Archivi tag: Sen. Roberta Pinotti

Roma/ Difesa. Workshop con il Ministro Pinotti “L’Evoluzione del Peace-Keeping. Il ruolo dell’Italia”.


Ministro PinottiROMA, 21 – 22 E 26 – 27 APRILE 2016 – Presso il Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) – Palazzo Salviati, nelle giornate del 21, 22 e del 26 e 27 aprile, avrà luogo il workshop dal titolo “L’evoluzione del Peace-Keeping. Il ruolo dell’Italia”.

Parteciperanno in qualità di relatori il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, autorità militari e civili, dei Dicasteri di interesse e del mondo accademico. I lavori saranno chiusi il prossimo 27 aprile dal Ministro Roberta Pinotti.

Il convegno si propone di analizzare e approfondire l’approccio nazionale al Peacekeeping, evidenziando la validità del modello gestionale ed operativo  e il ruolo delle Forze Armate, che pone l’Italia quale primo contributore alle missioni delle Nazioni Unite tra i paesi occidentali.

Un settore importante che verrà esaminato attraverso sei tematiche principali:

  • “Principi e sfide del peace-keeping”,
  • “Le sfide per il peace-keeping nel mutamento degli scenari”,
  • “La proposta italiana per i caschi blu della Cultura”,
  • “Peace-keeping e violazione dei diritti umani” ed infine
  • “Peace-keeping, diritti umani e sicurezza” e
  • “Profili giuridici ed applicativi del peace-keeping”.

I lavori del convegno saranno aperti dal Generale C.A. Massimiliano Del Casale, Presidente del CASD.

BROCHURE CASD

Roma/ Difesa, Trasporto Aereo. Operativa la partecipazione dell’Italia nel Comando Europeo


Il pooling e sharing degli aerei militari di sette paesi europei consentirà risparmi sui costi di gestione

Martedì, 12 gennaio avrà luogo formalmente il passaggio di gran parte della flotta dei velivoli da trasporto, rifornimento in volo ed evacuazione medica dell’Aeronautica Militare italiana sotto il controllo operativo del Comando Europeo per il Trasporto Aereo (European Air Transport Command – EATC), il comando multinazionale che dal 2010 gestisce ed impiega i velivoli messi a disposizione dai Paesi che aderiscono a questa iniziativa europea.

L’ingresso dell’Italia nell’EATC è avvenuto ufficialmente il 4 Dicembre 2014 a seguito della sottoscrizione da parte del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti, del documento che ha sancito l’adesione dell’Italia all’accordo a cui partecipano Francia, Germania, Olanda, Belgio, Lussemburgo e Spagna.

L’Aeronautica Militare, effettuerà il “trasferimento di autorità” all’EATC di 31 velivoli tra C- 27J, C-130J e KC 767, appartenenti alla 46^ Brigata Aerea di Pisa e al 14° Stormo di Pratica di Mare, dipendenti dal Comando delle Forze di Supporto e Speciali, con la possibilità di riassumere il controllo dei velivoli, qualora si rendesse necessario per le esigenze nazionali, grazie al previsto meccanismo di revoca del trasferimento di autorità (Revoke Transfer of Authority).

Il Comando Europeo per il Trasporto Aereo, situato ad Eindhoven (NL), si può inquadrare nell’ambito della Politica di Sicurezza e di Difesa Comune e rappresenta un modello di riferimento senza precedenti, perché consente di applicare il concetto di ‘pooling & sharing’ al settore del trasporto aereo militare. Tale concetto nasce con lo scopo di migliorare e ottimizzare la gestione delle risorse disponibili, grazie alla standardizzazione delle procedure ed all’impiego di una flotta comune più vasta di quelle dei singoli paesi, consentendo notevoli risparmi anche sul fronte finanziario.

L’adesione italiana all’EATC rappresenta un risultato tangibile che valorizza le capacità di trasporto aereo militare e rifornimento in volo nazionale – in particolar modo quelle d’eccellenza – quali il trasporto in alto bio-contenimento – “trasformandole” in crediti esigibili con vettori di altre nazioni europee partecipanti. Tutto ciò assicura una maggiore flessibilità operativa e il contenimento dei costi, riducendo la necessità di ricorrere all’outsourcing tramite ad esempio velivoli commerciali nei casi di indisponibilità di idonei vettori nazionali.

Sarà possibile quindi accedere a capacità di trasporto oversize (ossia di carichi eccezionali), assicurare maggiore corrispondenza tra tipo di velivolo e caratteristiche della richiesta di trasporto, con un sostanziale miglioramento del rapporto costo-efficacia nell’intero settore.

Roma/ Il Ministro Pinotti apre i lavori del Congresso storico sul ruolo delle donne nel primo conflitto mondiale


Ministro PinottiRoma – Il Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano inaugureranno i lavori del congresso di studi storici e internazionali dal titolo “Le donne nel primo conflitto mondiale: dalle linee avanzate al fronte interno. La Grande Guerra delle Italiane” che si svolgerà dal 25 al 26 novembre prossimi, presso il Centro alti studi per la Difesa (CASD).

Obiettivo del congresso, organizzato dall’Ufficio storico dello Stato Maggiore della Difesa con il supporto dell’università La Sapienza di Roma e La Cattolica di Milano, è quello di approfondire il ruolo delle donne nella Prima Guerra Mondiale, mettendo in luce come questa guerra non sia stata combattuta solo dai soldati in prima linea ma anche da quanti erano nelle retrovie. Le donne, infatti, sono state fortemente impegnate nel cosiddetto “fronte interno”, nelle fabbriche e nelle officine, nei campi e nei servizi con una improvvisa rottura dei ruoli tradizionali.

Gli interventi che si susseguiranno nelle due giornate mireranno a evidenziare l’importanza dell’apporto delle donne allo sforzo bellico restituendo loro una memoria troppo a lungo rimossa.

programma%20congresso%20-A4%20-a%2013nov2015

Roma/ Conferenza di Diritto Internazionale Umanitario “INTERNATIONAL HUMANITARIAN LAW AND MODERN WARFARE”


angelinoalfanoministroRoma, 23 Ottobre 2015 – Presso l’Aula Magna della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Paolo Gentiloni, del Ministro degli Interni, On. Angelino Alfano, del Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, del Presidente della Corte Internazionale di Giustizia, S.E. Ronny Abraham, del Procuratore Capo della Corte Penale Internazionale S.E. Fatou Bensouda, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Claudio Graziano e del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, si è svolta la conferenza di diritto internazionale umanitario dal titolo “International Humanitarian Law and Modern Warfare”.

Il prestigioso incontro cui prendono parte importanti relatori del mondo istituzionale ed accademico, nonché professionisti della materia e studenti universitari, è stato aperto dal Generale Tullio Del Sette che ha rivolto un indirizzo di saluto alle personalità presenti e a tutti i convenuti.

Hanno successivamente preso la parola il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Paolo Gentiloni e il Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti.

Il Presidente della Corte Internazionale di Giustizia ha quindi dato inizio ai lavori illustrando sinteticamente lo svolgimento della conferenza, articolata su 4 panel nel formato tavola rotonda/dibattito in plenaria.

I primi due panel, nel pomeriggio odierno, hanno come tema “Law of Weaponry and New Technology” e “Interaction between International Humanitarian Law and International Human Rights in the Context of Modern War”, ossia il rapporto tra le nuove tecnologie belliche e il diritto internazionale umanitario e i diritti umani, e l’interazione di questi ultimi nel contesto delle moderne guerre. 

Tematiche che spazieranno dalla protezione dell’ambiente e l’utilizzo dei moderni strumenti bellici al rapporto tra il contrasto al terrorismo e il diritto umanitario internazionale. L’odierna giornata si concluderà con l’intervento del Ministro dell’Interno, On. Angelino Alfano. 

La mattinata del 24 ottobre è proseguita con gli ultimi due panel di discussione dal titolo “Judicial development in International Humanitarian Law” e “Modern Warfare and General International Humanitarian Law Principles Governing the conduct of hostilities”, in cui verranno analizzati gli sviluppi e i principi di diritto internazionale umanitario che governano la conduzione delle ostilità nei conflitti moderni. Al termine dopo l’intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha fatto seguito quello del Procuratore Capo della Corte Penale Internazionale, S.E. Fatou Bensouda, che ha chiuso i lavori. 

Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri ha rivolto infine il proprio saluto a tutti gli intervenuti, sottolineando l’importanza dell’iniziativa su tematiche che assumono sempre maggiore rilevanza nell’attuale quadro geo strategico internazionale, dove l’impegno dell’Arma dei Carabinieri e delle altre Forze Armate italiane sotto egida ONU, NATO e UE diventa ancor più indispensabile nei vari processi di stabilizzazione.

La redazione

Roma/ CASD. Cerimonia di apertura dell’anno accademico 2015-2016


Ministro PinottiRoma – Domani, 5 novembre 2015, presso Palazzo Salviati, sede del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), avrà luogo la Cerimonia di Apertura dell’Anno Accademico 2015/2016 per la 67^ Sessione Ordinaria e la 15^ Sessione Speciale dell’Istituto Alti Studi per la Difesa (IASD) e per il 18° Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI], alla presenza del Ministro della Difesa Sen. Roberta PINOTTI, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. C.A. Claudio GRAZIANO, del Presidente del Centro Alti Studi per la Difesa, Gen. C.A. Massimiliano DEL CASALE, e di alte Autorità civili, religiose e militari.

Alla Cerimonia interverrà l’Ambasciatore Michele VALENSISE, Segretario Generale del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con una Lectio Magistralis sul tema afferente al fenomeno dell’immigrazione di massa ed alle sue implicazioni nel sistema sociale dei Paesi dell’Unione Europea.