Archivi tag: calendario

Kosovo/ Il Natale si festeggia due volte


Decane/Decani, (RKS), 7 gennaio 2012. Oggi in Kosovo si festeggia il Natale ortodosso. Lo slittamento di data è dovuto al fatto che la chiesa serbo-ortodossa continua ad utilizzare il calendario giuliano e non quello gregoriano. Per quanto riguarda le tradizioni, si possono individuare alcune costanti, che nei secoli hanno subito un processo di cristianizzazione, ma che risalgono a tempi remoti. In tutte le regioni della ex-Jugoslavia le celebrazioni del Natale sono riferite ad un particolare culto degli alberi che testimonia uno stretto rapporto con la natura di una società agro-pastorale antica.

Al Patriarcato di Peja/Pec la sera della vigilia un tronco tagliato da un albero, il ceppo di  Natale (badnjak), è situato sul fuoco. Questo albero giovane, di solito quercia, è simbolo di Cristo e del suo ingresso nel mondo. L’ardere del ceppo natalizio rappresenta il calore dell’amore di Cristo per l’umanità. C’è un’altra interpretazione: la vigilia di Natale è un annuncio della sofferenza di Gesù sulla sua Croce.

Alla solenne celebrazione del Natale presso il Monastero di Visoki a Decani hanno presso parte numerose autorità politiche, diplomatiche, militari della KFOR e i fedeli ortodossi del Kosovo. La sicurezza al normale svolgimento della festività è stata garantita dagli uomini e dalle donne del Multinational Battle Group West (MNBG W) di Peja/Pec, a guida italiana e agli ordini del Col. Andrea BORZAGA. Il servizio è stato svolto in collaborazione con la polizia di EULEX (European Union Rule of Law Mission in Kosovo).

Il MNBG W è composto da militari italiani, sloveni, austriaci e svizzeri. Dal 15 novembre del 2011, il Kosovo Occidentale, è sotto la responsabilità è del 2° Reggimento Artiglieria Terrestre (alpino) “VICENZA” con sede nella caserma “PIZZOLATO” di Trento. Altri reparti che contribuiscono al Contingente militare italiano nel paese balcanico sono il 10° Reggimento Trasporti di Bari e il 232° Reggimento Trasmissioni di Avellino.

Fonte: KFOR MNBG-W, Public Affairs Office – COMUNICATO STAMPA – 07 gennaio 2012

Contatti:
Ten. Col. Vincenzo LEGROTTAGLIE
Cell. (0039) 049-773403 email: itpio_kfor@yahoo.it
“Villaggio Italia” Pec/Peja-Kosovo

CalendEsercito/ CME “Puglia”. Un anno con l’Esercito del 2012


In foto, del 10 dicembre 2009, di Antonio Conte: Comandnete CME “PUGLIA”, Gen. B. Emanuele Sblendorio

Caricato da in data 14/dic/2011 – Presentato a Bari il Calendario 2012 dell’Esercito italiano, tutto incentrato sulla tecnologia a disposizione dei militari italiani. http://www.antennasud.com

L’Esercito del Duemila (anzi, del Duemiladodici) nelle pagine del nuovo calendario della Forza Armata, presentato a Bari nella Caserma Picca dal comandante regionale pugliese, il Generale di Brigata Emanuele Sblendorio. Nuove apparecchiature all’avanguardia sia per il combattimento che per la logistica di intervento, che dimostrano l’alto grado di preparazione dei militari italiani.

L’incontro con i giornalisti è stato anche un’occasione per fare il punto sull’attività dei militari di stanza in Puglia impegnati nei vari teatri operativi a livello mondiale.

Andrea Tedeschi

Fonte: http://www.antennasud.com/sezioni/news/attualita/presentazione-calendesercito-2012/

EI/ Presentazione del CalendEsercito 2012


E’ passato un altro anno, e l’Esercito si appresta a presentare il nuovo calendario. Il sito di riferimento è http://www.paparoedizioni.it, non farti sfuggire l’opportunità di acquistare o regalare il  CalendEsercito 2012, fondamentale strumento di comunicazione ideato dallo Stato Maggiore Esercito, che sarà presentato al pubblico il 20 ottobre 2011. 

Quest’anno lo potrai acquistare in libreria, e sempbra anche in altri punti che saranno resi noti probabilmente alla presentazione.

L’opera è stata realizzata nel rispetto della tradizione, ovvero con formato reggimentale dotato di apposito laccetto con un poster centrale celebrativo. Il costo di copertina al pubblico è di  € 7,00.

Sul sito indicato sono riportate le modalità di inoltro dell’ordine e di pagamento.

Antonio Conte