Archivi tag: italiani

Kosovo/ I militari italiani in Kosovo sostengono l’Associazione dei non vedenti di Gjakova


PRISTINA\ aise\ – Il Colonnello Pilota Franco Trozzi, nell’ambito della cooperazione volta a consolidare i rapporti con la comunità kosovara e, in particolare, con quella della città di Gjakova, ha effettuato una visita all’Associazione dei non vedenti di Gjakova.

Il Colonnello è stato accolto dal Sig. Shaip Kastrati, Presidente dell’associazione, che nel corso della visita ha illustrato le attività svolte dall’associazione e ha mostrato i vari progetti in corso volti a migliorare la socializzazione dei non vedenti della provincia di Gjakova.

Particolare interesse ha riscosso l’illustrazione e la spiegazione delle regole del gioco del calcio per non vedenti nonché l’attrezzatura necessaria a svolgere le relative partite.

Nell’occasione, è stato donato un contributo monetario raccolto spontaneamente dal personale della TFA, volto a favorire l’aggiornamento degli strumenti di lettura in braille.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, una rappresentanza del personale della TFA ha consegnato una sedia a rotelle ad una donna che aveva visto amputata la gamba destra a causa del diabete. La cerimonia di consegna si è svolta nel corso di una visita presso l’abitazione della famiglia. (aise)

Roma/ Carabinieri. Scuola occupata abusivamente a Primavalle: 115 persone denunciate.


Dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma si apprende che ieri 19 gennaio 20121, alle ore 18:00, i Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere con la collaborazione dei Carabinieri delle Compagnie Roma EUR, Roma San Pietro, Roma Parioli e della Compagnia Carabinieri Intervento Operativo dell’8° Reggimento Lazio hanno condotto un’attività di controllo straordinario a Primavalle, presso una scuola occupata abusivamente dal 2001 da cittadini in prevalenza extracomunitari.

All’interno della struttura sono state identificate 115 persone che verranno denunciate a piede libero per occupazione abusiva di edifici. Si tratta per lo più di cittadini marocchini, con una presenza significativa anche di cittadini romeni. Trovati, anche se in minoranza, italiani, polacchi, algerini, eritrei, etiopi, egiziani, e cittadini del bangladesh.

Dei 115, 22 sono risultati già conosciuti alle Forze dell’Ordine, tra cui 1 cittadino italiano è risultato essere anche agli arresti domiciliari.

Fonte: Comunicato Stampa dei Carabinieri

Pirateria/ Dirottata forse in Somalia la nave italiana sequestrata dai pirati


Pubblicato in data 27/dic/2011 da  – http://it.euronews.net/ Risale ormai a quasi ventiquattro ore l’ultimo contatto con la nave italiana sequestrata dai pirati, probabilmente somali, nel mare Arabico.

All’alba di ieri, il comandante Agostino Musumeci, mentre avvertiva di essere stato attaccato al largo dell’Oman, aveva assicurato “stiamo tutti bene”.

Ma l’apprensione è tanta.

Libano/ Caschi Blu Italiani. Il Comandante COI in visita alla ‘Blue Line’


Questo slideshow richiede JavaScript.

Joint Task Force Lebanon – Sector West HQ

Shama, 06 dicembre 2011, Libano del Sud. – Il Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze, Generale di Corpo d’Armata Giorgio Cornacchione, ha visitato il Contingente Italiano, operante sotto l’egida delle Nazioni Unite, impegnato nell’Operazione “Leonte XI” al Comando del Generale di Brigata Carlo Lamanna.

Al suo arrivo il Gen. C.A. Cornacchione ha avuto modo di salutare tutti i militari italiani presenti nella base di Shama ai quali ha espresso il suo apprezzamento per la delicata attività sino ad oggi  svolta.

Durante la sua permanenza in Libano ha avuto modo di visitare le basi avanzate occupate dal Contingente nazionale lungo la “Blue Line” (attuale  limite armistiziale che divide Libano e Israele) e le basi distaccate di Ma’raka, Zibquine e di Al Mansouri.

Nel corso della visita, durata due giorni, il Gen. Cornacchione ha potuto apprezzare direttamente sul terreno anche il lavoro svolto dal Genio Guastatori.

L’attività di sminamento, condotta dai genieri  lungo la Blue Line, è di fondamentale importanza per  consentire il collocamento dei cosiddetti “Blue Pilar” destinati a materializzare sul terreno la linea armistiziale.

Afghanistan. Video/ Morti tre soldati italiani ad Herat


Caricato da biboeugene in data 23/set/2011 – Il tenente dei lagunari di Venezia, Riccardo Bucci, il caporal maggiore scelto Mario Frasca, in servizio al Comfoter di Verona e il caporal maggiore Massimo Di Legge del Raggruppamento Logistico centrale di Roma hanno perso la vita, sulla strada, ad Herat.