Archivi tag: Quick Reaction Force

Somalia/ EUTM–Somalia: Un team Italiano preposto alla sicurezza raggiunge la base di Mogadiscio


Cartina della Somalia
Cartina della Somalia

Questa mattina, (ndr.: 2 Giugno 2013), alle ore 06:00 italiane, un team della Security Support Element – SSET composto da 23 militari italiani ha raggiunto la base di Mogadiscio dove si trova il Quartier Generale del Monitoring Advisoring Training Element (MATE-HQ) della missione europea in Somalia.

Il team, proveniente dalla base di Gibuti, si è rischiarato nella capitale somala per svolgere il compito di forza di pronto impiego (Quick Reaction Force) della missione europea preposta all’addestramento delle Forze Armate e di sicurezza locali.

Tra le iniziative assunte dalla comunità internazionale per la stabilizzazione del Corno d’Africa, con particolare riguardo alla situazione della Somalia e alle relative implicazioni a livello regionale, nel gennaio 2010 il Consiglio Europeo ha approvato l’invio di una missione militare per contribuire all’addestramento delle Forze di sicurezza somale, denominata European Union Training Mission to contribute to the training of Somali security forces (EUTM Somalia).

La missione, è schierata in Uganda, con il Mission HeadQuarters (MHQ) presso la capitale Kampala, una base addestrativa (Training Camp) a Bihanga (250 km a ovest di Kampala) ed un ufficio di collegamento a Nairobi, in Kenia.

Afghanistan/ Parte Task Force “Grifo 12”, saluto a vertici GDF


Il comandante della Guardia di finanza, generale Nino Di Paolo, e il capo di stato maggiore, generale Edoardo Valente, hanno ricevuto il saluto del contingente Task Force “Grifo 12“, in partenza per l’Afghanistan, “al quale hanno rivolto parole di apprezzamento per la conclusione dello specifico iter addestrativo di immissione in teatro operativo e di incoraggiamento per l’importante e difficile compito che attende i finanzieri in Afghanistan.

La missione delle Fiamme gialle in Afghanistan nasce nel 2006 allo scopo di impiegare la professionalità del Corpo per svolgere attività di addestramento particolarmente qualificate per il rafforzamento delle istituzioni afghane.

Le undici Task Force Grifo finora impiegate in Afghanistan in questi anni hanno svolto specifici corsi formativi per il personale dell’Afghan Border Police (ABP), forza di polizia inquadrata nel ministero dell’Interno afghano, che svolge compiti di vigilanza alle frontiere per il contrasto e la repressione del contrabbando e degli altri traffici illeciti.

La Task Force “Grifo”, composta da 20 unita’ (un comandante, un ufficiale addetto e 18 militari) perfettamente equipaggiate per operare nell’ambiente afghano, ha nel tempo ampliato la propria missione addestrativa tenendo corsi di alta qualificazione anche per funzionari dell’Afghan Custom Department, per gli operatori aeroportuali della ABP e per i team di Quick Reaction Force della stessa polizia di frontiera afghana. Avvalendosi delle loro competenze doganali e militari, i finanzieri della Task Force “Grifo” forniscono a funzionari e poliziotti afghani un training specialistico
finalizzato al miglioramento degli standard di sicurezza doganale e di polizia.

Nel settembre 2011 è stato avviato un nuovo progetto addestrativo con lo svolgimento del primo corso “anti-corruption and illegal profits“, condotto dal contingente del Corpo, a favore di dipendenti pubblici provenienti dai principali uffici della pubblica amministrazione afghana. L’attività’ condotta dalla Task Force “Grifo”, dal dicembre 2006 a oggi, nei confronti di più di mille funzionari e agenti addestrati, puo’ essere riassunta in 44 corsi Border Police, ai quali hanno preso parte 625 ufficiali dell’Afghan Border Police, presso il Regional Training Center; 25 corsi Standard and Advanced Technical Airport, in favore di 242 operatori aeroportuali di polizia dell’ABP, presso il locale aeroporto; 3 corsi Border Police, in favore di 38 operatori della Quick Reaction Force (Forza di Reazione Rapida) dell’ABP di Herat; 9 corsi Customs Police, in favore di 47 ufficiali della Polizia Doganale di
Herat; 6 corsi Customs, in favore di 52 funzionari del Dipartimento delle Dogane di Herat; un corso Anticorruption and illegal Profits, in favore di 11 funzionari del Governatorato di Herat. (AGI 11 GENNAIO)