Archivi tag: Polizia di Stato

L’impegno delle Forze Armate nelle zone del sisma e del maltempo


Roma, 20 Gennaio 2017 – Come preannunciato nella giornata di ieri, continua l’afflusso di personale e mezzi delle Forze Armate nelle aree colpite dal sisma e dal maltempo, sulla base delle richieste avanzate dalla Protezione Civile.

Il personale complessivamente impiegato ha raggiunto le 3.000 unità circa e poco meno di un migliaio sono i mezzi schierati, tra quelli speciali del genio a quelli ruotati e cingolati. Il numero di elicotteri disponibili, invece, si è elevato a 31 ed è iniziato il loro utilizzo, inibito purtroppo nell’immediatezza dell’emergenza a causa delle condizioni meteorologiche avverse. Questa mattina, ad esempio, i soli velivoli dell’Aeronautica Militare hanno assicurato 14 sortite per trasporto di personale, di equipaggiamenti e di materiali di prima necessità. Particolarmente utile e apprezzato il lavoro delle squadre militari specializzate in meteorologia della neve, che consentono un costante aggiornamento del rischio valanghe nell’area.

Numerosi gli interventi effettuati dalle Forze Armate, su disposizione della Protezione Civile, per contribuire ad alleviare i disagi e le difficoltà delle popolazioni. Oltre 30 frazioni rimaste isolate a causa del maltempo sono state raggiunte in queste ore grazie all’utilizzo dei mezzi speciali sgombraneve di cui dispongono le Forze Armate, che hanno consentito il ripristino della viabilità lungo le principali arterie per un totale di 60 km. Da questa mattina sono pienamente operative le squadre di soccorso alpino dell’Esercito, così come sono disponibili team per lo sgombero sanitario d’urgenza, in grado di intervenire tempestivamente anche nei luoghi più isolati grazie al trasporto a mezzo elicottero: si tratta di personale altamente specializzato, che ha maturato particolari esperienze nei più disparati Teatri d’Operazione all’estero.

Durante la scorsa notte una squadra di soccorso del 9° reggimento alpini, utilizzando un mezzo di trasporto cingolato BV206, ha raggiunto l’area dell’Hotel Rigopiano e sta partecipando alle attività di sondaggio e ricerca lungo il fronte della valanga. La Marina, invece, continua l’approntamento di personale della Brigata San Marco, che è pronta a inviare sul posto, insieme a ulteriori elicotteri, laddove ve ne fosse la richiesta da parte della Protezione Civile.

Gli uomini e le donne con le stellette stanno operando in condizioni difficili, fianco a fianco con la Protezione Civile, con i Vigili del Fuoco, con la Polizia di Stato, con la Guardia di Finanza e con tutti gli enti che fanno parte della grande macchina dei soccorsi.

Galleria fotografica

Trapani/ 6° Bersaglieri. Il Reggimento organizza il Brevetto Sportivo Tedesco


Trapani 16 maggio 2014: Si è svolta il 13 e 14 maggio 2014, presso le strutture del CONI di Trapani, la sessione di prove atletiche per il conseguimento del Brevetto Sportivo Tedesco. L’evento, è stato organizzato dal 6° Reggimento Bersaglieri e, destinato a tutto il personale delle varie FF.AA. e Forze di Polizia della provincia di Trapani.

Le prove, dirette dal certificatore (Prufer) nazionale per l’Ente Federale Sportivo ed Olimpico Tedesco (DOSB), Tenente Colonnello della G.d.F. Angelo Raffaele Pisani, sono state svolte per verificare i parametri di resistenza aerobica e muscolare, forza, velocità e coordinazione.

Gli esercizi ginnico-sportivi hanno compreso il salto in alto, salto in lungo, corsa 3000 metri, salto da fermo, lancio del peso e 25 metri di nuoto. Su una partecipazione di 70 atleti, sono stati emessi 22 medaglie d’oro, 34 d’argento e 6 di bronzo. Alla cerimonia di consegna dei brevetti, alla quale ha partecipato anche il Presidente provinciale del CONI Salvatore Castelli, il Colonnello Mauro Sindoni, Comandante del 6° Reggimento Bersaglieri, si è complimentato per l’ottima riuscita dell’iniziativa.

Il Deutches Sportabzeichen (DSA), fu istituito nel 1913 nell’allora Impero Bismarkiano con lo scopo di far fare regolare attività fisica alla popolazione. Circa 1 milione di Tedeschi ogni anno, di cui 30.000 militari, conseguono il brevetto. Sono invece oltre 26 milioni quelli conseguiti dalla istituzione del DSA. Dal 2003, oltre 4500 militari appartenenti a tutte le Forze Armate hanno conseguito l’ambito brevetto.

 

Foggia/ Operazione “Strade Sicure”. La Pinerolo sostituisce la Marina Militare presso i CARA e i CIE in Puglia


Foggia, 23 aprile 2014.Ieri, personale della Brigata “PINEROLO” ha avvicendato la Marina Militare che, dall’inizio dell’operazione “Strade Sicure” nel 2008, ha prestato servizio presso i CARA (Centro d’Accoglienza Richiedenti Asilo) ed i CIE (Centro Identificazione ed Espulsione) dislocati a Bari e Brindisi.

In particolare, militari dell’82° Reggimento “TORINO”, di  Barletta, e del 10° Reggimento Trasporti, di Bari, hanno assunto la responsabilità di affiancare le Forze di Polizia nel controllo del CARA e del CIE di Bari, mentre il Reparto Comando della Brigata presso il CIE di Brindisi.

Il Raggruppamento Interforze su base 21° Reggimento Artiglieria Terrestre “TRIESTE” di Foggia, della Brigata “PINEROLO”, comandato dal Col. Gaetano RICCIARDELLI, è responsabile dell’operazione “Strade Sicure” in Puglia dal 29 dicembre 2011.

Significativi sono i risultati conseguiti dall’assunzione di responsabilità dell’operazione da parte del 21° Reggimento, in particolare sono state effettuate 16673 pattuglie congiunte con le Forze di Polizia, controllate 111985 persone, 284 accompagnate in questura, 67 indagate in stato di libertà, 178 denunciate e 58 tratte in arresto. Inoltre  sono stati controllati 11800 veicoli, rinvenuti 50 veicoli rubati, sequestrati 77 ed elevate 797 contravvenzioni per violazioni del Codice della Strada.

 

San Giorgio a Cremano/ “Terra dei Fuochi”. L’Esercito impegnato in una nuova Operazione a tutela dell’Ambiente


San Giorgio a Cremano (NA), 07 aprile 2014. Sono 100 gli uomini e le donne dell’Esercito impiegati nell’operazione “Strade Sicure” in Campania che, da questa mattina, hanno iniziato i pattugliamenti nell’area denominata “Terra dei fuochi”.

I settori d’intervento sono stati indicati dalle Prefetture di Napoli e Caserta ed assegnati al Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°) di Salerno, della Brigata “Garibaldi”, già responsabile del Raggruppamento Campania per l’operazione “Strade Sicure”.

I compiti assegnati sono quelli di pattugliare le aree individuate all’interno dei comuni che hanno sottoscritto il patto della “Terra dei fuochi” per prevenire e reprimere i reati ambientali, in particolare lo sversamento incontrollato di rifiuti ed i conseguenti roghi illegali.

I militari, appartenenti ai reparti della Brigata “Garibaldi”, sono giunti in rinforzo agli oltre 540 soldati del 19° reggimento già impegnati sulle territorialità delle città di Napoli e Caserta per la lotta alla malavita e da oggi per completare il contingente a disposizione delle Prefetture contro i reati ambientali.

Le pattuglie dell’Esercito operano in stretta collaborazione con le forze di Polizia e sono coordinate dal 2° Comando delle Forze di Difesa (2°FOD) di San Giorgio a Cremano, Comando dell’Esercito che gestisce circa 3.000 (tremila) uomini impegnati nell’operazione “Strade Sicure” nel centro-sud Italia.

L’operazione, iniziata il 4 agosto 2008, vede impegnati oltre 4000 militari dell’Esercito in concorso alle Forze di Polizia su tutto il territorio nazionale da Chiomonte a Lampedusa, con compiti di vigilanza e sorveglianza agli obiettivi sensibili (porti, aeroporti, ambasciate ecc) e di contrasto alla criminalità nelle principali aree urbane del Paese.

 

 

San Giorgio a Cremano/ Terra dei Fuochi. Ecco i primi risultati


San Giorgio a Cremano (NA), 10 aprile 2014– Si registrano i primi risultati nella “Terra dei Fuochi” dopo l’intervento dell’Esercito.

In particolare, durante la scorsa notte gli uomini del Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°) sono intervenuti per un rogo nei pressi del campo rom sul territorio di Melito di Napoli.

La segnalazione è partita da alcuni residenti che hanno informato la pattuglia, che giunta sul posto, ha messo in atto le procedure d’intervento ed allertato i Vigili del Fuoco e le Forze di Polizia.

Questo intervento si aggiunge a due episodi avvenuti nella giornata di lunedì 7 aprile scorso, il fermo di una donna che sversava rifiuti in una discarica abusiva e lo spegnimento di un rogo nei pressi di un’abitazione privata.

La donna è stata fermata, identificata da una pattuglia nel comune di Giuliano e consegnata alla Polizia di Stato per i provvedimenti di competenza.

Sempre nello stesso comune, i militari sono intervenuti per un rogo che stava minacciando un’abitazione privata e con i vigili del fuoco hanno provveduto allo spegnimento prima che l’incendio potesse causare seri problemi.

Si registra anche una maggiore collaborazione dei cittadini che oltre ad esprimere la loro soddisfazione al controllo di aree periferiche segnalano la progressiva eliminazione degli sversamenti illegali nelle discariche non autorizzate lungo gli itinerari delle pattuglie dei militari dell’Esercito.