Archivi tag: cooperazione italiana

Serbia/ Alluvione. I primi soccorsi grazie alla cooperazione italiana: gommoni e beni primari. Importanti le notizie dai blog. Segnalata l’assenza delle prime informazioni dai Media nazionali e internazionali


L’ambasciata d’Italia in Serbia questa sera è riuscita a consegnare alla raccolta umanitaria avviata dall’emittente televisivo b92 un grosso quantitativo di generi alimentari di prima necessità acquistati con le offerte dei dipendenti stessi dell’Ambasciata, fortemente provati dalla catastrofe che ha colpito il paese.

Grazie al pronto lavoro dei nostri uffici a Belgrado poi, dalla Cooperazione Italiana sono finalmente giunti in soccorso gommoni ed altri beni primari, insieme con la ricca somma di 200mila euro destinati ad aiutare le diverse comunità a fronteggiare le spese necessarie per uscire da questa difficile situazione.

Un ringraziamento caloroso a tutti coloro i quali ci hanno aiutato a far sentire la nostra voce e quella del popolo serbo in Italia dove i media principali ancora non si erano visti.

Jessica Cassan

El Salvador/ Cooperazione italiana. Il Sottosegretario Giro inaugura l’ospedale rurale di Chalchaupa realizzato dalla


 “un primo esempio di sanità nella regione per garantire l’accesso sanitario universale”.

San Salvador 17 Luglio 2013 – Il Sottosegretario Giro, insieme al Ministro della Salute di El Salvador, Maria Isabel Rodriguez, ha inaugurato l’ospedale rurale di Chalchaupa, realizzato con un programma di 2,5 milioni di dollari della cooperazione italiana del 2009. Oltre all’ospedale è stata finanziata la formazione di un’unità sanitaria che assiste 600 nuclei familiari nelle zone rurali e 1800 nelle aree urbane.

“L’Italia sostiene la scelta della riforma sanitaria di El Salvador che punta a ridurre le diseguaglianze tra città e campagne e a garantire l’accesso gratuito” ha dichiarato il sottosegretario.

Tunisia/ Confermano impegno contro traffico esseri umani.


Esteri (Farnesina) – Il sostegno dell’Italia, dell’Europa e della comunità internazionale ai percorsi di transizione democratica dei Paesi della Primavera Araba e la collaborazione nella prevenzione e nel contrasto ai traffici di esseri umani nel Mediterraneo sono stati i temi principali al centro dei colloqui di questa mattina alla Farnesina tra il Ministro degli Esteri Giulio Terzi ed il suo collega tunisino Rafik Abdessalem.

Il Ministro Terzi ha ribadito al suo omologo la ferma volontà italiana di sostenere il percorso di transizione democratica in Tunisia, verso il rafforzamento di un sistema fondato sul pieno rispetto dei diritti fondamentali della persona. Un sostegno che si concretizza, tra l’altro, con gli interventi della Cooperazione Italiana per la crescita dell’occupazione e lo sviluppo delle piccole e medie imprese e si inquadra nella Dichiarazione Congiunta firmata dai due Ministri lo scorso 16 maggio, che ha istituito un Partenariato Strategico Rafforzato tra i due Paesi.

Al Ministro Abdessalem, che dopo la tappa a Roma si recherà a Lampedusa, il Ministro Terzi ha rinnovato il cordoglio e la solidarietà per la tragedia del recente naufragio che ha causato la morte di un numero ancora imprecisato di cittadini tunisini. Il Ministro Abdessalem ha da parte sua ringraziato Terzi per l’impegno delle autorità italiane nel soccorso ai naufraghi. A seguito di una chiamata di soccorso i mezzi navali ed aerei della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza sono partiti per prestare aiuto ai naufragi. Grazie al pronto intervento di questi mezzi e di tre navi della NATO, una italiana, una tedesca ed una turca, è stato possibile salvare 56 tunisini. Un elicottero è stato impiegato per il trasporto d’emergenza dei feriti.

I due ministri hanno confermato la priorità che i rispettivi governi attribuiscono alla collaborazione nella prevenzione e contrasto al fenomeno del traffico di esseri umani al fine di evitare il ripetersi di questi drammatici eventi. (MAE)

Siria/ Emergenza umanitaria. Con Alpini dell’ANA, è partito l’ospedale da campo italiano. Curerà cento pazienti al giorno


Alpini_SK_2012_02
Alpini_SK_2012_02 (Photo credit: Sandy Kirchlechner)

Roma 03 Luglio 2012 – E’ partito questa mattina dall’aeroporto di Orio al Serio (Bergamo) il volo che trasporta l’ospedale da campo italiano che garantirà assistenza medica agli oltre 25.000 fuoriusciti siriani rifugiatisi in Giordania. Continua a leggere Siria/ Emergenza umanitaria. Con Alpini dell’ANA, è partito l’ospedale da campo italiano. Curerà cento pazienti al giorno

Kosovo/ Latiano. Il punto su Telerama a “Andata e ritono” con il Ten. Col. Legrottaglie e con il Sen. CAFORIO (IdV)


Questo slideshow richiede JavaScript.

Latiano (Br) – Pristina (Kosovo), 17 maggio 2012. Come si è evoluta l’immagine del Kosovo oggi dopo tredici anni dalla fine della guerra e quattro dalla proclamazione unilaterale dell’indipendenza? Quale futuro per i serbi di Kosovka Mitrovica, la città divisa in due come ai tempi della Guerra Fredda? Quali speranze per il giovane paese balcanico in cui la disoccupazione giovanile sfiora il 73%? Perché il Contingente Militare italiano è stato raddoppiato a Pasqua senza che in Italia se ne parlasse? A cosa servivano le missioni dei droni partiti dall’aeroporto militare di Foggia durante questa primavera? A che punto sono giunti i progetti di sviluppo legati alla cooperazione italiana e internazionale? L’eventuale vittoria al ballottaggio del conservatore Tomislav Nikolic in Serbia come influirà nella soluzione della questione del Kosovo?

Queste sono solo alcune delle tante domande a cui si tenterà di dare risposta durante il programma “Andata e Ritorno” in onda su TELERAMA 1 Venerdì 18 maggio, alle ore 21.

Negli studi dell’emittente salentina saranno ospiti:

  • Fabia MARTINA, Dottore in conservazione e valorizzazione del Patrimonio Culturale, originaria di Felline;
  • Paolo INNO, giornalista free lance di Taranto;
  • Ten. Col. EI Vincenzo LEGROTTAGLIE, già portavoce del Contingente Militare italiano in Kosovo, originario di San Vito dei Normanni.

Il programma conterà anche sulla partecipazione del Senatore Giuseppe CAFORIO (IdV) recentemente tornato da una visita parlamentare in Kosovo dove ha incontrato le autorità politiche del neonato stato balcanico, i kosovari di etnia serba di Gorazdevac, l’ambasciatore d’Italia, i militari, gli avieri e i carabinieri del Contingente Militare italiano, il comandante tedesco della KFOR (Kosovo Force), i responsabili delle principali organizzazioni internazionali quali OSCE ed EULEX, i salesiani della scuola “Don Bosco” di Pristina e alcuni operatori della cooperazione internazionale.

“Andata e ritorno” Su Telerama 1, Venerdì 18 maggio 2012, ore 21.