Archivi tag: Gen. Amato Mansi

Bari/ Conferenza UNUCI: “La centuria alata – Trasvolate atlantiche”


testata-rsm-gli-speciali

Lucia Crisitina Larocca
Lucia Crisitina Larocca
ph Antonio Conte
ph Antonio Conte

Testo di Lucia Cristina Larocca e Foto di Antonio Conte – E’ stata una conferenza densa di contenuti interessanti e approfondimenti tematici sulle celebri crociere aeree atlantiche quella svoltasi lunedì 28 gennaio 2013 a Bari, presso la Sala Consiliare del Palazzo di Città, dal titolo: “La centuria alata – Trasvolate atlantiche”.

L’incontro, avvenuto alla presenza di autorità civili, militari e culturali, è stato organizzato dalla Sezione UNUCI di Puglia e Basilicata e ha avuto come moderatore il Gen. Amato Mansi, Delegato della stessa, e come relatore il Gen. Giovanni Mazzone, ora socio UNUCI, figura di rilievo dell’Aeronautica Militare Italiana, che ha ricoperto nel corso della sua lunga carriera militare numerosi e prestigiosi incarichi professionali. L’idea di approfondire la storia delle trasvolate nasce in principio, come specificato all’apertura dei lavori, dall’interesse del relatore per il ruolo e le vicende di un brillante trasvolatore solitario, Carlo Del Prete.

Corredando la sua esposizione con una serie di diapositive, memorabili filmati e fotografie, il Gen. Mazzone ha introdotto la storia delle crociere atlantiche, spiegando al pubblico come sono nate e come si sono evolute, soffermandosi in particolare sulla storia di quella che è stata la crociera clou, ovvero la “Crociera atlantica del Decennale”. Essa si tenne, come ben noto, nel 1933, a partire dal 1° luglio al 12 agosto, allo scopo di celebrare i primi dieci anni della costituzione della Regia Aeronautica e fu la seconda ed ultima crociera transatlantica di massa.

L’impresa della doppia traversata dell’Atlantico settentrionale è considerata ancora oggi una delle più grandi imprese aeronautiche di tutti i tempi, un «qualcosa di grande, epico ed eccezionale». Venne compiuta in formazione da due stormi di idrovolanti e organizzata, con fervente impulso, dal giovanissimo ministro dell’Aeronautica dell’epoca, Italo Balbo.

Partecipò alla straordinaria crociera anche un insigne pilota barese, Jacopo Calò Carducci, il cui ricordo delle eccezionali imprese aviatorie svolte è ancora oggi un punto di riferimento. A lui fu assegnato il ruolo più difficile della crociera, uno di quei posti che si affidano ai più abili ed autorevoli aviatori: quello dell’ultima fila della formazione. Ebbe dunque un incarico delicato, generalmente riservato a piloti particolarmente capaci ed addestrati a resistere di fronte a qualsiasi evenienza durante il volo. La Città di Bari ha onorato la memoria dell’eroe e alfiere Calò Carducci con diverse targhe e lapidi, intitolando inoltre al suo nome l’Aeroporto Militare di Bari, una via nella parte storica della Città e l’Istituto Superiore Tecnico Aeronautico “Euclide”.

Più che occasione di propaganda, come spesso ritenuto, in realtà, nel pensiero dei loro ideatori, «queste crociere volevano dimostrare – e lo mostrarono pienamente – la possibilità di un collegamento stabile tra l’Europa e l’America», ha sottolineato con enfasi il Generale. «Non furono quindi un’esaltazione della potenza militare della giovane Aeronautica Militare, che aveva appena 10 anni, ma esse furono condotte da piloti militari su idrovolanti militari e aprirono così la strada ai voli commerciali fra il Vecchio e il Nuovo Continente».

Per quel centinaio di uomini che compirono la “Crociera atlantica del Decennale”, con esattezza 115 trasvolatori atlantici, fu appositamente ideato un nuovo distintivo, caratterizzato dalla lettera “A”. L’appellativo di “Centuria Alata” a loro dedicato fu coniato proprio dal Generale Balbo, il quale raccontò successivamente tutti gli avvenimenti legati alla doppia traversata nella sua opera omonima.

Il celebre autore, pioniere dell’aviazione e valoroso condottiero, descrisse con acribia le peripezie, i vari passaggi e le trionfali tappe – senza tralasciare paure e ansie – di quegli ardimentosi trasvolatori che partirono da Orbetello e giunsero sino a Chicago, percorrendo circa 19.900 chilometri, in poco oltre 94 ore di volo. La formazione era composta da 24 idrovolanti SIAI Marchetti S.55X (essendone stato uno perso in seguito al drammatico incidente delle Azzorre) divisi in 8 squadriglie, con a bordo complessivamente 52 ufficiali piloti, 1 ufficiale ingegnere e 62 sottufficiali specialisti. Giunti in America, le varie autorità riservarono un’accoglienza trionfale ai nostri trasvolatori. Il clamore dell’impresa fu enorme. Tra le curiosità si ricorda che Balbo fu lì nominato dagli indiani Sioux capo e battezzato con il nome di “Aquila Vittoriosa”.

Secondo il Gen. Mazzone, «la “Crociera del Decennale” rappresentò il momento di maggior prestigio dell’Aeronautica Militare di allora e scatenò una ventata di orgoglio nazionale che accumulò gli italiani, sia in Italia che in tutto il mondo – ove vi erano i nostri immigrati – e soprattutto negli Stati Uniti». L’impresa fu celebrata nei giornali e l’immagine degli idrovolanti ‘planò’ persino su alcune scatole di cioccolatini Perugina dell’epoca, nonché sui francobolli.

In particolare, ha osservato il Generale, «in tutti i paesi del mondo venne evidenziata l’elevata tecnologia del nostro marchio e lo spirito dalle grandi capacità organizzative dei nostri piloti». Grazie al potenziamento dell’industria aeronautica, esortato dall’allora ministro Balbo, l’Italia fu ammirata e notevolmente apprezzata all’estero, in special modo per «la perfezione delle sue macchine e per il coraggio dei suoi aviatori», conquistando così il primo posto anche nella classifica dei primati di volo.

Soffermandosi sulle principali tappe delle crociere atlantiche, il Generale ha illustrato la preparazione alla crociera, i requisiti dei piloti, le particolarità dell’addestramento – svolto con intensa preparazione atletica –, l’organizzazione delle trasvolate e alcune caratteristiche tecniche degli idrovolanti e delle loro attrezzature di bordo.

Particolare partecipazione è stata suscitata dall’intervento e la testimonianza di Angela Calò, figlia dell’eroe barese sopraccitato, che ha raccontato alcuni episodi della vita del compianto padre, mostrando al pubblico foto, immagini e ricordi del prestigioso trasvolatore tragicamente scomparso il 27 aprile 1939 a seguito di un incidente di volo. Di quella sciagura aerea avvenuta nei cieli di Tripoli nessuna traccia dell’equipaggio e nessun rottame dell’apparecchio furono rinvenuti, né in mare, né sulla terra.

Il discorso si è poi concluso con la proiezione di un emozionante filmato commemorativo sulle note della canzone “Ama, credi e vai”, interpretata dal tenore Andrea Bocelli, e sulle immagini delle lapidi che si ergono ad Orbetello, località in cui gli Atlantici si erano brillantemente formati. In quei luoghi, gli eroi di cui si è parlato sono ricordati, per la loro appassionata dedizione al servizio e al dovere, nella commovente frase impressa sul freddo marmo: “La terra non li accolse, il mare non li restituì”.

A chiusura dei lavori il relatore ha ringraziato tutti gli intervenuti, i soci e i partecipanti, ha espresso riconoscenza per l’ospitalità concessa dal Comune di Bari per tramite dell’assessore Santarsiero, nonché del prezioso contributo profuso dal socio Unuci Saverio Gualtiero D’Alonzo. Il Gen. Mazzone ha formulato poi sentimenti di gratitudine a tutti i componenti del comitato organizzatore. Di seguito, il Gen. Giuseppe Picca, presidente dell’Associazione “Nastro Azzurro” di Bari, ha rivolto infine un deferente saluto al pubblico presente.

Bari/ Unuci. Imminente la Gara Unuci “Murgia 2012, Castel del Monte”


Gara Unuci “Murgia 2012”

di Antonio Conte – Nelle giornate immediatamente precedenti alla Gara Unuci pugliese e lucana abbiamo rivolto al Delegato Regionale Unuci, il Gen. Amato Mansi alcune domande. Con la consueta cordialità lo stesso sembra abbia gradito l’iniziativa di “Rassegna Stampa Militare”. Anche lo scorso anno siamo stati vicini a questo appuntamento, e vi proponiamo alcune immagini del sottoscritto, relative alla passata edizione. Infine proponiamo un link ad un altro post di “Ra.Sta.Mil”, relativo al programma denominato Murgia 2012 – Castel del Monte. Altre notizie sono state riportate in un recente articolo, dopo la premiazione come secondo classificato del team del Ten. Giuseppe Cianciola, alla Dragon Recon.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

D.: Gen. Mansi, ormai ci siamo, la Gara Militare Murgia 2012 è tra due giorni, come vive questi momenti?

Il prossimo week end sarà di grande impegno per noi della Presidenza. Dopo mesi  di preparazione e di lavoro intenso vedrà la luce la gara per pattuglie militari denominata appunto “Murgia 2012”. Siamo alla XI edizione, abbiamo iniziato in sordina nel lontano 2002, sulla Murgia di Altamura; da allora abbiamo continuato incrementando di anno in anno le difficoltà e ampliando il novero delle prove per richiamare l’attenzione di coloro che vivono con puro spirito di avventura tali competizioni.

D.: Come supplite alle necessità logistiche, formative e dei mezzi necessari a questo importante evento militare pugliese?

R.: Per fare questo abbiamo potuto contare sui concorsi generosamente forniti dal Comandante della Brigata Pinerolo e su un team interno costituito da soci appassionati e forti di grande spirito di sacrificio ed abnegazione. A capo di questo team è una persona straordinaria, si tratta di Giuseppe Cianciola, figlio del compianto collega Vittorio. Questo team, oltre che dedicarsi ad organizzare la gara, partecipa e con successo (vds il 2° posto nell’analoga gara Dragon Recon) alle gare nazionali ed internazionali.

D.:  Ci sono altre organizzazioni che partecipano alla gara di questo fine settimana?

R.: Hanno collaborato  la CRI, lo SMOM e un gruppo di irriducibili amici del cosiddetto “softair”, la disciplina del tiro con emissione di punti di vernice non indelebile. La CRI ha allestito un ‘area con  realizzando un punto coperto ed illuminato con gruppo elettrogeno e tavoli per corretto svolgimento degli esercizi (charly). Lo Smom fornisce assistenza sanitaria.I soci Unuci partecipanti appartengono alla sez. di Bari, di Brindisi e all’Ass. Anget (ufficiali provenienti dalle armi del Genio e Trasmissioni).

D.: Quali sono i momenti importanti di questo evento annuale che Unuci ormai sta consolidando come tradizione? 

R.: La gara inizia nella Caserma Vitrani di via Fanelli venerdì alle ore 13 e proseguirà ininterrottamente sino alle ore 14 del sabato. Inizierà con l’esercizio di salita e discesa nell’area Decathlon di Bari quindi trascorreremo la notte sulla Murgia (il percorso è di 17 km) e concluderemo le prove nel poligono di tiro di Barletta. Le pattuglie partecipanti sono 15 per un totale di 51 pattugliatori (militari in servizio e ufficiali in congedo).

D.: Sappiamo che non è mai successo nulla alla salute e alla integrità dei partecipanti per l’attenzione prestata alla loro sicurezza, ma avete approntato comunque dei presidi sanitari di emergenza?

R.: Certamente, sono infatti a nostra disposizione un medico con ambulanza attrezzata per il primo soccorso e un altro medico su un altro tratto del percorso.

D.: Quali sono i luoghi principali o più noti in cui si svolge la gara?

R.: I luoghi principali sono a dir poco “storici ” ed “esoterici”. Iniziamo dal Castello di Federico (che abbiamo scelto come logo della competizione (e di cui forniremo una copia ad ogni concorrente contenente i dati principali e la storia) e saliremo sulla Murgia più nobile quella di Torre Disperata e M. Caccia che sono le quote più alte sia delle Murge. Infatti torre disperata è alta m.686. Nella parte delle Murge a sud di Fasano, le cosiddette Murge di Taranto le quote sono sensibilmente meno alte.

D.: Come le autorità comunali interessate sono a conoscenza di questa iniziativa Unuci?

R.: Siamo stati autorizzati dall’Ente Parco Alta Murgia e sono stati informati i Commissariati ed i Comandi provinciali e le Stazioni dei Carabinieri dei Centri interessati Andria, Corato, Ruvo, Spinazzola e Minervino. Sono stati informati anche la Vigilanza giurata che presta servizio in loco, la Regione Puglia, il Coordinamento territoriale del C.F.S..

D.: Ci può spiegare meglio se a questa gara possono partecipare anche i soci Unuci di altre sezioni regionali?

R.: Certamente la gara è aperta a tutti i soci Unuci, di ciascuna regione, è un dettaglio importante in quanto favorisce l’amicizia e la conoscenza tra le varie realtà territoriali.

D.: Per la cerimonia finale cosa è stato programmato?

R.: La premiazione avverrà in occasione del 191° anniversario della Pinerolo. Nella Caserma Vitrani. Chi volesse assistervi può inviare i propri dati. Quest’evento voluto fermamente dal sottoscritto segna una tappa importante nel palmares delle attività della Sezione Unuci, che mi auguro tengano in considerazione e soddisfino le esigenze degli iscritti, nessuno escluso. Impegna molto, però contiamo di ottenere risultati condivisi e di ottimo livello, il che ci sprona ad andare avanti.

Bari/ Unuci Puglia e Basilicata. Premiati alla Dragon Recon rilanciano l’Edizione Murgia 2012


Gara Unuci “Murgia 2012”

di Antonio Conte – Non ci dobbiamo di certo meravigliare se diamo notizie di eventi in programma e di cronaca delle attività Unuci di Bari, come di tutte le altre sezioni italiane. E’ nella natura di questo nostro luogo di lettura condividere le informazioni utili al sodalizio tra commilitoni e alla costruzione di valori come l’Amicizia, tipico sentimento che va ben oltre uno stato emotivo. Su tale valore si fonda ogni relazione tra cittadini di tutto il mondo con una visione della vita ottimistica e fiera.

“Rassegna Stampa militare”, unico nel suo genere si propone quindi come organo di raccordo tra la base di militari non più in servizio ed i colleghi militari ancora in forza ed operativi sia sui terreni, nei cieli e nei mari sia esteri che in Patria.

Detto questo riportiamo la breve nota del Gen. Amato Mansi, delegato Unuci Puglia e Basilicata che precisa dei dettagli circa l’esercizio di discesa a corda doppia. E’ prevista per le ore 15.00 di Venerdì 26 Ottobre 2012 sempre nell’area del centro commerciale situato a nord di Bari, lungo la circonvallazione SS16bis. Vedi qui il punto in mappa. Si arrampicheranno circa trena pattugliatori.

Si può notare una installazione alta proprio lungo l’extramurale a scorrimento veloce a tre corsie, altezza della Regione Puglia. L’uscita (n. ) è per Viale Guglielmo Lindemann, strada per Zona industriale di Bari, direzione San Paolo.

L’esercizio di discesa a corda doppia, si inserisce in un programma di formazione per Ufficiali e personale militare in congedo. L’edizione Murgia 2012 è un appuntamento annuale e irrinunciabile per i soci pugliesi e non solo.

Riportiamo anche alcuni risultati per la partecipazione alla gara Dragon Recon da parte della Sezione barese che con “tanta fatica, tanta preparazione – dice il Ten. Cianciola – ha restituito tanto onore”.

Hanno partecipato il C/Ammiraglio Biugini Alessandro, Ten.Zizzo Nicola, Ten-.Biabco Sandro, Ten.Giuseppe Cianciola, 2^ in classifica Assoluta (a 2 punti dai primi). Se segnala inoltre che il team di Bari è stato 1^ per il personale in congedo, 1^ nel tiro a squadre a squadre, 1* nel tiro individuale e primi a pari merito  in altre gare che per opportunità sono stati assegnati agli altri.

Complimenti vivissimi al sodalizio barese Unuci.

Bari/ Gare Militari Unuci. Pronta l’edizione 2012 di Castel del Monte “Murgia 2012”


Gara Unuci “Murgia 2012”

PARTE I – LINEAMENTI DELL’ESERCITAZIONE

SCOPI – Mantenere ed aggiornare la preparazione  degli ufficiali in congedo, nonché migliorare la capacità d’inserimento dei riservisti nei reparti operativi attraverso l’addestramento e l’attività fisica e sportiva . Rendere più saldi i vincoli tra personale in congedo e in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi Armati dello stato. Addestrare i partecipanti alle tematiche previste dall’esercitazione tramite prove teorico-pratiche.

TEMA E TIPO: Il tema dell’esercitazione è la pattuglia esplorante impiegata nel contesto dell’esplorazione tattica, per acquisire – se necessario anche mediante il combattimento – elementi di situazione sulle forze direttamente contrapposte, sulle zone d’impiego e per contrastare l’analoga attività nemica. L’esercitazione è valutativa, continuativa  notturna e diurna  con prove in bianco e a fuoco sul terreno con nemico rappresentato, con esecuzione di esercizi topografici e combattimento di Softair.

INQUADRAMENTO TATTICO – Dopo la guerra civile a Murgialand che ha insanguinato il paese, terminata con la cacciata di Abbas Abu, l’ONU ha affidato all’Ammiraglio Al Dammiqk, Eroe Nazionale, il compito di pacificare il Paese , dargli una Costituzione Laica e trovare un riconoscimento Internazionale. Ma le fazioni in lotta si oppongono al processo di pace e la richiesta di deporre le armi e restituire gli arsenali , determina una serie di attentati terroristici e per ultimo il rapimento dell’Ammiraglio. L’UNIFLI (United Nations Interposition Force for Liberty ) riceve l’ordine di inviare pattuglie con il compito di liberare l’ostaggio e raccogliere informazione sugli eventuali arsenali dei ribelli

ZONA – L’esercitazione si svolge nel territorio del Comune di Minervino Murge, Ruvo, Corato, Poggiorsini e Spinazzola con percorso su terreno pianeggiante e collinare della lunghezza complessiva di circa Km.15. Il percorso si articola su sentieri, mulattiere e strade asfaltate che attraversano boschi e prati.

DIREZIONE ESERCITAZIONE – Il Direttore dell’esercitazione è il  Delegato Regionale U.N.U.C.I. Di Puglia e Basilicata Che si avvale della collaborazione del  personale della Delegazione e della Sezione di Bari.

PARTECIPANTI – Ruolo Azzurro: costituiscono le pattuglie : Militari in servizio attivo delle FF.AA e Corpi Armati dello Stato; Iscritti all’UNUCI e a tutte le Associazioni d’Arma riconosciute che abbiano svolto il servizio militare; Soci di Associazioni d’ Arma straniere aderenti al CIOR . Le pattuglie potranno essere accompagnate da un Delegato (Ufficiale/Sottufficiale) che le rappresenterà per eventuali reclami e chiarimenti.

  • Ruolo Arancione: Personale   della Sezione U.N.U.C.I. di Bari e collaboratori, giudici ed attivatori.
  • Ruolo Verde: Nuclei d’interdizione nemica e personale dell’Associazione di Softair Team9mm.

CARTOGRAFIA – Foglio  della carta d’Italia 1:50.000 Istituto Geografico Militare.  Tavoletta di  Corato e Minervino Murge il quadro d’insieme sarà distribuito a cura della D.E. a ciascuna pattuglia.

SUPPORTO – Supporto logistico è dato dal concorso di mezzi e personale del  Reparto Comando Supporti Tattici della Brigata Pinerolo,  dal Corpo Militare E.I. S.M.O.M. , dal Corpo Militare della CROCE ROSSA ITALIANA, dal personale appartenente all’Associazione di soft-air Team9mm

 PARTE II – REGOLAMENTO

NORME DI GARA 

  • Le pattuglie sono composte da  3/4 elementi.
  • Tutti i partecipanti sono tenuti ad osservare ed attenersi alle disposizioni di sicurezza e prudenza al fine di evitare ogni genere di incidente durante le attività fisiche o pratiche.
  • I componenti devono attenersi alle disposizioni impartite dal capo pattuglia.
  • Durante la gara è vietato l’uso di apparecchi radiofonici, manuali, sinossi  appunti, GPS e cellulari: la sola presenza, se non l’utilizzo, del GPS sarà motivo di esclusione immediata dalla competizione
  • La gara si svolgerà con qualunque condizione meteorologica. Il testo integrale del regolamento di gara  sarà esposto dall’inizio della gara e fino alla sua conclusione nei locali della Direzione dell’Esercitazione.

SVOLGIMENTO DELLE PROVE –  Le pattuglie devono presentarsi al completo alla partenza ed a tutti i punti di controllo. Il tempo sarà calcolato sul terzo elemento arrivato al punto di controllo-arrivo.

I risultati delle prove ed i relativi punteggi saranno annotati in forma scritta a cura della D. E.. Sarà compito delle pattuglie assicurarsi che i giudici di prova annotino correttamente i dati di competenza  ( orario di arrivo, tempo neutralizzato, ecc. ) relativi alla prova.

Eventuali reclami relativi allo svolgimento della gara devono essere formulati esclusivamente dal Capo Pattuglia (Ufficiale/Sottufficiale) e/o dal Capo Delegazione (1° Accompagnatore). I reclami possono essere presentati verbalmente al giudice di prova ed al termine della stessa inoltrati in forma scritta alla Direzione Esercitazione.

UNIFORME – Uniforme da combattimento senza armamento;Le calzature devono essere di tipo militare; Le buffetterie devono essere conformi ai modelli in uso presso le forze Armate. Zaini, borse e contenitori speciali devono essere di modelli in uso presso le forze Armate o comunque di colore e foggia militare.

N.B.: L’uso dell’uniforme vincola il concorrente all’osservanza delle disposizioni contenute nel Regolamento di Disciplina militare con tutti gli oneri che esso comporta ed implica.

EQUIPAGGIAMENTO 

Ciascun componente della pattuglia dovrà essere dotato almeno del seguente materiale:

  • Zaino tattico del peso di kg.10;
  • Bussola goniometrica, rapportatore, coordinatometro, penna e   blocco notes;
  • Lampada portatile;
  • Borraccia;
  • Indumento protettivo in caso di pioggia;
  • Mimetica e biancheria di ricambio.
  • Moschettoni, corde  e guanti da lavoro;

Ogni pattuglia deve disporre di:

  • Un binocolo per squadra;
  • Kit Pronto soccorso di squadra (obbligatorio).

La Direzione di Gara declina ogni responsabilità per danni a persone o cose verificatisi durante la gara di pattuglia. L’organizzazione, al momento della partenza farà firmare ad ogni partecipante un’auto-dichiarazione attestante la sana e robusta costituzione fisica del concorrente e la personale assunzione di responsabilità circa eventuali incidenti che si possono verificare nel corso della gara.

PROVE

  • Alfa Controllo equipaggiamento 100 punti
  • Bravo1 tiro con pistola Cal.9×21 , 10 colpi su bersaglio a mt.25 , 100 punti
  • Bravo2 tiro con SPAS 15 cal 12 , 5 colpi su bersaglio a mt.25 , 50 punti
  • Charlie Superamento Ostacoli Naturali 100
  • Delta 1 Diritto Internazionale Umanitario  100 punti
  • Delta 2 Riconoscimento Mezzi e Simboli Tattici  100 punti
  • Delta 3 CBRN  100 punti
  • Echo 1 a disposizione DE  100 punti
  • Echo 2 Esplosivi  100 punti
  • Foxtrot 1 Combattimento soft air e bonifica area urbana 100 punti
  • Foxtrot 2 Primo soccorso , Medevac , ZAE 100 punti a prova
  • Golf richiesta di fuoco sino a 100 punti
  • India Marcia Commando

MODALITA’ E QUOTE D’ISCRIZIONE

Le domande d’iscrizione dovranno contenere le generalità dei singoli componenti la pattuglia e pervenire alla sezione di Bari entro il 19/10/2012, via posta, fax o posta elettronica .

Sono ammesse le prime quindici pattuglie iscritte, un’aliquota ulteriore sarà ammessa con riserva.

La quota di partecipazione  è di euro 20,00 ( 15,00 + la bassa di ammissione al rancio  per il personale in servizio) a singolo componente e/o accompagnatore, da versare con le modalità di seguito riferite.

La pattuglia già iscritta che per motivi di forza maggiore non fosse più in grado di partecipare deve darne comunicazione via fax o telegramma almeno 48h prima, pena il mancato rimborso della quota versata .

Le quote danno diritto al materiale di gara ( cartellina contenente matita, gomma, cartina topografica, ordine di pattuglia), alle Cartucce e  al pranzo di coesione.

ISCRIZIONE – Per iscriversi alla gara è necessario effettuare il versamento della quota totale di partecipazione attraverso bollettino di c/c Postale n. 13059704 intestato a: UNUCI Sezione di BARI , Via Pasquale Villari 5, 70122 Bari indicando nella causale “Gara Murgia 2012“. Le singole pattuglie dovranno inviare tramite il proprio Comando/presidenza la domanda d’iscrizione e la copia del versamento effettuato a mezzo fax ed esibire gli originali alla presentazione alla D.E. Entro le ore 15,00 di Venerdì 19/10/2012 sono ammesse iscrizioni con riserva.

PRESENTAZIONE – La presentazione delle pattuglie è fissata entro le ore 14.00 di Venerdì 26/10/2012 presso la D.E. ubicata nella Caserma Vitrani, Comando Supporti Tattici della Brigata Pinerolo, via Fanelli 269 Bari. Dopo le 14:30 non sarà corrisposto alcun rimborso agli iscritti che non si fossero presentati.

SISTEMAZIONE LOGISTICA – L’organizzazione metterà a disposizione delle  pattuglie mezzi militari per il trasferimento al Poligono TsN di Fesca(Ba) e successivamente in area addestrativa e relativo rientro in caserma.

Gli automezzi personali dei concorrenti potranno essere parcheggiati in aree all’uopo adibite  in prossimità della D.E.

PREMIAZIONE e CONSEGNA ATTESTATI – La premiazione avverrà in forma solenne in occasione della cerimonia che terrà in Bari la Brigata Pinerolo il 13 nov. p.v. Saranno impartite disposizioni specifiche. Saranno premiate le migliori tre pattuglie e la pattuglia composta da personale non in servizio (con classifica avulsa). Sarà consegnato a ciascun partecipante un attestato in carta pergamena. Saranno dati premi al miglior classificato nella prova di tiro,nella prova di superamento ostacoli (corda doppia),nella prova di riconoscimento mezzi e simboli tattici.Un premio speciale verrà consegnato alla pattuglia che avrà meglio interpretato il combattimento con armi softair.

PUBBLICAZIONI CONSIGLIATE

  • Nozioni di Topografia  ( Sinossi di topografia Edizione 2010 edita da SCUOLA DI FANTERIA);
  • Manuale del Combattente  (N.° 1.000 A /2-1998) ;
  • Le pattuglie, procedimenti tecnico tattici e di impiego (S. M. E. – Ispettorato delle Armi  di Fanteria e Cavalleria N.° 6.560/ 1996 ) ;
  • Manuale di impiego delle minori unità in operazioni di mantenimento della pace e nelle missioni di diritto umanitario  (S. M. E. – N.° 6. 533- 1995);
  • Norme di comportamento in presenza di ordigni esplosivi (Ispettorato delle Armi dell’Esercito-  Scuola del Genio).

PROGRAMMA DI MASSIMA

Venerdì 26.10.2012

  • Ore 13:00–14:00 – Afflusso delle pattuglie   presso la Caserma  Vitrani , via Fanelli 269 Bari
  • Ore 14:00–14:30 – Presentazione e Briefing della D.E. Sorteggio ordine di partenza.
  • Ore 14:30–15:00 – Trasferimento al Poligono di tiro di Fesca
  • Ore 15:00–17:00 – Tiro con armi portatili
  • Ore 17:00–19:00 – Superamento ostacoli
  • Ore 19:00–20:00 – Trasferimento al Poligono di Tor di Nebbia
  • Ore 21:00 – Inizio Gara con distacco Pattuglie in Area

Sabato 27.10.2012

  • Ore 10:30 – Arrivo ultime pattuglie presunto
  • Ore 12:00 – Rientro con mezzo in Caserma, Pranzo di coesione
  • Ore 15:00 – Debriefing , Premiazione e consegna attestati
  • Ore 16:00 – Ammainabandiera. A seguire  Rompete le righe e rientro alle sedi

NUMERI UTILI PER INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI: 

  • Delegazione e Sezione U.N.U.C.I. di  BARI TEL/FAX 080 5216585
  • Segreteria Luogotenente Teodoro Venditti 360260509
  • Direzione Esercitazione: Gen. B.  Amato Mansi, Cell. 3477518214, E-Mail:  amato.mansi@yahoo.it
  • Coordinamento: Ten.a.(ris.cpl)G.pe CianciolaCell.3473161940: giuseppe.cianciola@fastwebnet.it;

SCHEDA D’ISCRIZIONE

  • Da:Ente o  Associazione   ——————————————————————-
  • indirizzo                                                        Fax                        E-mail.
  • Referente                                                      tel.                         E-Mail.
  • A: U.N.U.C.I. Sez. di  BARI  Tel. /Fax 080 5216585
  • Trasmettiamo Elenco degli iscritti alla Gara di Pattuglia.“ Murgia 2012” 26-27 Ottobre 2012.

I sottoscritti dichiarano di aver preso visione del regolamento di gara e di accettarlo senza riserve, esonerando la Sezione organizzatrice da ogni responsabilità civile e penale per ogni danno che dovessero subire o causare, anche a terzi o da terzi, direttamente o indirettamente, durante la gara e le manifestazioni collaterali. Dichiarano inoltre, sotto la propria ed unica responsabilità, di essere in condizioni fisiche compatibili con le attività proposte.

Pattuglia n. 1, denominazione:

Grado         Cognome              Nome          Luogo e Data di nascita             Firma.

  1. __________-_________________-______________-___________-________________-
  2. __________-_________________-______________-___________-________________-
  3. __________-_________________-______________-___________-________________-
  4. __________-_________________-______________-___________-________________-

EVENTUALE ACCOMPAGNATORE

  1. _________-_________________-______________-___________-________________-

Modello e targa automezzo ________________________________________

Data

TIMBRO e FIRMA