Archivi tag: 8° Reggimento Bersaglieri

San Giorgio a Cremano/ La Divisione Acqui sulle note della solidarietà


San Giorgio a Cremano, 19 Maggio 2017. – Presso la Caserma Antonio Cavalleri si è tenuta la manifestazione «Divisione “Acqui” sulle note della solidarietà», un’esibizione di cori polifonici di alcuni istituti scolastici di Napoli, Arzano, Pianura e del coro “Cavalleri” della “Acqui”.

Una giornata improntata sull’aiuto verso il prossimo, un importante momento di aggregazione attraverso il quale è stato possibile promuovere una raccolta alimentare realizzata del personale della Caserma Cavalleri e da tutti i partecipanti per sostenere i nuclei familiari più bisognosi delle aree metropolitane di Barra, Ponticelli, S. Giovanni a Teduccio e favorire il confezionamento di pasti per i clochard della stazione di Napoli.

L’iniziativa è il frutto della una stretta collaborazione, iniziata nel 2012, tra la Divisione “Acqui”, Comandata dal Generale di Divisione Antonio Vittiglio e Suor Pasqualina Pignatiello, Madre Generale delle Povere Figlie della Visitazione di Maria.

Una mattinata intensa con protagonisti i giovani che, accolti in caserma dalla Fanfara dell’8° reggimento bersaglieri, hanno vissuto insieme ai militari della “Acqui” l’emozione dell’alzabandiera carico dello stesso spirito di fratellanza e solidarietà che muove l’animo di quanti si prodigano per aiutare il prossimo.

Nella sala polifunzionale “San Gabriele”, ha poi avuto inizio l’esibizione canora alla presenza del sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno e di Sua Eccellenza Monsignor Adolfo Russo, Vicario per la cultura.

Il Generale Vittiglio, nel suo indirizzo di saluto, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa che ha unito solidarietà e canto, due aspetti strettamente collegati all’essenza stessa dell’Esercito Italiano. “All’estero spesso siamo impegnati in attività solidali e di sostegno a favore delle popolazioni, un’importante responsabilità che, a maggior ragione, non dimentichiamo in Patria rivolgendo il nostro sforzo tanto nelle operazioni Nazionali, quanto nel sostegno di chi vive, al nostro fianco, momenti di difficoltà. Il canto, dall’altro lato ci riporta alla memoria i cori dei soldati che durante la Grande Guerra si riunivano nei momenti di pausa per sentirsi più vicini a casa attraverso la musica. Musica e solidarietà per sentirsi uniti”.

In conclusione della manifestazione il Generale Vittiglio ha rafforzato la collaborazione con le Povere Figlie della Visitazione di Maria, donando loro l’attestato della raccolta alimentare.

A corollario degli eventi, sul piazzale dell’alzabandiera il personale della Caserma Cavalleri ha organizzato un circuito espositivo e dimostrativo volto a illustrare ai ragazzi e agli intervenuti alla manifestazione, i principali mezzi in dotazione alla Forza Armata.

Caserta/ Donazione di organi e tessuti. Alla “Garibaldi” un seminario informativo tenuto dall’Associazione Italiana Donatori Organi


Decidere di donare qualcosa di sé è sempre una scelta che viene fatta con il cuore e con la mente. Decidere di donare i propri organi e tessuti in caso di decesso è un atto di amore verso il prossimo, ma soprattutto di rispetto per la vita. Informarsi, scegliere e decidere come esprimersi rispetto alla donazione è un atto di responsabilità verso sé stessi e verso i familiari, poiché elaborando una posizione personale in merito alla donazione si può esser certi che la propria volontà venga rispettata sollevando, contemporaneamente, la famiglia da una scelta difficile in un momento delicato.

Pensare agli altri, dunque, pensare a qualcuno che è malato e che, se non riceverà un nuovo organo, avrà un’aspettativa di vita molto bassa. Questi i temi su cui si è svolto il convegno “Difendi la Patria, dai valore alla vita” tenuto dall’Associazione Italiana Donatori Organi (AIDO) a Caserta presso la caserma “Federico Ferrari Orsi”, sede del Comando Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, dell’8° reggimento bersaglieri e del Reparto Comando e Supporti Tattici “Garibaldi”.

Il seminario informativo, promosso dal protocollo d’intesa tra il Ministero della Difesa e quello della Salute per la promozione della cultura della donazione e del trapianto di organi, tessuti e cellule, è stato presieduto dal Generale di Brigata Nicola Terzano il quale, ad apertura lavori ne ha illustrato le finalità. I contributi dei dottori Michele Senneca, responsabile Regionale AIDO Campania e Gennaro Castaldi, responsabile Provinciale AIDO Caserta, hanno consentito agli uomini e alle donne della Garibaldi, di confrontarsi sulle tematiche legate alla donazione e sul valore sociale di un gesto così importante, una concreta opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza.

Valentina Cosco

Bari/ Brigata “Pinerolo”. Conclusa la 3^ Sessione di Integrazione Operativa (SIO)


Bari, 07 novembre 2015 – Si è conclusa la 3.a Sessione di Integrazione Operativa (SIO) condotta dalla Brigata “Pinerolo” nell’ambito della Campagna di Sperimentazione del progetto Forza NEC (Network Enabled Capability), progetto congiunto Difesa-Industria, che si prefigge lo scopo di abbattere i tempi di comunicazione e di acquisizione delle informazioni nelle operazioni militari per mezzo di nuove tecnologie informatiche.

L’attività ha visto il 31° Reggimento Carri, schierato presso il poligono di Torre Veneri (LE), l’8° Reggimento Bersaglieri e l’82° Reggimento Fanteria “Torino”, schierati presso il poligono di Chinchilla in Spagna.

Lo scopo dell’esercitazione è stato quello di acquisire un’effettiva capacità di operare in modo completamente digitalizzato, utilizzando i sistemi di Comando e Controllo, mezzi tattici nonché equipaggiamenti individuali, acquisiti nell’ambito del programma denominato “Soldato Futuro”.

Nel corso dell’attività tecnico – tattica, la sinergia tra i sistemi e i mezzi ha consentito di ottenere un flusso di comunicazioni tra Posti Comando Digitalizzati (navigazione geolocalizzata, gestione dell’osservazione, identificazione e ingaggio dei bersagli), con la conseguente conoscenza in tempo reale della situazione tattica amica e nemica.

In occasione della giornata finale si è svolta una esercitazione alla presenza del Comandante della Brigata “Pinerolo”, il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, il Generale Emilio Corbucci, direttore del programma forza NEC, il Colonnello Guido Cerioni, vice capo dipartimento per la trasformazione terreste.

​All’attività hanno partecipato anche il 9° Reggimento Fanteria “Bari”, il 7° Reggimento Bersaglieri, il 232° Reggimento Trasmissioni e il reparto comando e supporti tattici “Pinerolo”.

La redazione

Bari/ Pellegrinaggio ANB al Sacrario Militare dei Caduti di Oltremare


colonna-8°bersaglieri

Bari – E’ previsto per domenica 27 Ottobre prossimo, alle ore 10:00 il 46° pellegrinaggio dell’Associazione Nazionale Bersaglieri al Sacrario Militare dei Caduti di Oltremare di Bari, per onorare i caduti del Secondo Conflitto Mondiale e delle Missioni di Pace.

Il pellegrinaggio è dedicato al “Grande”, dice la nota, 8° Reggimento Bersaglieri decorato di ben due Medaglie d’Oro al Valor Militare.

Sono centinaia i piumati dell’ottavo che ceduti nel nord Africa, ora riposano nel Sacrario barese. Sarà presente alla manifestazione d’onore anche il Medagliere dell’Associazione Nazionale Bersaglieri.

A. C.

Afghanistan/ SMD. Cronaca mediatica dopo un attacco ad un “Lince italiano”


Ore 11:15, Domenica 9 Giugno. – Rientro in patria delle spoglie del Capitano Giuseppe La Rosa

L’aereo con le spoglie del Capitano Giuseppe La Rosa, caduto ieri in Afghanistan per mano di un estremista, atterrerà lu

pattuglia-afghanistan

nedi mattina alle ore 9:30 (verificare con COI e sala VIP) presso l’aeroporto di Ciampino.

La stampa può inviare allo Stato Maggiore Esercito la richiesta di accredito per assistere all’arrivo del feretro del Capitano La Rosa.

Indirizzo mail rassegna@esercito.difesa.it  – Telefono 366.6220805. L’accesso all’aeroporto di Ciampino è consentito entro le ore 9:10.

Ore 10:30, Sabato 8 Giugno – Afghanistan/ Attacco a militari italiani. Una vittima e tre feriti 

 Nella mattinata di oggi alle ore 10.30 locali (0700 italiane) un VTLM Lince appartenente ad un convoglio del Military Advisor Team della Transition Support Unit South (TSUS) che stava rientrando nella base di Farah, dopo aver svolto attività in sostegno alle unità dell’esercito afghano, è stato oggetto di un attacco da parte di elementi ostili a seguito del quale un militare italiano è rimasto ucciso ed altri 3 hanno riportato ferite. Sono in corso accertamenti per chiarire la dinamica dell’accaduto.

Ore 12:20, Sabato 8 Giugno – Afghanistan/ Una vittima e 3 militari italiani feriti

mappa-cartina-afghanistan

Nella mattinata di oggi alle ore 10.30 locali (0700 italiane) un VTLM Lince appartenente ad un convoglio del Military Advisor Team della Transition Support Unit South (TSUS) che stava rientrando nella base di Farah, dopo aver svolto attività in sostegno alle unità dell’esercito afghano, è stato oggetto di un attacco da parte di elementi ostili a seguito del quale un militare italiano è rimasto ucciso ed altri 3 hanno riportato ferite.

Un elemento ostile ha lanciato un ordigno esplosivo all’interno del primo dei tre mezzi del dispositivo della TSU south. Il mezzo presumibilmente rallentato dal traffico nei pressi di un incrocio dopo l’ esplosione rientrava autonomamente presso la base di Farah

Sono in corso accertamenti per chiarire la dinamica dell’accaduto. 

A seguito dell’attacco il Capitano Giuseppe La Rosa nato nel 1982 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) celibe, effettivo al 3° reggimento Bersaglieri , è deceduto sul colpo, mentre altri tre militari  rimasti feriti sono effettivi rispettivamente, al 82° Reggimento Fanteria “Torino” (Barletta) ed all’8° reggimento Bersaglieri.

I militari feriti, subito soccorsi e trasferiti all’ospedale di Farah  non versano in pericolo di vita.

Le famiglie dei militari coinvolti nello esplosione sono state avvertite.

Ore 12:30, Sabato 8 Giugno – Caduto in Afghanistan: il Capo di SMD esprime il suo cordoglio per la morte del militare italiano

Il capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, a nome delle Forze Armate e suo personale, esprime ai familiari del Capitano Giuseppe La Rosa il profondo cordoglio per la scomparsa del proprio congiunto.

L’Ammiraglio Binelli esprime inoltre al Capo di SME, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, la propria accorata tristezza e i sentimenti di vicinanza alla Forza Armata per il lutto che l’ha colpita, unitamente all’auspicio di una pronta guarigione dei militari feriti.