Archivi tag: Col. Arcangelo Marucci

Altamura/ Solidarietà e 7° Bersaglieri. L’Operazione “Cremisi”


Altamura, 02 aprile 2014 – Grande soddisfazione e tantissima gioia ha suscitato, nella mattinata di ieri, la conclusione del progetto di solidarietà dei fanti piumati del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, della Brigata “Pinerolo”, per un’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Bersaglieri (ANB), Sezione di Altamura, a favore dell’Istituto “Figlie del Divino Zelo” e della Casa Famiglia “Letizia”.

Il coinvolgimento di tanti bersaglieri del 7° e della Sezione ANB, tutti su base volontaria, ha permesso di raccogliere un consistente sostegno economico che, alla presenza del Comandante del  reggimento, Col. Arcangelo MARUCCI, di una rappresentanza di bersaglieri e di alcuni soci dell’ANB, è stato consegnato ai responsabili delle due strutture.

Il progetto, da considerarsi una vera “operazione di solidarietà cremisi”, conferma e consolida gli ottimi rapporti del 7° Bersaglieri con la comunità locale.

n.o.

Altamura/ Cittadinanza onoraria concessa al 7° Reggimento Bersaglieri della Brigata “Pinerolo”


Altamura, 19 dicembre 2013 – Oggi presso la sala del consiglio Comunale di Altamura (BA) è avvenuta la consegna della cittadinanza onoraria al 7° Reggimento Bersaglieri.

A ricevere l’ambita e significativa attestazione è stato il Comandante del Reggimento Col. Arcangelo Marucci alla presenza del Vice Comandante della Brigata Pinerolo, Colonello Emilio Motolese, da cui dipende l’unità.

Il Reggimento trasferitosi oramai da un anno dalla sede di Bari, dove peraltro aveva già ricevuto la cittadinanza onoraria, ad Altamura è stato costantemente impegnato in molteplici attività in perfetta armonia e sinergia con l’amministrazione comunale.

Al riguardo, tante sono state le iniziative intraprese da quelle sportive, a quelle di aggregazione sociale per finire alle attività di spessore umanitario e di volontariato ideate e sviluppate di concerto all’amministrazione comunale.

Ma ancor più, con le attività operative di Prevenzione Incendi attraverso le quali i Bersaglieri hanno tempestivamente affrontato pericolose situazioni scongiurando spesso devastanti conseguenze.

Il conferimento della cittadinanza è un sugello per il 7° Reggimento bersaglieri che ha saputo in primis trasferire alla città quello spirito d’entusiasmo che contraddistingue l’antico e glorioso corpo ma che, nel tempo, è riuscito con occasioni di fattiva collaborazione con l’Amministrazione far riscoprire alla stessa Comunità altamurana un profondo rapporto d’intesa con le Forze Armate.

n.o.

Altamura/ Gara calcistica. Il 7° Reggimento Bersaglieri in campo per la solidarietà


Torre di Nebbia – Sabato 25 maggio si è svolta presso lo stadio “D’Angelo” di Altamura la sfida in campo per diffondere la cultura del dono e della solidarietà quale impegno condiviso sul tema della donazione di organi, tessuti e cellule.

La bella giornata sportiva è stata organizzata, in concomitanza della Giornata nazionale della donazione (26 maggio), dall’Admo, l’aido, l’Aned, l’Avis e la Fidas di Altamura, con i patrocini della Regione Puglia, dell’Amministrazione comunale di Altamura e del CONI Puglia.

Il quadrangolare di calcio, denominato “Una, tante squadre per la vita”, ha visto la partecipazione della Nazionale calcio Trapiantati, dell’associazione calcio Ultrattivi Altamura, la squadra degli atleti scelti delle associazioni di volontariato e la rappresentativa del 7° reggimento Bersaglieri.

La manifestazione che ha avuto inizio con un piccolo Corteo storico medievale “Federicus” a cura dell’associazione sportiva Fortis Murgia di Altamura e con l’esibizione della fanfara dei Bersaglieri.

La victoria è andata  proprio ai bersaglieri del Colonnello Arcangelo Marucci che si sono aggiudicati il trofeo.

Altamura/ 7° Reggimento Bersaglieri. Il Curriculum Vitae et Studiorum del C.te Col. Arcangelo Marucci


CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM 

Col. Arcangelo MARUCCI

Comandante 7° Reggimento Bersaglieri

Stemma del 7° Reggimento Bersaglieri
Stemma del 7° Reggimento Bersaglieri

DATI ANAGRAFICI

Marucci Arcangelo nato a Nardò (LE) il 19.02.1967. Ufficiale Superiore dell’Esercito Italiano (Colonnello), specialità bersaglieri. Titolato ISSMI (Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze).

STUDI EFFETTUATI

  • Laurea Scienze Diplomatiche e Internazionali Cum Laude e pubblicazione Tesi dal titolo “La cooperazione civile-militare nelle CRO’s, in particolare nelle PSO’s. I casi della BiH e del Kosovo”, presso l’Università degli Studi di Trieste-Gorizia;
  • Laurea in Scienze Strategiche indirizzo Politico Organizzativo, presso l’Università degli Studi di Torino;
  • Master di II Livello in “Peace-Keeping and Security Studies”, conseguito presso l’Università degli studi di ROMA TRE (Roma);
  • Master di II Livello in “Studi Internazionali Strategico Militari”, rilasciato da Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) del Centro Alti Studi della Difesa (CASD), Università Statale di Milano e Luiss di Roma;
  • Master di II Livello in “Scienze Strategiche”, conseguito presso l’università degli Studi di Torino;
  • Corso di Perfezionamento in “Peace-Keeping and Security Studies”, conseguito presso l’Università degli studi di ROMA TRE (Roma).

PUBBLICAZIONI

  • Coautore (insieme alla Dott.sa Alessia De Caro) del Libro (saggio di geo-politica e analisi strategica) dal titolo “QUALE NEMICO – da chi e come difendersi, tra integralismo occidentale e imperialismo islamico, nell’era della globalizzazione”. ALBERTI & C. Editori. Arezzo 2005;
  • Autore dell’articolo dal titolo “La globalizzazione e il mondo islamico”. Periodico “Rivista Militare-Rassegna dell’Esercito” n° 3/2008 (maggio-giugno 08);
  • Autore dell’articolo dal titolo “L’esportazione del modello democratico, tra realtà e utopia. Il ruolo italiano”. Periodico “Informazioni della Difesa” n° 6/2008;
  • Autore dell’articolo dal titolo “Il caveat quale strumento di tutela in operazioni militari di pace svolte all’estero”. Rivista periodica mensile di economia, politica e attualità << Specchio Economico >> (marzo 2009);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Il caveat: strumento di garanzia o di gestione delle operazioni fuori area?”.  Periodico “Informazioni della Difesa” n° 2/2009;
  • Autore dell’articolo dal titolo “Analisi della situazione nel Corno d’Africa. Lotta alla pirateria e successivi sviluppi di intervento”. Periodico “Informazioni della Difesa” n° 3/2009;
  • Autore dell’articolo dal titolo “Le Crisi dell’acqua”. Pubblicato su “PANORAMA 2010 – Su Scenari Internazionali e di Crisi” (2009);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Conflitti in Aree di Crisi”. Pubblicato su “PANORAMA 2010 – Su Scenari Internazionali e di Crisi” (2009);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Afghanistan tra Exit Strategy e new Entry Strategy”. Periodico “Informazioni della Difesa” n° 1/2010;
  • Autore dell’articolo “Presente e futuro delle Organizzazioni Internazionali”. Periodico Autore dell’articolo dal titolo Autore dell’articolo dal titolo “Le Organizzazioni Internazionali tra preconcetti e sfide future”. Rivista periodica mensile di economia, politica e attualità << Specchio Economico >> (giugno 2010);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Fenomeni Terroristici”. Pubblicato su “PANORAMA 2011 – Su Scenari Internazionali e di Crisi” (2011);
  • Autore del Libro (analisi geopolitica) dal titolo “AFGHANISTNAM – Analisi di un conflitto troppo in fretta dato per vinto”. Edito da Arterigere-Chiarotto Edizioni Varese (2010);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Il diritto internazionale umanitario, l’accezione islamica”. Periodico “Informazioni della Difesa” n° 4/2011;
  • Autore dell’articolo dal titolo “il post Gheddafi tra estremismo fondamentalista e minaccia terroristica”. Pubblicato su “PANORAMA 2012 – Su Scenari Internazionali e di Crisi” (2012);
  • Autore dell’articolo dal titolo “Aspetti generali delle Missioni Internazionali”. Pubblicato su “PANORAMA 2013 – Su Scenari Internazionali e di Crisi” (2013).

CONOSCENZA DELLE LINGUE STRANIERE

Lingua inglese (stanag NATO 4-3-4-3) e francese (stanag NATO 3-3-3-3).

INFORMATICA

Conoscenze e capacità operazionali in ambiente Windows (pacchetto microsoft office).

PRINCIPALI CORSI PROFESSIONALI CIVILI E MILITARI SOSTENUTI, BREVETTI CONSEGUITI

  • Corso di Lingua francese presso la Scuola Lingue Estere dell’Esercito in Perugia;
  • Stage di lingua Francese presso “l’Alliance Française” (Ente per la divulgazione ed il mantenimento della lingua Francese, in coordinamento alla Università “Sorbona” di Parigi), nella città di Rouen, Francia;
  • Corso di Perfezionamento in lingua inglese, conseguito presso la Libera Università S.PIO V in Roma.
  • Corso di Lingua inglese presso la Scuola Lingue Estere dell’Esercito in Perugia;
  • Stage di lingua inglese presso il “Cork English College” (EIRE);
  • Stage di lingua inglese. Edimburgo (Scozia);
  • 125° Corso di Stato Maggiore;
  • 5° Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze;
  • Corso di Consigliere Giuridico delle Forze Armate;
  • Corso di paracadutismo;
  • Corso di ardimento e pattugliatore scelto;
  • Corso di tiratore scelto;
  • Corso di aero-cooperazione (S3 AIR);
  • Corso di qualificazione per Ufficiale Addetto ai Servizi Trasporti e Materiali (TRAMAT);
  • Abilitazione (a seguito di specifico concorso) all’impiego nell’Area Formazione, Insegnamento e Coordinamento Didattico quale “Formatore di 1° livello”;
  • Post Conflict Rebuilding Management Course (Torino 2009).

INCARICHI DI COMANDO E DI STAFF RICOPERTI PRESSO REPARTI OPERATIVI:

  • Comandante di Plotone fucilieri;
  • Comandante di Compagnia fucilieri;
  • Comandante di Compagnia Comando e Servizi Reggimentale;
  • Capo Ufficio Maggiorità e Personale e Aiutante Maggiore del Reggimento;
  • Capo Ufficio logistico del Reggimento;
  • Ufficiale “I”. Addetto alla Sicurezza, alle Informazioni ed alla Situazione Operativa.

INCARICHI DI COMANDO E DI STAFF RICOPERTI PRESSO GLI ISTITUTI DI FORMAZIONE:

  • Capo Sezione Personale del Reggimento presso il 47° Reggimento Addestramento Volontari “Ferrara” ;
  • Capo Sezione Logistica e Risorse C4, Stato Maggiore – Ufficio Logistico della Scuola di Applicazione di Torino e Istituto di Studi Militari dell’Esercito;
  • Tutor al 6° Corso di Stato Maggiore Interforze presso l’ISSMI del CASD (Centro Alti Studi della Difesa) di Roma e responsabile dell’Area “Pianificazione Operativa”.

INCARICHI DI STAFF E DI COMANDO RICOPERTI PRESSO I COMANDI DI VERTICE D’AREA E/O STATO MAGGIORE: 

  • Capo “Sezione Regolamentazione” del Comando delle Scuole dell’Esercito, Stato Maggiore – Ufficio Formazione e Regolamentazione, in Roma;
  • Comandante di battaglione del 17° Reggimento Addestramento Volontari “ACQUI” in Capua;
  • Capo Sezione “Analisi Strategica” presso lo Stato Maggiore della Difesa, III Reparto Politica Militare e Pianificazione – Ufficio Direzione Strategica e Politica delle Operazioni;
  • Responsabile della Branca “Analisi Strategica” presso lo Stato Maggiore della Difesa, III Reparto Politica Militare e Pianificazione – Ufficio Direzione Strategica e Politica delle Operazioni.

ESPERIENZE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI

  1. NAZIONALI
  • Esigenza immigrazione albanesi 1991, Capo cellula gestione emergenza profughi Brigata Centauro;
  • Diverse partecipazioni all’Operazione “ VESPRI SICILIANI”, in Sicilia (AG, CL e Piazza Armerina);
  • Operazione “RIACE”, in Calabria (Locri, San Luca, Siderno RC);
  • Esigenza “intervento di soccorso alle popolazioni per l’alluvione in Piemonte 1994”.
  1. INTERNAZIONALI
  • SOMALIA, Missione IBIS 1e IBIS 2 (UNOSOM I e II), in Somalia, città di Mogadiscio e Balad in qualità di Comandante di Compagnia di “Sicurezza Operativa” interna ed esterna (1993);
  • BALCANI, Missione NATO – SFOR, Comando Divisione Multinazionale SUD-EST a leadership Francese, con incarico di Ufficiale G5 Liaisons. Responsabile delle relazioni e dei collegamenti con le fazioni, le autorità politiche ed amministrative locali (cooperazione civile-militare) e del coordinamento per la ricostruzione e gli aiuti umanitari. Sarajevo e Mostar, BiH (1999);
  • Partecipazione a diversi scambi bilaterali interdisciplinari, operativi (esercitazioni congiunte di pianificazione e condotta) e a carattere politico militare (compilazione MOU e Agreements) con le Nazioni dell’area PfP;
  • Ha tenuto le lezioni afferenti il modulo dal titolo ‘La Societa’ Internazionale, il ruolo dei valori e delle Leggi”, presso l’Accademia e Scuola di Guerra dell`Esercito albanese (2005);
  • IRAQ, NATO TRAINING MISSION in Baghdad (Ar-Rustamiyya) in qualità di Mentor al Joint Staff College iracheno e responsabile delle attività di apprezzamento informativo (intelligent assessment) e delle esercitazioni di pianificazione e condotta (2006);
  • Attività sperimentale “Joint Urban Warrior” in Irregular Warfare (IW), Joint Operating Concept (JOC) in collaborazione con il Dipartimento di Stato, USJFCOM (United States Joint Force Command) e US Marine Corps. Washington, 2008;
  • UNIFIL, responsabile per la DIFESA del processo di Strategic Review unitamente al MAE;
  • Afghanistan, responsabile per la Difesa della formulazione dei CONOPS e del processo di implementazione dei correlati OPLAN’s ai vari livelli unitamente al COI.

ESPERIENZE IN AMBITO UNIVERSITARIO

  • Titolare del modulo di “Cooperazione Civile Militare (CIMIC)” del Master in Peace Keeping and Security Studies presso l’Università di Roma TRE (anni accademici 2004-2005-2006);
  • Titolare del modulo Studi Militari del Master in “Intelligence & security” presso la Link Campus University of Malta (UNILINK 2010-2011);
  • Ha tenuto lezioni presso il Master Europeo di II livello in Cittadinanza europea e amministrazioni pubbliche (nell’ambito delle attività scientifico-didattiche del Centro Altiero Spinelli), sullo sviluppo delle capacità europee di gestione delle crisi (2008);
  • Ha tenuto lezioni presso consessi internazionali a livello NATO, Unione Europea e ONU ed in ambito nazionale presso le Accademie Militari delle Forze Armate e Centri di Studi Strategici.

DECORAZIONI, ONORIFICENZE E RICOMPENSE

  • Insignito della croce di “lunga anzianità di servizio”;
  • Insignito della medaglia commemorativa francese per il personale particolarmente distintosi in zona di operazioni (Bosnia Erzegovina);
  • Medaglia ONU per l’Operazione UNOSOM in Somalia;
  • Croce Italiana per l’Operazione IBIS in Somalia;
  • Medaglia NATO per l’Operazione SFOR in Bosnia Erzegovina;
  • Croce Italiana per l’Operazione SFOR in Bosnia Erzegovina;
  • Medaglia NATO per l`Operazione in Teatro iracheno (NTM-I);
  • Medaglia commemorativa operazioni in IRAQ;
  • Agnizione nell’Ordine del Giorno all’Esercito per “Le Unità ed il Personale particolarmente distintosi in attività di servizio”;
  • Elogio. Concesso dal Gen. C.A. Mauro del Vecchio, Comandante della Scuola di Applicazione dell’Esercito;
  • Elogio. Concesso dal Gen. B.A. Agostino MAZZEI, Comandante del NTM-I Baghdad (Ar-Rustamiyya);
  • Encomio Semplice. Concesso dal Gen. Antonio DE VITA, Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito a conclusione dell’attività di Comando di battaglione;
  • Encomio Semplice. Concesso dal Gen. D.A. Pasquale PREZIOSA Capo del III Reparto dello Stato Maggiore della Difesa;
  • Encomio Semplice. Concesso dal Gen. S.A. Pasquale PREZIOSA Capo del III Reparto dello Stato Maggiore della Difesa;
  • Encomio Semplice. Concesso dal Gen. S.A. Paolo MAGRO Capo del III Reparto dello Stato Maggiore della Difesa;
  • Encomio Semplice. Concesso dal Gen. D. Salvatore FARINA Capo del III Reparto dello Stato Maggiore della Difesa;
  • Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito.

Altamura/ 7° Reggimento Bersaglieri. Cambio al vertice


Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri (Archivio 2009) Foto di Antonio Conte
Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri (Archivio 2009) Foto di Antonio Conte

Altamura 24 gennaio 13 – Venerdì 25 gennaio 2013  alle ore 11.00 nella Caserma “Felice Trizio” in Altamura (BA), si svolgerà la cerimonia di cambio del Comandante del 7° Reggimento Bersaglieri, alla presenza del Comandante della Brigata Corazzata “PINEROLO”, Generale di Brigata Carlo Lamanna. Il Colonnello Domenico d’Isa cederà il comando al Colonnello Arcangelo Marucci.

Il Colonnello Domenico d’Isa, da settembre 2010 alla guida del 7° Bersaglieri, lascia il comando per assumere un incarico di prestigio al 2° Comando Forze di Difesa Sud ed Isole di stanza a San Giorgio a Cremano (NA).

Numerose le attività addestrative e operative condotte nei 24 mesi di comando, tra le quali l’approntamento del Reggimento per il successivo impiego in Libano e la partecipazione all’Operazione “Strade Sicure” in Puglia ed in Campania. A corollario di tali attività il Colonnello d’Isa ha completato nel mese scorso il trasferimento del reggimento dalla vecchia sede di Bari a quella di Altamura.

Il subentrante/successore, Colonnello Arcangelo Marucci, nel corso della sua carriera ha ricoperto diversi incarichi presso le unità operative ed i comandi di vertice, tra cui responsabile della Branca “Analisi Strategica” presso lo Stato Maggiore della Difesa, III reparto Politica Militare e PianificazioneUff. Direzione Strategica e Politica delle Operazioni e Capo “Sezione Regolamentazione” del Comando delle Scuole dell’Esercito, Stato Maggiore – Ufficio Formazione e Regolamentazione, in Roma.