Archivi tag: Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Bari, Alta Murgia/ Settimo Bersaglieri. Esercito per l’Ambiente: ancora una EcoDay per la bonifica del Parco dell’Alta Murgia


Bari, 17 giugno 2014 – La Brigata “Pinerolo”, ad un mese esatto dall’ultima attività di bonifica ecologica delle aree che insistono nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ritorna sul terreno con l’organizzazione di un’ulteriore giornata “Eco-day” a conferma della sensibilità per la tutela dell’ambiente

Questa mattina, circa 70 soldati del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, dell’82° Reggimento fanteria “Torino” di Barletta e dell’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia , con l’utilizzo di mezzi speciali dell’ Esercito, hanno bonificato una vasta area dell’Alta Murgia; in particolare, gli itinerari che collegano masseria Poveravita, masseria Giberna e, questa ultima, con masseria Senarico di Massaro. Inoltre, sono stati bonificati i percorsi che collegano masseria Tarantini con masseria Zecchinello.

L’operazione di bonifica ha consentito di sgombrare vaste aree con rifiuti e materiale vario ed evitare il rischio di agevolare principi d’incendi lungo gli itinerari del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

L’intervento ambientale ha interessato gli agri di Corato, Gravina in Puglia, Ruvo di Puglia e Spinazzola e ha consentito di raccogliere oltre 3500 Kg di rifiuti di vario genere, particolarmente significativo il quantitativo di stoviglie e bottigliette di plastica raccolte, materiale ferroso di ogni genere, carta e indumenti e molto altro ancora che era stato abbandonato in discariche occasionali non autorizzate. Tutti i rifiuti, opportunamente differenziati dai militari, sono stati, successivamente, conferiti in discarica.

I militari della Pinerolo, con la loro costante presenza in queste aree, rappresentano la volontà  dell’Esercito Italiano a difendere l’ambiente con attività concrete di bonifica, e partecipare attivamente al contrasto dei reati ambientali e degli incendi, che in questo periodo dell’anno possono essere pericolosi e di vaste dimensioni. Questa continuità di attività sul territorio ha fatto registrare la progressiva  riduzione dell’abbandono dei rifiuti e un incremento di aree più pulite e protette.

L’Esercito, quale risorsa del paese, è sempre pronto ad intervenire per le esigenze del territorio mettendo in evidenza le ottime capacità duali, quindi non solo in attività tipicamente militari, ma anche in attività di pubblica utilità.

n.o.

Andria/ Poligono “Torre di Nebbia”. Il Comandante COMFOTER in visita alla “Pinerolo” impegnata nella “Lux Ignis”


Poligono di Torre di Nebbia, 13 maggio 2014Ieri, il Comandante delle Forze Operative Terrestri, Generale di Corpo d’Armata Roberto Bernardini, ha presenziato a una serie di attività addestrative significative nell’ambito della Esercitazione “LUX IGNIS III” svolta dalla Brigata “Pinerolo” nel Poligono occasionale di Torre di Nebbia.

L’attività in poligono, che si è sviluppata nell’arco di circa quattro settimane, era mirata al raggiungimento degli obiettivi addestrativi a premessa dell’immissione dell’unità nel Teatro Operativo libanese.

Tra le numerose attività svolte, di particolare rilievo  quelle condotte dal reggimento “Lancieri di Montebello” (8°) con personale a cavallo e dal Centro Militare Veterinario dell’Esercito  con le unità cinofile Mines Detection Dogs (MDD), cani specializzati nella ricerca di esplosivi impiegati con successo ormai da un decennio in tutte le missioni dell’Esercito Italiano.

All’esercitazione era presente una delegazione di parlamentari del Movimento 5 Stelle.

n.o.

Ruvo di Puglia/ Poligono “Torre di Nebbia”. Esercitazione “Lux Ignis III” e a seguire Ecoday nel Parco Nazionale


Torre di Nebbia, 17 maggio 2014 – La Brigata “Pinerolo” impegnata nell’esercitazione “Lux Ignis III”, nel poligono occasionale di Torre di Nebbia (BA), per la verifica e il mantenimento dello standard di prontezza operativa delle proprie unità,  conferma la sensibilità  per la tutela dell’ambiente con l’organizzazione di una seconda giornata “Eco-day”.

Questa mattina circa 60 soldati, con l’utilizzo di 10 automezzi, hanno bonificato una vasta area del bosco in prossimità di masseria Poveravita, che insiste nell’agro di Gravina in Puglia e Ruvo di Puglia, e di alcune discariche abusive individuate sugli itinerari del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

L’attività è stata effettuata con la collaborazione del Comune di Ruvo di Puglia e con la partecipazione del Corpo Forestale dello Stato.

Durante lo svolgimento della bonifica i militari sono stati avvicinati da alcuni turisti che hanno espresso il loro  convinto apprezzamento sia  nell’impegno a tutela dell’ambiente sia per la maggiore sicurezza garantita dalla loro presenza. Testimoniato, inoltre, il sentimento di sicurezza che scaturisce dalla presenza nell’area di personale militare. Infine hanno collaborato a indicare alcune aree con  rifiuti abbandonati incontrate durante la loro escursione, le stese aree sono state bonificate dai militari a fine giornata.

All’eco day avrebbe dovuto partecipare una scolaresca di Ruvo di Puglia che a causa delle condizioni metrologiche avverse ha rimandato l’intervento a un’altra data.

Questo impegno ha consentito di raccogliere oltre 2500 Kg di rifiuti di vario genere, un significativo quantitativo di pneumatici di varia grandezza, taniche di pittura, materiale ferroso di ogni genere e molto altro ancora che era stato abbandonato in discariche occasionali non autorizzate. Tutti i rifiuti, opportunamente differenziati dai militari, sono stati, successivamente, conferiti presso la ditta A.S.I.P.U. di Corato.

Con l’occasione la Banda della Brigata Pinerolo, lunedì  19 maggio alle ore 19:00, si esibirà in un concerto a Ruvo di Puglia presso la scuola G. Povio a suggello della collaborazione con il Comune stesso.

Questa collaborazione tra istituzioni dello Stato è un esempio di lavoro sinergico a difesa dell’ambiente e del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e di deterrenza per contrastare i reati ambientali.

L’Esercito, quale risorsa del paese, è sempre pronto ad intervenire per le esigenze del territorio in attività di pubblica utilità.

n.o.

Spinazzola/ Poligono “Tor di Nebbia”. Addestramento nel rispetto dell’ambiente nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia


Torre di Nebbia, 10 maggio 2014 – La Brigata “Pinerolo” impegnata nell’esercitazione “Lux Ignis III”, nel poligono occasionale di Torre di Nebbia (BA), per la verifica e il mantenimento dello standard di prontezza operativa delle proprie unità, conferma la sensibilità per la tutela dell’ambiente con l’organizzazione della giornata “Eco-day”.

Ieri mattina, circa 50 soldati  hanno bonificato l’area del Bosco Sabini, che insiste nell’agro di Spinazzola, e di alcune discariche abusive individuate sugli itinerari del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

L’attività è stata effettuata con la collaborazione del Comune di Spinazzola e con la partecipazione del Corpo Forestale dello Stato.

Questo impegno ha consentito di raccogliere oltre 250 Kg di rifiuti di vario genere, svariati pneumatici di varia grandezza, filtri olio per motori, taniche di pittura, materiale ferroso di ogni genere e molto altro ancora che era stato abbandonato in discariche occasionali non autorizzate. Tutti i rifiuti, successivamente, sono stati conferiti presso la ditta A.S.I.P.U. di Corato.

Con l’occasione, la Banda della Brigata Pinerolo ha effettuato, nella serata, un concerto a Spinazzola nella  sala Innocenzo XII riscuotendo un grande successo a suggello della collaborazione con il Comune stesso.

Questa collaborazione tra istituzioni dello Stato è un esempio di lavoro sinergico a difesa dell’ambiente e del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e di deterrenza per contrastare i reati ambientali.

L’Esercito, quale risorsa del paese, è sempre pronto ad intervenire per le esigenze del territorio in attività di pubblica utilità.

Bari/ Brigata “Pinerolo”. Un riferimento Nazionale per le Forze Armate del Futuro


Barletta, 12 marzo 2014 – Si è svolto ieri, alla presenza del Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa, Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Lops, presso la Caserma “Stella” di Barletta sede del 82° Reggimento Fanteria “Torino”, il 3° Seminario organizzato dalla Brigata “Pinerolo” dal titolo “Logistica e Digitalizzazione delle Forze Medie”.

Il Seminario, concepito con il patrocinio dello Stato Maggiore Esercito ha avuto lo scopo di fornire un punto di situazione sullo stato di implementazione del progetto “Forza NEC” (Network Enabled Capability), ponendo in evidenza gli aspetti logistici e quelli tecnici della digitalizzazione, nell’ambito del graduale processo di trasformazione della Brigata “Pinerolo” nella prima unità Digitalizzata d’Italia.

La presenza del Generale di Divisione Mario Ruggiero, già Comandante della Brigata a Bari, nel periodo 2011-2012, oggi Capo Reparto Logistico dello Stato Maggiore Esercito, ha permesso di affrontare e risolvere in tempo reale molte delle problematiche trattate relativamente all’incremento dell’efficienza dei mezzi corazzati su 8 ruote motrici “VBM Freccia” (mezzo diffusamente utilizzato dall’Esercito nei teatri operativi come l’Afghanistan), all’impiego e verifica del Posto Comando Digitalizzato.

La platea ha visto una nutrita presenza di esperti del settore, provenienti sia dal mondo militare con rappresentanti dello Stato Maggiore Difesa e delle altre Forze Armate sia dall’industria civili con rappresentanti delle maggiori società e aziende (IVECO, OTOMELARA, SELEX, LARIMART).

L’evento ha rappresentato un momento di confronto, in termini dialettici, del processo di moderna crescita globale della Brigata “Pinerolo” unica assegnataria di queste capacità e di relativi importanti investimenti rivolti alle unità dislocate sul territorio pugliese.

Durante il seminario, è stato sottolineato, inoltre, che l’Esercito considera di fondamentale importanza il progetto che vede la “Pinerolo” al centro delle attenzioni da parte sia dei vertici militari sia del settore industriale civile.

Pertanto, la disponibilità di aree addestrative, come il poligono di Torre di Nebbia, all’interno di una parte del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, resta quindi un fattore indispensabile per il soddisfacimento delle necessità addestrative in Puglia per ottenere la garanzia di sicurezza di impiego dei soldati nelle operazioni dentro e fuori il territorio nazionale.

Grazie all’introduzione della tecnologia, alla maggiore disponibilità dei materiali ed alla possibilità di sviluppare tematiche addestrative complesse, tutto questo conferirà alla Brigata Pinerolo un potenziale operativo ancor più rilevante, ampliandone decisamente la gamma d’impiego negli scenari operativi presenti e futuri.