Archivi tag: Scuola di Cavalleria

BARI/ IL COMANDANTE DEL 2° COMANDO DELLE FORZE DI DIFESA VISITA LA BRIGATA PINEROLO


Bari, 26 agosto 2015 – Il Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano è in visita alla Brigata Pinerolo.

Il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, Comandante la Brigata “Pinerolo”, ha accompagnato l’Ufficiale Generale nella sua prima visita allo Staff del Comando e presso i Reparti dipendenti.

Sono ben sette i reggimenti che attualmente costituiscono la grande Unità dislocati su tutto il territorio pugliese dalla Capitanata al Salento. L’occasione è stata propizia anche per effettuare un punto di situazione sul progetto che vede i militari della “Pinerolo” operare utilizzando i nuovi materiali ed equipaggiamenti in grado di assicurare il collegamento diretto e immediato con il centro decisionale condividendo informazioni e dati. Tale programma, ambizioso e innovativo, costituisce la punta di diamante dell’intero sistema di modernizzazione della componente terrestre della Difesa e vede proprio la Brigata “Pinerolo” responsabile delle attività di sviluppo e sperimentazione.

Oggi il Generale De Leverano ha visitato anche il C.A.R.A. e il C.I.E. di Bari Palese, strutture presso le quali i militari della grande Unità garantiscono la sicurezza nel contesto dell’Operazione Strade sicure. Nell’arco della giornata ha incontrato il Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano. Durante l’incontro si è convenuto su come la Brigata “Pinerolo”, con i suoi oltre 5.500 militari e relative famiglie, rappresenti una importante realtà perfettamente integrata nel tessuto socio – economico della Puglia.

La giornata è proseguita con la visita al 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura e al 31° reggimento carri di Lecce della Scuola di Cavalleria (che attualmente dipende funzionalmente dalla “Pinerolo” per gli aspetti connessi con la sperimentazione delle componenti che costituiranno i futuri equipaggiamenti della Forza Armata).

La visita proseguirà il 27 Agosto presso il 9° Reggimento Fanteria “Bari” con sede a Trani e l’82° Reggimento Fanteria “Torino” con sede a Barletta, quest’ultimo è stato il primo reparto in Italia ad essere alimentato con il nuovo Veicolo Blindato Medio a 8 ruote motrici denominato “Freccia”, mezzo con cui il reggimento ha anche preso parte all’Operazione “ISAF” in Afghanistan e che attualmente è in dotazione a tutti i reggimenti della Brigata. Presso la sede dell’ 82° reggimento l’Ufficiale Generale incontrerà il Sindaco della città di Barletta Dott. Pasquale Cascella.

La visita si concluderà venerdì 28 agosto a Foggia dove il Comandante del 2° FOD visiterà il 21° reggimento Artiglieria “Trieste”, unità che attualmente è responsabile del Raggruppamento “Puglia” nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, e l’11° reggimento Genio Guastatori.

Questo ultimo reparto nel weekend di ferragosto è intervenuto con i propri mezzi tecnici nell’alluvione in Calabria a Rossano Calabro e Corigliano. I reggimenti genio grazie alla loro capacità “dual-use”, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

Bari/ Brigata “Pinerolo”. Discorso del Col. Motolese, ospite alla presentazione del CalendEsercito 2013


Antonio Conte – Nell’ambito della presentazione del Calendesercito 2013, tenuto stamattina presso il CME Puglia, della Caserma “Domenico Picca” in Bari, alla presenza del suo Comandante Gen. B. Emanuale Sblendorio, del Ten. Col. Salvatore Ricciato del 10° Reggimento Trasporti, segue il discorso tenuto “a braccio” del Colonello Emilio Motolese, Vice Comandante della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”. (RSM)

cordone

Autorità gentili ospiti buongiorno, la Brigata Pinerolo è una delle Grandi Unità che affonda le sue radici nella storia del nostro Paese.

Essa viene costituita il 13 novembre 1821 e subisce nel tempo numerose riarticolazioni e ridislocazioni.

Particolare rilevanza storica hanno i fatti relativi alla Seconda Guerra Mondiale quando, la Divisione di Fanteria “Pinerolo” viene trasferita in Albania a difendere il fronte greco-albanese e, all’indomani dell’8 settembre  1943, rifiutò di consegnare le armi ai tedeschi e rispose con le armi all’intimazione di cedere l’aeroporto di Lárissa.

La presenza sul territorio Pugliese risale al 1952.

Le Unità che costituiscono la Brigata Pinerolo sono :

  • 9° Reggimento Fanteria “BARI” con sede in Trani;
  • 82° Reggimento Fanteria “TORINO” con sede in Barletta;
  • 7° Reggimento Bersaglieri attualmente in trasferimento dalla sede di Bari ad Altamura;
  • 21° Reggimento Artiglieria Terrestre “TRIESTE” con sede in Foggia;
  • 11° Reggimento Genio Guastatori con sede in Foggia;
  • Reparto Comando e Supporti Tattici “PINEROLO” con sede in Bari.

Lo scorso mese di novembre,  nella prestigiosa sede della Caserma Italia, abbiamo festeggiato i 191 anni della nostra Brigata, che nel tempo ha sempre saputo rinnovarsi rappresentando una risorsa non solo per la nostra regione ma per tutto il Paese.

Con i suoi 4500 militari, tra uomini, donne e relative famiglie, rappresenta un’importante realtà nel tessuto economico e sociale della Puglia.

Attualmente la  Pinerolo è la prima Brigata sul territorio nazionale, interessata a una profonda trasformazione che ci ha  portato ad essere l’unica Brigata di “Forza Media”.

Il processo di trasformazione si concretizza in una serie di innovazioni tecnologiche che hanno visto il momento apicale con l’utilizzo del veicolo da combattimento denominato “FRECCIA”.

Si tratta di un veicolo blindato medio su ruote per il trasporto di truppe.

Otto ruote motrici, un motore da 550 cavalli per una velocità di 110 Km/h, armato con un cannoncino da 20mm, offre alle truppe trasportate una protezione paragonabile a quella di un carro armato.

Attualmente il 9° Reggimento Fanteria, con sede in Trani e l’82° Reggimento di Barletta lo impiegano con successo in Afghanistan.

Questo veicolo non è solo un mezzo di trasporto ma uno strumento in grado di vedere e ascoltare, mediante le sofisticate apparecchiature di cui è dotato; il “Freccia” è in grado di scambiare con  i soldati sul terreno, dati e informazioni relativi a quello che accade in tempo reale sul campo di battaglia.

Tale innovazione si integra pienamente con il concetto di “Soldato Futuro” .

Anche questa novità tecnologica è stata avviata dalla Pinerolo ed oggi con i colleghi della Scuola di Cavalleria di Lecce si sta continuando la fase di sviluppo e d’impiego.

Nell’ottica dell’innovazione tecnologia e per completare gli assetti dell’82° Reggimento “Torino” ci sono stati assegnati i nuovissimi Micro UAV Sixton A.

Velivoli radio comandati in grado di sorvegliare dall’alto anche grandi aree di interesse.

La Brigata ha inoltre cominciato la sperimentazione del “Posto Comando Digitalizzato”; è bene sottolineare che  tutti questi sistemi si integrano a livello Difesa.

Infatti, l’obbiettivo è consentire, oltre allo scambio di informazioni, la interoperabilità di tutte le componenti della Difesa.

Ultimamente è stata condotta l’Esercitazione “Joint Trials” in Brindisi.

Tale esclusivo livello tecnologico fa della nostra Unità fiore all’occhiello e punto di riferimento per Esercito Italiano.

Nel corso del 2012 la Pinerolo è stata impegnata fuori dai confini Nazionali in operazioni di peacekeeping.

Il Comando Brigata,  il 7 ° Reggimento Bersaglieri, l’11° Reggimento Genio Guastatori e il Reparto Comando e Supporti Tattici Pinerolo hanno operato in Libano (Operazione “LEONTE XI” base di Shama) raggiungendo risultati di esclusivo valore.

180 progetti di Cooperazione tra Civili e Militari (CIMIC) portati a termine, 2150 civili visitati presso le nostre strutture sanitarie e a domicilio,  15 interventi di medicina veterinaria presso allevamenti (nel sud del Libano la figura del medico veterinario è pressoché sconosciuta), sono state effettuate migliaia di pattuglie che hanno limitato e spesso scongiurato il lancio di razzi verso Israele oltre ad attività congiunte con le Forze Armate Libanesi per il controllo del territorio e la lotta ai traffici illeciti.

Mentre, come appena detto, il Comando Brigata, il , l’11° e il RECOM erano il Libano, l’82° Reggimento, per la prima volta a livello reggimentale, è stato impiegato nel teatro operativo Afghano, riscuotendo eccellenti risultati riconosciuti anche dai colleghi delle altre nazioni che concorrono a costituire la forza di ISAF.

L’82° Reggimento ha operato nell’Area di Responsabilità Regional Command WEST alla guida della “Task Force Center” presso la Forward Operative Base di Shindad (Brigata Garibaldi).

Nello stesso periodo il 21° Reggimento Artiglieria “Trieste”, che ha la sua sede a Foggia, è stato al comando del Multi National Battle Groups nel contesto della missione KFOR “Joint Enterprice” in Kosovo nelle basi di Pec e Mitroviza.

Attualmente, in Afghanistan, sotto il comando della Brigata aerotrasportata “FRIULI”, la Brigata Pinerolo ha schierato una compagnia “Freccia” del 9° Reggimento nella FOB di Shindad.

Sul territorio Nazionale stiamo operando con l’11° Reggimento Genio di Foggia  nell’operazione di bonifica del Basso Adriatico nel porto di Molfetta.

Il Genio Guastatori svolge costantemente attività di bonifica dai residuati bellici che vengono rinvenuti sul nostro territorio.

Un’intensa attività che, ad esempio, nel solo secondo semestre dell’anno in corso, ha visto i team di bonifica intervenire per 24 volte per un totale di 185 ordigni disinnescati.

Consentitemi di aggiungere che i nostri Genieri sono intervenuti e intervengono anche in tutte le emergenze di pubbliche calamità.

Proprio nei prossimi giorni, parteciperanno a un’esercitazione congiunta con il Comune di Castrovillari (Cosenza) per la gestione di una crisi determinata da un ipotetico evento sismico.

Alla Brigata è inoltre assegnato il Comando di Piazza in due importanti settori nell’ambito dell’operazione Strade Sicure:

  • il Colonnello Gaetano Ricciardelli Comandante del 21° Reggimento di Foggia ha assunto il Comando di Piazza in Puglia (con il concorso del personale del RECOM Pinerolo, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’arma dei Carabinieri);
  • il Colonnello Raffaele Schena Comandante del 9° Reggimento di Trani ha assunto il Comando di Piazza di Napoli e di Caserta (con il concorso dell’82° Reggimento di Barletta, del  7° Reggimento Bersaglieri, dell’11° Reggimento Genio Guastatori del Recom “AQUI”, dell’Arma dei Carabinieri e del 19° Reggimento “Guide”).