Archivi tag: 31° Reggimento Carri

Lecce/ Esercito: A Lecce arriva il Reggimento “Cavalleggeri Di Lodi” (15°)


Lecce 10 gennaio 2020. Si è svolta oggi, presso La caserma “Nacci” di Lecce, la cerimonia di riconfigurazione del 31° reggimento carri in reggimento di Cavalleria “Cavalleggeri di Lodi” (15°), alla presenza del Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, del Comandante della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, Generale di Brigata Giovanni Gagliano e del Comandante della Scuola di Cavalleria, Generale di Brigata Angelo Minelli.

Visibilmente commossa è stata la resa degli onori finali dello Stendardo, scandita dalle note dell’ “Inno di Mameli”, intonato dalla Banda musicale della Brigata “Pinerolo”. Particolarmente significativa inoltre la sentita partecipazione dei numerosi militari appartenenti a tutte le categorie che hanno prestato servizio presso l’Unità carri. Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e carristi, questo Stendardo, che ha sempre sventolato tenendo alto il prestigio della Patria e dell’Esercito, lascia oggi Lecce a seguito dei provvedimenti che hanno determinato la soppressione del 31° reggimento carriEsso sarà conservato con gli altri simboli che ricordano i fasti dell’Esercito Italiano presso il Museo del Risorgimento in Roma”.

Questa la formula che è stata scandita dal Comandante del 31° reggimento carri, Col. Francesco Serafini, alla presenza dello Stendardo dell’Unità ormai disciolta, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare e di una Medaglia di Bronzo al Merito Civile.

La cerimonia è poi proseguita con la resa degli onori allo Stendardo del reggimento “Cavalleggeri di Lodi” (15°), decorato con tre Medaglie d’Argento al Valor Militare e con una Medaglia di Bronzo al Valor Civile, con la lettura della formula di riconoscimento da parte del Comandante di reggimento:

“Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e Soldati, in nome del Capo dello Stato voi riconoscerete lo Stendardo del reggimento “Cavalleggeri di Lodi” (15°) quale vostro Stendardo”. Il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano ha consegnato le nuove mostrine e il copricapo con il nuovo fregio al Comandante di reggimento che ha così ufficialmente ereditato, a nome di tutte le donne e uomini che costituiscono l’Unità, le tradizioni, lo stemma araldico e il motto “Lodi s’immola”.

Presenti alla cerimonia il Prefetto di Lecce, Dott.ssa Maria Teresa Cucinotta, il Questore, il Sindaco del capoluogo salentino con il gonfalone della Città e numerose Autorità politiche, religiose, militari, nonché i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Hanno presenziato anche gli ultimi Comandanti del Cavalleggeri di Lodi che hanno assistito nella cerimonia del 29 ottobre 1995 in Lenta all’ultima “Carica” e allo scioglimento del reggimento.

Questo passaggio di specialità rientra nel processo, messo in atto dall’Esercito Italiano, finalizzato all’inserimento della componente esplorante all’interno delle Brigate di manovra pluriarma.

Lecce/ Pinerolo. Sorrisi, l’Esercito lo regala all’Ospedale “Vito Fazzi”


CURCUMA & PIPERINA PER LA TUA LINEA !!!

NocotinaFUMI? Nocotina è la soluzione ideale per tutti coloro che desiderano smettere di fumare ma non sanno come riuscirci. Ha un effetto immediato garantito, è naturale al 100%, non contiene nicotina, allergeni o altre sostanze chimiche e non crea assuefazione.

INCI: Acqua; Vitamina C 1%; Zenzero (Zingiber officinalis), rhizoma 1%; Guaranà (Paullinia cupana), semen 1%; Alcol; Mentolo 1%; Sodio benzoato; Potassio sorbato.

MODALITA’ D’UTILIZZO: Agitare prima dell’uso. Erogare una spruzzata di prodotto ogni qualvolta si avverte il desiderio di fumare. +INFO


UNA DELEGAZIONE DEL 31° REGGIMENTO CARRI IN VISITA AL REPARTO DI ONCO-EMATOLOGIA PEDIATRICA 

Lecce, nei giorni scorsi una rappresentanza del 31° Reggimento Carri, unità alle dipendenze della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, si è recata presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per stringere in un fraterno ed amichevole abbraccio i piccoli pazienti del Reparto di onco-ematologia pediatrica e donare loro giochi e sorrisi.

In tale occasione, il Comandante di Reggimento, Colonnello Cosimo GRECO, ha consegnato, a nome dei Carristi, i proventi di una raccolta spontanea di fondi, svoltasi nel mese di dicembre, all’Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica “Per un sorriso in più”.

L’ associazione ONLUS è da anni presente sul territorio e fornisce supporto materiale e psicologico alle famiglie di bambini colpiti da casi di tumori o leucemie.

L’iniziativa, nata su proposta dei militari rappresentanti del COBAR (Consiglio Base di Rappresentanza) ed accolta immediatamente con grande generosità dal personale del 31° Reggimento Carri, ha rappresentato un toccante momento di solidarietà e ha ulteriormente evidenziato la vicinanza dell’Esercito alle famiglie, ma soprattutto ai bambini ricoverati al “Vito Fazzi”.


x Power Smartwatch è la rivoluzione nel campo degli smartwatch. Unisce la tecnologia più avanzata del touchscreen, molte funzioni dello smartphone e tante APP utili che saranno sempre a portata di mano. Il touchscreen è capacitativo, il display ad alta definizione e l’audio stereo in alta qualità. Grazie alla connessione bluetooth si può connettere con tutti gli smartphone per sincronizzare la rubrica, inviare messaggi, effetuare chiamate e perfino scattare foto. Inoltre tiene d’occhio il consumo giornalieri di calorie e conta i passi che effettui durante la giornata. L’orologio è resistente all’umidità, al sudore e alle gocce d’acqua.

Bari/ Brigata “Pinerolo”. Conclusa la 3^ Sessione di Integrazione Operativa (SIO)


Bari, 07 novembre 2015 – Si è conclusa la 3.a Sessione di Integrazione Operativa (SIO) condotta dalla Brigata “Pinerolo” nell’ambito della Campagna di Sperimentazione del progetto Forza NEC (Network Enabled Capability), progetto congiunto Difesa-Industria, che si prefigge lo scopo di abbattere i tempi di comunicazione e di acquisizione delle informazioni nelle operazioni militari per mezzo di nuove tecnologie informatiche.

L’attività ha visto il 31° Reggimento Carri, schierato presso il poligono di Torre Veneri (LE), l’8° Reggimento Bersaglieri e l’82° Reggimento Fanteria “Torino”, schierati presso il poligono di Chinchilla in Spagna.

Lo scopo dell’esercitazione è stato quello di acquisire un’effettiva capacità di operare in modo completamente digitalizzato, utilizzando i sistemi di Comando e Controllo, mezzi tattici nonché equipaggiamenti individuali, acquisiti nell’ambito del programma denominato “Soldato Futuro”.

Nel corso dell’attività tecnico – tattica, la sinergia tra i sistemi e i mezzi ha consentito di ottenere un flusso di comunicazioni tra Posti Comando Digitalizzati (navigazione geolocalizzata, gestione dell’osservazione, identificazione e ingaggio dei bersagli), con la conseguente conoscenza in tempo reale della situazione tattica amica e nemica.

In occasione della giornata finale si è svolta una esercitazione alla presenza del Comandante della Brigata “Pinerolo”, il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, il Generale Emilio Corbucci, direttore del programma forza NEC, il Colonnello Guido Cerioni, vice capo dipartimento per la trasformazione terreste.

​All’attività hanno partecipato anche il 9° Reggimento Fanteria “Bari”, il 7° Reggimento Bersaglieri, il 232° Reggimento Trasmissioni e il reparto comando e supporti tattici “Pinerolo”.

La redazione

BARI/ IL COMANDANTE DEL 2° COMANDO DELLE FORZE DI DIFESA VISITA LA BRIGATA PINEROLO


Bari, 26 agosto 2015 – Il Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano è in visita alla Brigata Pinerolo.

Il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, Comandante la Brigata “Pinerolo”, ha accompagnato l’Ufficiale Generale nella sua prima visita allo Staff del Comando e presso i Reparti dipendenti.

Sono ben sette i reggimenti che attualmente costituiscono la grande Unità dislocati su tutto il territorio pugliese dalla Capitanata al Salento. L’occasione è stata propizia anche per effettuare un punto di situazione sul progetto che vede i militari della “Pinerolo” operare utilizzando i nuovi materiali ed equipaggiamenti in grado di assicurare il collegamento diretto e immediato con il centro decisionale condividendo informazioni e dati. Tale programma, ambizioso e innovativo, costituisce la punta di diamante dell’intero sistema di modernizzazione della componente terrestre della Difesa e vede proprio la Brigata “Pinerolo” responsabile delle attività di sviluppo e sperimentazione.

Oggi il Generale De Leverano ha visitato anche il C.A.R.A. e il C.I.E. di Bari Palese, strutture presso le quali i militari della grande Unità garantiscono la sicurezza nel contesto dell’Operazione Strade sicure. Nell’arco della giornata ha incontrato il Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano. Durante l’incontro si è convenuto su come la Brigata “Pinerolo”, con i suoi oltre 5.500 militari e relative famiglie, rappresenti una importante realtà perfettamente integrata nel tessuto socio – economico della Puglia.

La giornata è proseguita con la visita al 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura e al 31° reggimento carri di Lecce della Scuola di Cavalleria (che attualmente dipende funzionalmente dalla “Pinerolo” per gli aspetti connessi con la sperimentazione delle componenti che costituiranno i futuri equipaggiamenti della Forza Armata).

La visita proseguirà il 27 Agosto presso il 9° Reggimento Fanteria “Bari” con sede a Trani e l’82° Reggimento Fanteria “Torino” con sede a Barletta, quest’ultimo è stato il primo reparto in Italia ad essere alimentato con il nuovo Veicolo Blindato Medio a 8 ruote motrici denominato “Freccia”, mezzo con cui il reggimento ha anche preso parte all’Operazione “ISAF” in Afghanistan e che attualmente è in dotazione a tutti i reggimenti della Brigata. Presso la sede dell’ 82° reggimento l’Ufficiale Generale incontrerà il Sindaco della città di Barletta Dott. Pasquale Cascella.

La visita si concluderà venerdì 28 agosto a Foggia dove il Comandante del 2° FOD visiterà il 21° reggimento Artiglieria “Trieste”, unità che attualmente è responsabile del Raggruppamento “Puglia” nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, e l’11° reggimento Genio Guastatori.

Questo ultimo reparto nel weekend di ferragosto è intervenuto con i propri mezzi tecnici nell’alluvione in Calabria a Rossano Calabro e Corigliano. I reggimenti genio grazie alla loro capacità “dual-use”, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

Bari/ Progetto “Soldato Futuro”. Il nuovo esercito parte dalla Puglia


di GAETANO CAMPIONE – TORRE VENERI (LECCE) – Azione e strategia. Il nuovo Esercito nasce in Puglia, a cominciare dal «Freccia», il veicolo blindato (la protezione è quasi simile a quella di un carro armato), che da giugno dell’anno prossimo sarà inviato in Afghanistan per affiancare i «Lince». Dopo mesi di sperimentazione e di test, i mezzi e le attrezzature del progetto «Soldato futuro», debuttano nel poligono di Torre Veneri, sotto lo sguardo attento del nuovo capo di Stato maggiore, Giuseppe Valotto e del comandante del 2° Fod (Forze di difesa), Francesco Tarricone.

Perché la Puglia con le stellette, oggi, è qualcosa di più di una scommessa vincente. È in atto, infatti, un cambiamento epocale. La Brigata «Pinerolo» diventerà la prima grande unità proiettata in un futuro tecnologico e digitalizzato, con al centro il soldato e la sua sicurezza, col programma più innovativo e più ambizioso degli ultimi vent’anni. Il concetto di «forza media», legato all’aumento delle capacità operative, consentirà ad un militare in azione di essere integrato in un sistema di comando e controllo costantemente alimentato da una complessa rete di sensori e di comunicazioni. In questo modo il «team leader», il comandante, potrà decidere più velocemente sul campo, avendo la disponibilità di un numero incredibile di informazioni.

L’82° reggimento fanteria «Torino» di Barletta, agli ordini del colonnello Arcangelo Vitucci, è già proiettato in questa dimensione, grazie al «Freccia» (12 quelli già consegnati, in attesa di completare il primo lotto di 54 mezzi) e al nuovo equipaggiamento individuale ( fucile Beretta Arx160 con lanciagranate da 40mm incorporato, giubbotto antiproiettile, camera termica abbinata ad una camera tv, congegno di puntamento per tiro istintivo, due puntatori laser, visori notturni, computer, radio, gps). Il programma poi toccherà il 9° fanteria di Trani e il 7° bersaglieri di Bari e già interessa il 31° reggimento carri di Altamura. L’addestramento a tutto campo proseguirà a Torre di Nebbia, sulla Murgia, in modo da certificare il «combat ready» a giugno 2010 i primi reparti, da impiegare nel teatro d’operazioni afghano. Il «Freccia», tra l’altro, ha una torretta automatica (non c’è il mitragliere all’esterno) dotata di un cannoncino da 25mm.

Fonte: http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallapuglia_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=273957&IDCategoria=1