Dossier "Iraq"

Kurdistan iracheno/ Contingente italiano Task Force “Erbil”. Ecco la visita del Ministro della Difesa Roberta Pinotti


Erbil, 16 luglio 2015 – In queste giornate di caldo da record le istituzioni della Difesa tutte non smettono il loro impegno a vantaggio della sicurezza Europea e degli stati più a rischio, se non altro per la vicinanza più di altri stati, come Malta, Cipro, la Grecia e l’Italia stessa. Qui in redazione, mentre scriviamo, è appena giunta la notizia di RAInews dell’allarme bomba nella metro sotto la sede del Consiglio UE, poi rivelatasi un falso allarme. Non era invece un falso allarme l’attacco alla nave egiziana.

Ora si può comprendere bene come il “dovere di accoglienza” del flusso ininterrotto persone, quali migranti africani, che approdano alle coste italiane e risalgono la penisola verso posti meno bellicosi, si deve necessariamente sposare -secondo l’opinione di chi scrive –  al dovere di intervento formativo degli alleati Curdi per la Sicurezza. Sicurezza che a buon diritto potremmo anche dire della nostra, e si spera delle loro futura, Democrazia di cui (pare) siamo tanto orgogliosi: orgoglio che emerge concreto e prepotente se filtrato quando porgiamo lo sguardo fuori dai confini nazionali per queste terre martoriate dall’ignoranza da un lato, secondo la nostra visione occidentale, e dalla mercè di quei contrabbandieri del terrore dall’altro.

Coraggiosamente prendono corpo nell’Operazione “Prima Parthica” le attività del contingente italiano della Task Foce “Erbil”, composta da circa 200 uomini e donne che a partire dallo scorso Gennaio stanno addestrato circa 1200 militari delle Kurdistan Training Coordination Center (KSF) destinati alle operazioni militari contro i Da’ish (jhadisti dell’ISIS).

E’ proprio da questi uomini e da queste donne italiane che si è recato il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, e dall’Ambasciatore d’Italia a Baghdad, Marco Carnelos.

Nell’incontro fortemente voluto con i militari italiani, il Ministro ha espresso la sua stima e sue parole di forte apprezzamento per la meritoria opera svolta da questo particolare contingente che è parte ed espressione professionale delle Forze Armate italiane.

Avendo constatato di persona, il Ministro ha quindi manifestato soddisfazione per i risultati conseguiti, evidenziando come il lavoro svolto dagli uomini e dalle donne appartenenti a tutte le Forze Armate sia sempre molto apprezzato dalle Autorità politiche e militari, sia nazionali che internazionali, soprattutto, quel che qui ora conta, dalle Istituzioni e dalla popolazione curda.

Antonio Conte

Informazioni su Redazione

Docente Miur - Dipartimento Audiovisivi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Online da Agosto 2009

  • 896,270 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

luglio: 2015
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Venosa/ Chiesa SS. Trinità

Pirateria in Corno d’Africa

RSM è stato segnalato su:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: