Archivi tag: Kampala

Somalia/ EUTM, Medal Parade. Il comandante della Mssione elogia dei militari italiani


Roma, 1 novembre 2013 – Il 30 ottobre scorso presso l’aeroporto internazionale di Mogadiscio il Generale Gerald AHERNE, comandante della missione EUTM Somalia, durante la cerimonia di consegne della “Union Common Security and Defence Policy Medal for Somalia”, ha espresso il suo profondo ringraziamento al personale italiano per il lavoro svolto in Somalia in questa fase cruciale  della missione. In particolare, Il generale irlandese ha fatto riferimento a quanto svolto dal Security Support Element (SSE), su base 186° reggimento paracadutisti, che sta effettuando numerose attività operative per garantire agli Advisors e Mentors presso il Ministero della Difesa e lo Stato Maggiore della Difesa Somali di lavorare nelle migliori condizioni di sicurezza.

Il Comandante della Missione ha consegnato le medaglie a 13 militari del Mentoring, Advising and Training Element (MATE) di stanza in Mogadiscio, appartenenti a diverse nazionalità come Italia, Finlandia, Francia, Irlanda e Spagna, , tra i quali c’era il Comandante del MATE, colonnello Lorenzo Cucciniello.

EUTM SOMALIA è una missione di addestramento militare dell’UE che ha lo scopo di rafforzare il Governo Nazionale Somalo e le istituzioni della Somalia, fornendo l’addestramento militare alle forze armate somale. Lanciata dall’UE in base alla risoluzione ONU 1872 del 2009, per promuovere il progresso politico, migliorare la governabilità, rafforzare il rispetto della legge e rispondere ai bisogni umanitari e di sviluppo,  la Missione proseguirà su decisione del Consiglio Europeo sino a marzo del 2015. L’Italia partecipa con 38 militari in servizio presso le sedi di Kampala  e Bihanga in Uganda, e il MATE a Mogadiscio. L’intera missione, attualmente sulle tre sedi verrà trasferita a Mogadiscio nei primi mesi del 2014.

Somalia/ EUTM–Somalia: Un team Italiano preposto alla sicurezza raggiunge la base di Mogadiscio


Cartina della Somalia
Cartina della Somalia

Questa mattina, (ndr.: 2 Giugno 2013), alle ore 06:00 italiane, un team della Security Support Element – SSET composto da 23 militari italiani ha raggiunto la base di Mogadiscio dove si trova il Quartier Generale del Monitoring Advisoring Training Element (MATE-HQ) della missione europea in Somalia.

Il team, proveniente dalla base di Gibuti, si è rischiarato nella capitale somala per svolgere il compito di forza di pronto impiego (Quick Reaction Force) della missione europea preposta all’addestramento delle Forze Armate e di sicurezza locali.

Tra le iniziative assunte dalla comunità internazionale per la stabilizzazione del Corno d’Africa, con particolare riguardo alla situazione della Somalia e alle relative implicazioni a livello regionale, nel gennaio 2010 il Consiglio Europeo ha approvato l’invio di una missione militare per contribuire all’addestramento delle Forze di sicurezza somale, denominata European Union Training Mission to contribute to the training of Somali security forces (EUTM Somalia).

La missione, è schierata in Uganda, con il Mission HeadQuarters (MHQ) presso la capitale Kampala, una base addestrativa (Training Camp) a Bihanga (250 km a ovest di Kampala) ed un ufficio di collegamento a Nairobi, in Kenia.

Uganda/ Business club in Uganda, l’Italia fa sistema


Mae, 03 Settembre 2012 – Un club di aziende per rafforzare la presenza italiana in Uganda. Nata a maggio, l’associazione composta da una cinquantina di imprese, tra cui grandi gruppi come la Saipem, sarà formalmente lanciata il prossimo 8 ottobre, nel pieno della Fiera internazionale di Kampala, l’evento in programma dal 4 al 10 al quale guardano gli operatori che puntano ad investire nel Paese. L’idea di costituire un business club e’ nata su impulso dell’ambasciatore italiano, Stefano Dejak, ed e’ stata subito raccolta dalla comunità imprenditoriale presente nel Paese.

Agricoltura ed energia in primo piano

“L’iniziativa è partita da me, ho sollecitato gli imprenditori, trovando una comunità reattiva e pronta a reagire”, ha raccontato il diplomatico, sottolineando come l’associazione possa rappresentare sempre di più “un volano decisivo per promuovere e ampliare iniziative di partnership e contatti con le istituzioni locali”. Insieme agli operatori del Sistema Italia, ha proseguito Dejak, “ho agito da ponte per collegare l’Italia all’Uganda. Le nostre imprese hanno bisogno di nuovi sbocchi di mercato e l’Uganda, avendo raggiunto un’apprezzabilissima stabilità politica, precondizione per lo sviluppo e per gli investimenti, rappresenta un mercato potenzialmente interessante”. Agricoltura ed energia i settori considerati prioritari, nei quali il made in Italy potrebbe investire, attingendo anche a strumenti finanziari messi a disposizione dall’Unione europea.

Somalia/ European Union Training Mission. Gli Addestratori italiani in Uganda


Difesa – Lo scorso 23 Agosto sono giunti a Kampala (Uganda) i team italiani di addestratori M&IEDA (Mines and IED awarness) e CLS (Combat Life Saving).

Accolti dal Comandante della missione, il Colonnello Micheal BEARY (IRL ARMY), i militari italiani hanno ricevuto l’induction training e saranno presto operativi presso il campo di addestramento di Bihanga, circa 250 km ovest di Kampala, dove contribuiranno all’addestramento di oltre 500 soldati delle forze di sicurezza somale.

Con l’arrivo dei due team di specialisti in teatro sale a 10 uomini il contributo nazionale alla missione per la stabilizzazione del Corno d’Africa.

I nostri specialisti forniranno alle reclute conoscenze e tecniche utili a contrastare la minaccia delle mine e degli ordigni esplosivi improvvisati (IED) unitamente a nozioni di primo soccorso tattico sul campo di battaglia (Combat Life Saving).

La missione, istituita dall’Unione Europea nel 2010, si colloca nell’ambito delle attività afferenti alla Common Security and Defense Policy, e si è rivelata importante per il suo contributo alla stabilizzazione della Somalia, dove lo scorso 20 Agosto sono stati eletti 215 nuovi membri parlamentari.