Archivi tag: novo selo

Kosovo/ I Militari Italiani dell’ORF in pattuglia con l’esercito serbo


Questo slideshow richiede JavaScript.

Map of the KFOR-Sectors, 2002
Map of the KFOR-Sectors, 2002 (Photo credit: Wikipedia)

di Antonio Conte – Novo Selo, Kosovo, 24 luglio 2012. In una nota diramata dagli Affari Pubblici del Quartier Generale del Comando del Battaglione Kosovo Force (KFOR) si rende noto che i militari italiani inquadrati nell’Operational Reserve Force (ORF) con l’esercito regolare serbo stanno portando avanti un servizio di pattugliamento lungo il confine amministrativo denominato dagli operatori militari Administrative Boundary Line (ABL) che insiste tra il Kosovo e la Serbia.

Tra i compiti dopo il servizio di perlustrazione e pattugliamento quello di stilare una relazione di servizio in caso di scoperta di aperta violazione o di palesi illeciti.

Si tratta di un compito importante che costruisce standard comuni e favorisce la reciproca conoscenza e stima, sia tra le forze armate che tra gli uomini di queste.

Integrano il servizio postazioni avanzate nel nord del paese con posti di controllo, pattuglie e continui contatti con le autorità, con le rappresentanze locali della popolazione di ciascuna etnia.

L’attività è di routine ed è svolta periodicamente nell’ambito della Joint Implementation Commission (JIC), organismo interno a KFOR. Tale unità operativa ha il compito di garantine il rispetto degli accordi militari nonchè di mantenere saldi i rapporti di cooperazione con le forze della Repubblica serba.

Antonio Conte


Cenni sulle municipalità del Kosovo e divisione amministrativa

Srbica (in albanese Skënderaj; in serbo: Србица / Srbica) è una città del Kosovo, nel Distretto di Kosovska Mitrovica. E’ indicato in mappa con il numero 22. Altre notizie sono fornite dalla scheda del sito dell’OSCE. Questa definisce come regione centrale Mitrovicë/Mitrovica e copre otto municipalità ed include Skenderaj/Srbica. 

Scheda OSCE

La municipalità si divide nelle seguenti frazioni e villaggi:

Baks, Banja, Broćna, Vitak, Voćnjak, Gornja Klina, Gornje Prekaze, Gornji Obilić, Donja Klina, Donje Obrinje, Donje Prekaze, Donji Obilić, Doševac, Izbica, Kladernica, Kožica, Kostrc, Kotore, Krasalić, Krasmirovac, Kruševac, Kućica, Lauša, Leočina, Likovac, Ljubovac, Makrmalj, Marina, Mikušnica, Murga, Novo Selo, Ovčarevo, Padalište, Plužina, Poljance, Prelovac, Radiševo, Rakitnica, Rezala, Rudnik, Srbica, Srednja Klina, Suvo Grlo, Tica, Trnavce, Turićevac, Tušilje, Ćirez, Čitak e Čubrelj.

Mappa dei comuni
(primo nome è albanese, il secondo è serbo)

01. Deçan / Dečani
02. Dragash / Dragaš
03. Gjakovë / Đakovica
04. Gllogovc / Glogovac
05. Gjilan / Gnjilane
06. Istog / Istok
07. Kaçanik / Kačanik
08. Kamenicë / Kosovska Kamenica
09. Klinë / Klina
10. Fushë Kosovë / Kosovo Polje
11. Leposaviq / Leposavić
12. Lipjan / Lipljan
13. Malishevë / Mališevo
14. Mitrovicë / Kosovska Mitrovica
15. Novobërdë / Novo Brdo
16. Obiliq / Obilić
17. Rahovec / Orahovac
18. Pejë / Peć
19. Podujevë / Podujevo
20. Prishtinë / Priština
21. Prizren
22. Skënderaj / Srbica
23. Shtërpcë / Štrpce
24. Shtime / Štimlje
25. Suharekë / Suva Reka
26. Ferizaj / Uroševac
27. Viti / Vitina
28. Vushtrri / Vučitrn
29. Zubin Potok
30. Zveçan / Zvečan

Kosovo/ Valichi non autorizzati nel Nord del Paese. I militari italiani impegnati nella chiusura


Novo Selo, Kosovo, 16 giugno 2012 – Oggi i militari italiani del KFOR Operational Reserve Force (ORF) su base 11° Reggimento Bersaglieri sotto il Comando del Col. Alfonso CORNACCHIA sono intervenuti nel nord del Paese per chiudere due dei valichi non autorizzati lungo il confine amministrativo (ABL) tra il Kosovo e la Serbia.

I varchi chiusi facevano parte di una serie di passaggi non autorizzati e venivano usati dalla popolazione locale del nord del Kosovo, di etnia serba, per muoversi da e per la Serbia evitando la dogana ufficiale. Inoltre, gli stessi costituivano punti strategici di transito del traffico illegale.

Parte della popolazione locale ha reagito all’operazione in corso radunandosi e dando luogo ad una dimostrazione di fronte ad assetti dell’ORF dispiegati sul terreno. La folla radunata, poco più di cento persone, ha anche causato momenti di tensione, controllati dai militari italiani secondo le procedure previste. Nessun militare o civile è rimasto fisicamente coinvolto nel confronto che, grazie anche alla cooperazione con le autorità locali, si è concluso pacificamente.

Il Comando KFOR, in aderenza alla propria missione di “mantenere un ambiente sicuro nel quale gli organismi governativi, le agenzie internazionali e la popolazione possano vivere e lavorare per il progresso del paese”, ne ha disposto la chiusura. L’ordine è giunto direttamente dal Comandante di KFOR, Major General DREWS, a seguito di determinazione del NATO Joint Force Command con sede a Napoli.

Fonte: KFOR ORF BATTALION HQ – Public Affairs –

EULEX working at the Gates in connection with the new licence plates policy

06 June 2012 – EULEX police and customs officers at Gates 1 and 31 in the north of Kosovo have begun implementing the new policy on licence plates. Posters have been put up and leaflets are being distributed to drivers.

The new policy is in line with EU-facilitated Dialogue agreement between Pristina and Belgrade which states that all car owners residing in Kosovo will use either RKS or KS vehicle licence plates.

EULEX police and customs officers are notifying drivers when their licence plates are not covered by the agreement. As part of a step by step policy, licence plates and other details are being recorded.

Kosovo/ L’11° Reggimento Bersaglieri quale riserva operativa del Comandante KFOR


Novo Selo, Kosovo, 2 maggio 2012 – L’11 Reggimento Bersaglieri di stanza ad Orcenico Superiore (PN), comandato dal Colonnello Alfonso CORNACCHIA, ha assunto la responsabilità quale Operational Reserve Force (ORF) del Comando KFOR il 30 marzo 2012, succedendo ad un contingente austro-tedesco, e costituendo così il nuovo ORF Battalion a comando italiano.

L’area di responsabilità dell’ORF BN, nel nord del Kosovo, a Nord-Est di Kosovska Mitrovica fino al confine amministrativo (ABL) con la Serbia, si trova al centro dell’attenzione politica e dei media a causa del rischio di scontri tra le etnie serba ed albanese. E’ questa la prima volta in cui un reparto italiano opera in quest’area. La situazione trovata in quest’area del Kosovo è calma, anche se a volte vengono rilasciate dichiarazioni che evocano il clima teso del 2011.

La missione dell’ ORF si inquadra in quella di KFOR, da cui dipende direttamente, ovvero contribuire al mantenimento di un ambiente sicuro nel quale gli organismi governativi, le agenzie internazionali e la popolazione possano vivere e lavorare per il progresso del paese. Inoltre, garantire la libertà di movimento per tutti.

L’ORF Battalion opera per il controllo del territorio dispiegando postazioni avanzate permanenti, posti di osservazione e controllo, pattuglie, ma soprattutto opera con la comunicazione, con continui contatti con tutte le autorità, rappresentanti locali e popolazione, di ogni etnia, con i quali ha subito instaurato cordiali relazioni.

Comunque, il personale dell’ORF Battalion è addestrato, equipaggiato e determinato a fronteggiare ogni situazione pur di assolvere il compito assegnato.

Oltre all’11° Reggimento Bersaglieri, i reparti che costituiscono il KFOR Operational Reserve Force (ORF) Battalion sono:

  • un plotone del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona
  • un plotone del 7° Reggimento Difesa NBC di Civitavecchia (RM)
  • un plotone del 7° Reggimento Trasmissioni – Sacile (PN)
  • un nucleo Carabinieri
  • uno squadrone Cavalleria dell’Esercito francese per un totale di circa 500 militari.

L’ ORF Battalion ha il proprio campo base presso Camp De Lattre in Novo Selo, situato tra le città di Pristina e Kosovska Mitrovica. Il campo, a gestione francese, ospita anche contingenti provenienti da Danimarca, Francia, Germania, Marocco, Slovenia, Svezia, Svizzera, USA, per un totale di circa 1400 militari.

Fonte: Ten. Col.  Tito TOLLA, KFOR ORF Public Affairs- Novo Selo – Kosovo, comunicato stampa del 2 maggio 2012. KFOR ORF BATTALION HQ – Public Affairs – NEWS RELEASE