Archivi tag: Combat Service Support Battalion

Libano del sud/ Shama. Attività CIMIC del contingente italiano


Shama (Libano), 31 gennaio 2014. Proseguono le attività di cooperazione civile e militare dei Caschi Blu italiani, su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, in favore della popolazione del Libano del Sud.

Nei giorni scorsi personale del Combat Service Support Battalion, per la maggior parte composto da personale del 1° Reggimento Trasporti di Bellinzago Novarese,  ha avviato presso il Mosan Centre di Tiro, Istituto per bambini con disabilità intellettive, il progetto “Muovilandia” che si pone, come obiettivo primario, quello di far apprendere a 20 bambini diversamente abili, in età compresa tra i sei e gli undici anni, i fondamenti del Judo e del Karate e, più in generale, quelli che sono i gesti motori di base.

Una semplice cerimonia, presieduta dal comandante del CSS Bn – col. Mario Stefano Riva –  e dal direttore del Mosan Centre –  dr. Mohamed Chafraddine – ha dato avvio al corso che è iniziato con la consegna ai bambini dei karategi.

Infine, una vera e propria “operazione congiunta” ha avuto luogo nell’Area di Responsabilità della Joint Task Force Lebanon – South East a guida spagnola dove, su richiesta di una Organizzazione non governativa libanese (Jouzour Loubnan), il contingente italiano, quello spagnolo e quello francese, con il patrocinio delle rispettive Ambasciate e in stretta collaborazione con le Forze Armate libanesi, hanno condotto un’attività di rimboschimento lungo le colline prospicienti la catena del Monte Hermon, piantando ben duemila alberi che contribuiranno a migliorare l’assetto idrogeologico e ambientale dell’area.

OF 3 Fabiano FELICIANI
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

Libano del Sud/ Shama. Attività di solidarietà del contingente italiano


Shama (Libano), 20 gennaio 2014. Sabato scorso, i militari della Joint Task Force Lebanon su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, hanno organizzato diversi eventi sia a favore della popolazione locale che di carattere operativo.

Nel corso della mattina, un gruppo di 31 bambini, di età compresa tra i 5 e i 15 anni, della “School of Children with Special Needs” di Ayta Ash Sha’b, accompagnati dai rispettivi insegnanti, è stato accolto dai caschi blu italiani del Combat Service Support Battalion, per la gran parte composto da militari del 1° Reggimento Trasporti di Bellinzago Novarese, e ha varcato i cancelli della base “Millevoi” di Shama per trascorrere alcune ore all’insegna della solidarietà e della fratellanza.

Infine, presso la base UN P 1-26 di ITALBATT, unità di manovra del Sector West su base 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna”, è stata inaugurata, alla presenza dell’Head of Mission e Force Commander, Generale di Divisione Paolo Serra, del comandante del Settore Ovest, Generale di Brigata Maurizio Riccò e della Dott.ssa Izumi Nakamitsu, direttrice della Divisione Asia e Medio-Oriente del Dipartimento delle operazioni di Peacekeeping delle Nazioni Unite in visita ai contingenti in Libano, una mostra fotografica a favore dei giovani artisti fotografi della provincia di Tiro, capaci di immortalare, attraverso il loro obiettivo, le peculiarità della loro terra.

OF 3 Fabiano FELICIANI
Public Information Office Chief
Italian Contingent Spokeperson
UNIFIL Sector West
swhq.pio.chief@leonte.esercito.difesa.it

 

Libano/ Il 6° REMA subentra al Battaglione Logistico “Ariete”


Shama, 28 novembre 2012 – 3600 passeggeri trasportati, 46000 km percorsi in tutto il Libano, 500 tonnellate di materiali movimentati e diversi progetti di cooperazione civile-militare condotti, dopo 6 mesi di intenso lavoro il Battaglione Logistico “Ariete” lascia la responsabilità del supporto logistico della missione “Leonte”  al 6° RE.MA, (Reggimento di Manovra) unità di stanza a Pisa ed alle dipendenze del Comando Logistico di Proiezione.

Il Tenente Colonnello  Alessandro Lorenzetti,  in presenza  di autorità civili e militari libanesi e davanti ai rappresentanti delle nazioni che partecipano alla Missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) ha ceduto il comando del CSS Bn (Combat Service Support Battalion) al Colonnello Loris Capradossi.

Il passaggio di consegne tra i due comandanti è stato salutato dal comandante del Sector West, il Generale Antonio Bettelli che ha sottolineato l’importanza della logistica nelle operazioni militari, sia a sostegno di queste che per le popolazioni locali.

La bandiera di guerra del 6° RE.MA. ha già partecipato a differenti missioni all’estero quali la Somalia, il Kosovo, l’Iraq, l’Afghanistan e torna per la seconda volta nel sud del Libano.