLS – South Litani Sector) – Brigadier General Charbel Abou Khalil, per il supporto fornito dai Caschi Blu italiani che, operando a stretto contatto con l’esercito libanese, hanno condotto attività congiunte di carattere operativo tra le quali pattuglie, corsi di medical care e di controllo della folla, familiarizzazione con i materiali radio, coordinandosi sinergicamente fino ai minimi livelli.

A conclusione della cerimonia, la donazione di una sala attrezzi e la consegna della palestra sportiva ristrutturata, finanziati con fondi nazionali, ai militari libanesi del Settore Sud.

OF 3 Fabiano FELICIANI
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

 

Libano/ Shama. La Sicurezza e la Stabilità spiegata dai ‘Caschi Blu’ Italiani


Shama (Libano), 17 febbraio 2014. – Nell’ambito della Conferenza internazionale denominata “New City Safe City – territory of peace”, che si è tenuta nella sua fase di apertura alla Rest House di Tiro nel settore italiano, il Comando congiunto del Settore Ovest (JTF-L – Joint Task Force Lebanon), su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, ha spiegato come opera per garantire la stabilità e la sicurezza nell’area di responsabilità.

La Conferenza ha visto la partecipazione oltre al Comandante del Settore – Generale di Brigata Maurizio Riccò – in rappresentanza di UNIFIL, del Sindaco della Municipalità di Tiro – Eng. Hassan Dbouk, il Console onorario d’Italia – Eccellenza Ahmad Seklawi, rappresentanti della Regione Autonoma della Sardegna, del Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Sicilia, del Comune di Latina oltre che Autorità greche, tunisine e giordane.

Scopo, dell’incontro è stato quello di definire le modalità e i progetti per creare aree urbane capaci di offrire migliori condizioni economico – sociali attraverso misure mirate alla sicurezza e alla stabilità.

A riguardo, il Generale Riccò durante la sua presentazione ha rimarcato il contributo in termini di personale e fondi per i progetti CIMIC fornito dai caschi blu italiani, soffermandosi sugli aspetti favorenti la sicurezza nel settore ovest tra cui l’assistenza alle Forze Armate Libanesi.

OF 3 Fabiano FELICIANI 
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

Libano del sud/ Shama. Attività CIMIC del contingente italiano


Shama (Libano), 31 gennaio 2014. Proseguono le attività di cooperazione civile e militare dei Caschi Blu italiani, su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, in favore della popolazione del Libano del Sud.

Nei giorni scorsi personale del Combat Service Support Battalion, per la maggior parte composto da personale del 1° Reggimento Trasporti di Bellinzago Novarese,  ha avviato presso il Mosan Centre di Tiro, Istituto per bambini con disabilità intellettive, il progetto “Muovilandia” che si pone, come obiettivo primario, quello di far apprendere a 20 bambini diversamente abili, in età compresa tra i sei e gli undici anni, i fondamenti del Judo e del Karate e, più in generale, quelli che sono i gesti motori di base.

Una semplice cerimonia, presieduta dal comandante del CSS Bn – col. Mario Stefano Riva –  e dal direttore del Mosan Centre –  dr. Mohamed Chafraddine – ha dato avvio al corso che è iniziato con la consegna ai bambini dei karategi.

Infine, una vera e propria “operazione congiunta” ha avuto luogo nell’Area di Responsabilità della Joint Task Force Lebanon – South East a guida spagnola dove, su richiesta di una Organizzazione non governativa libanese (Jouzour Loubnan), il contingente italiano, quello spagnolo e quello francese, con il patrocinio delle rispettive Ambasciate e in stretta collaborazione con le Forze Armate libanesi, hanno condotto un’attività di rimboschimento lungo le colline prospicienti la catena del Monte Hermon, piantando ben duemila alberi che contribuiranno a migliorare l’assetto idrogeologico e ambientale dell’area.

OF 3 Fabiano FELICIANI
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it