Archivi tag: Gen. C.A. Luigi Francesco De Leverano

San Giorgio a Cremano/ Cambio alla Divisione “Acqui. Il Gen. D. Vittiglio cede l’incarico di Comandante al Gen. D. Polli


Dopo tre anni di comando, il Generale di Divisione Antonio Vittiglio, ha ceduto la guida della Divisione “Acqui” al collega parigrado Fabio Polli. Nella sala polifunzionale della Caserma “Cavalleri” di San Giorgio a Cremano, alla presenza del Comandante del Comando delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Francesco Luigi De Leverano, delle autorità civili, militari e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, si è svolta una sobria quanto sentita cerimonia.

Il Generale Vittiglio, nel suo discorso di commiato, ha tracciato un ricco bilancio di tre anni di, “attivita’ intense e di incancellabili esperienze professionali. Profondamente onorato di aver ricevuto il comando di questa prestigiosa Grande Unita’ passata da essere un Comando di Pianificazione alla Grande Unita’ Operativa di oggi, la piu’ Grande Unita’ Complessa dell’Esercito Italiano, forte di 5 Brigate, di piu’ di ventunomila soldati e cinquecento dipendenti civili, presente con il suo personale in tutte le operazioni nazionali ed internazionali in cui la Forza Armata e’, oggi, impegnata. Questo intenso periodo – ha proseguito Vittiglio – è stato caratterizzato, soprattutto nell’ultimo anno, da profonde innovazioni legate anche al processo di riorganizzazione della Forza Armata che hanno comportato l’incremento delle competenze attribuite ed il contestuale inserimento della Divisione “Acqui” in un nuovo ed importantissimo scenario operativo.” 

Il Generale di Corpo d’Armata De Leverano, ha sottolineato gli eccellenti livelli addestrativi e operativi raggiunti dalla sua Unità, (in particolare, da quando la Divisione ha assunto la responsabilità dell’approntamento e dell’addestramento delle 5 Brigate dipendenti: Aosta, Granatieri, Pinerolo, Sassari e Garibaldi), dimostrati anche nel corso delle esercitazioni “Arcade Fusion ‘14”, “Acqui ‘15”, “Valeria Victrix ‘16” e “Steel Barrier ’17”, svolte, lo ricordiamo, in ambienti a guida sia NATO che Europea.

Al Generale Fabio Polli, successore nell’incarico, Vittiglio ha reso l’augurio fraterno di buon lavoro e di ogni meritato successo.

Polli che proviene dalla Divisione Friuli in Firenze, dove ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore e successivamente quello di Vice Comandante, ha già numerosi impegni da affrontare tra i quali: l’esercitazione Arcade Fusion della NATO che si svolgerà nel prossimo autunno e le esercitazioni nazionali che vedranno impegnate le Brigate dipendenti nella condotta e la pianificazione di operazioni militari.

Prima di congedarsi dai suoi uomini il Generale Vittiglio ha rivolto parole di ringraziamento e stima verso il suo staff, i suoi comandanti e gli uomini e le donne della Divisione “Acqui” rassicurandoli che i ricordi di questo lungo periodo rimarranno gelosamente conservati nella sua mente e nel suo cuore.

Valentina Cosco

Trapani/ 2° FOD. La visita del comandante Generale De Leverano alla Brigata Aosta


Trapani, 03 settembre 2015 – Si è conclusa oggi nella città di Trapani la visita alla Brigata Aosta del Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano. Nell’ultima ed intensa giornata sono stati i bersaglieri del 6° reggimento di Trapani gli ultimi a ricevere il Generale De Leverano. Forti di consolidata esperienza internazionale, con il loro proverbiale ed inimitabile spirito, hanno instaurato con la città di Trapani un rapporto “unico” in termini di costante collaborazione. Recentemente impiegati a Roma, dove hanno presidiato degli obiettivi sensibili, individuati dall’Autorità di pubblica sicurezza, nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” hanno ricevuto parole di apprezzamento per come hanno svolto il servizio.  A Trapani il Generale De Leverano ha incontrato anche il Prefetto della città, Dott. Leopoldo Falco, ed il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale Tullio Del Sette, presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani.

Nella città di Palermo il Generale De Leverano ha visitato il reggimento Lancieri di Aosta (6°) nella sua dislocazione ai piedi di Monte Pellegrino. Unità più volte impiegata nell’ambito delle missioni internazionali e protagonista, in particolare, dell’attività che ha visto l’Esercito in prima linea durante il naufragio del 3 ottobre 2013 a Lampedusa.

I Lancieri supportano, inoltre, i bambini diversamente abili con sedute di ippoterapia presso il centro ippico militare del Reggimento. Nella città di Palermo ha, inoltre, visitato il 4° reggimento genio ed il reggimento Logistico. Due unità fondamentali che, grazie alle loro capacità “dual-use”, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano, a supporto della comunità nazionale, come già avvenuto, peraltro, a Palermo con la costruzione del ponte Bailey sul fiume Oreto per ripristinare la viabilità cittadina.

Nei giorni scorsi il Comandante del 2° FOD, ha visitato il Comando della Brigata Aosta, forte di ben 8 Reparti dipendenti, nella sede storica di Palazzo S. Elia a Messina dove, accompagnato dal Comandante dell’Aosta, Generale di Brigata Mauro D’Ubaldi, ha incontrato lo “staff” che ha appena concluso l’attività di approntamento ed è pronto ad essere impiegato in Afghanistan.

Sempre a Messina, il Cte del 2° FOD ha visitato il 24° reggimento artiglieria, unità che dopo l’impiego in T.O. kosovaro, ha tenuto la responsabilità del raggruppamento Calabria e Sicilia orientale, nell’ambito dell’operazione strade sicure, per oltre un anno, ed il 5° reggimento fanteria “Aosta” che ha appena concluso l’approntamento  per l’impiego fuori area.  La permanenza a Messina si è conclusa con l’incontro con il Prefetto, Dott. Stefano Trotta.

Nella sede di Catania, il Comandante del 2° FOD ha visitato il 62° reggimento fanteria “Sicilia”, unità subentrata al 24° rgt al comando del Raggruppamento strade sicure della Sicilia orientale e della Calabria nel cui ambito i fanti del 62° si sono particolarmente distinti, nell’ultimo periodo, intervenendo in concorso con le Forze di Polizia per contrastare la criminalità organizzata ed, in un caso particolare, a portare in salvo gli occupanti di un’imbarcazione trovatasi in gravi difficoltà.

I militari della Brigata Aosta sono impiegati nell’operazione “Strade Sicure”, nella vasta area, compresa tra Lampedusa e Crotone, dove insistono Centri di Accoglienza Richiedenti Asilo e Centri di Identificazione ed Espulsione tra i più “sensibili” del territorio nazionale, oltre a presidiare altri obiettivi individuati dalle Prefetture locali.

BARI/ IL COMANDANTE DEL 2° COMANDO DELLE FORZE DI DIFESA VISITA LA BRIGATA PINEROLO


Bari, 26 agosto 2015 – Il Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano è in visita alla Brigata Pinerolo.

Il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, Comandante la Brigata “Pinerolo”, ha accompagnato l’Ufficiale Generale nella sua prima visita allo Staff del Comando e presso i Reparti dipendenti.

Sono ben sette i reggimenti che attualmente costituiscono la grande Unità dislocati su tutto il territorio pugliese dalla Capitanata al Salento. L’occasione è stata propizia anche per effettuare un punto di situazione sul progetto che vede i militari della “Pinerolo” operare utilizzando i nuovi materiali ed equipaggiamenti in grado di assicurare il collegamento diretto e immediato con il centro decisionale condividendo informazioni e dati. Tale programma, ambizioso e innovativo, costituisce la punta di diamante dell’intero sistema di modernizzazione della componente terrestre della Difesa e vede proprio la Brigata “Pinerolo” responsabile delle attività di sviluppo e sperimentazione.

Oggi il Generale De Leverano ha visitato anche il C.A.R.A. e il C.I.E. di Bari Palese, strutture presso le quali i militari della grande Unità garantiscono la sicurezza nel contesto dell’Operazione Strade sicure. Nell’arco della giornata ha incontrato il Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano. Durante l’incontro si è convenuto su come la Brigata “Pinerolo”, con i suoi oltre 5.500 militari e relative famiglie, rappresenti una importante realtà perfettamente integrata nel tessuto socio – economico della Puglia.

La giornata è proseguita con la visita al 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura e al 31° reggimento carri di Lecce della Scuola di Cavalleria (che attualmente dipende funzionalmente dalla “Pinerolo” per gli aspetti connessi con la sperimentazione delle componenti che costituiranno i futuri equipaggiamenti della Forza Armata).

La visita proseguirà il 27 Agosto presso il 9° Reggimento Fanteria “Bari” con sede a Trani e l’82° Reggimento Fanteria “Torino” con sede a Barletta, quest’ultimo è stato il primo reparto in Italia ad essere alimentato con il nuovo Veicolo Blindato Medio a 8 ruote motrici denominato “Freccia”, mezzo con cui il reggimento ha anche preso parte all’Operazione “ISAF” in Afghanistan e che attualmente è in dotazione a tutti i reggimenti della Brigata. Presso la sede dell’ 82° reggimento l’Ufficiale Generale incontrerà il Sindaco della città di Barletta Dott. Pasquale Cascella.

La visita si concluderà venerdì 28 agosto a Foggia dove il Comandante del 2° FOD visiterà il 21° reggimento Artiglieria “Trieste”, unità che attualmente è responsabile del Raggruppamento “Puglia” nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, e l’11° reggimento Genio Guastatori.

Questo ultimo reparto nel weekend di ferragosto è intervenuto con i propri mezzi tecnici nell’alluvione in Calabria a Rossano Calabro e Corigliano. I reggimenti genio grazie alla loro capacità “dual-use”, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.