Archivi tag: Kosovo Force (KFOR)

Kosovo/ “Subito in Azione”. Inizio anno denso di attività per il contingente italiano.


Monocular è il telescopio che permette di ampliare i propri orizzonti. Offre uno zoom 16x e 52mm di diametro dell’obiettivo. E’ potente, ultra leggero e ultra compatto. Può essere utilizzato con una sola mano e, grazie alle sue dimensioni ridotte, puoi portarlo sempre con te. >> + INFO

CARATTERISTICHE TECNICHE:

  • Estensione: x16
  • Campo Visuale: 66m / 8000m
  • Immagine: alta risoluzione
  • Diametro lente: 52 mm
  • Temperatura: -40 a + 50
  • Peso: 270g
  • Lente: vidro
  • Corpo: metallico con rivestimento in gomma antiurto
  • Il lead scatta nel momento in cui l’utente compila il form ed invia l’ordine.
  • La campagna è soggetta ad una soglia di tolleranza del 30%.

I militari italiani della missione NATO “subito in azione” in questo avvio di 2020. Effettuata la donazione di materiale scolastico e apparecchiature mediche nella municipalità di Orahovac. Inaugurata inoltre, la nuova zona atterraggio elicotteri di Camp Villaggio Italia.


Peč/Pejë, Gennaio 2020. – Avvio di anno intenso per le attività di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) in favore della popolazione kosovara. Il contingente italiano del  Regional Command West (RC-W), unità della missione KFOR – NATO  a guida nazionale, il 15 gennaio scorso ha effettuato una donazione presso la municipalità di Orahovac, situata nell’Ovest del Kosovo.

In due distinti momenti, il Colonnello Natale Gatti, Comandante del RC-W attualmente su base 17° reggimento artiglieria controaerei “Sforzesca” di Sabaudia, ha consegnato agli alunni del comprensorio scolastico elementari e medie “Gezim Hamza PIKTORI” una serie di materiali utili per i laboratori di chimica e fisica e successivamente si è recato presso il centro di medicina familiare, dove, alla presenza dell’assessore alla sanità, Samir Mustafà, ha donato due apparecchiature mediche per esami ECG.

Il Colonnello Gatti, ringraziando il direttore scolastico, il corpo docenti e tutti gli alunni per la calorosa accoglienza ricevuta, ha evidenziato come i giovani siano il futuro della regione e una delle priorità della più longeva delle missioni di pace della NATO e che il servizio sanitario è un bene primario da garantire a tutti i cittadini.

Istruzione, salute e infrastrutture, sono i pilastri fondamentali che il RC-W supporta con le proprie attività di CIMIC, sviluppate in stretta sinergia con gli enti locali, al fine di contribuire allo sviluppo socio-economico del Kosovo.

Inoltre, lo scorso 13 gennaio è avvenuta l’inaugurazione della nuova zona atterraggio elicotteri di Camp Villaggio Italia, progetto finanziato dal Centro Amministrativo d’Intendenza (CAI) e supervisionato dall’Infrastructure Management Center della base. Presenti al taglio del nastro, in un contesto multinazionale, il Comandante del RC-W, il rappresentante legale della ditta esecutrice dei lavori e le professionalità e maestranze del posto, queste ultime anche a testimonianza del contributo che KFOR fornisce alla crescita economica dell’area.


Smart & Sport Watch è l’orologio smart che può essere indossato in qualsiasi occasione. E’ dotato di un’ APP di ultima generazione compatibile sia con Android che con IOS. L’APP è disponibile nella funzione giorno e notte in modo tale da poter misurare tutte le attività quotidiane come calorie bruciate, chilometri percorsi, passi messi e ore di sonno effettuate. L’orologio ha la batteria ricaricabile con il caricatore in dotazione. E’ totalmente resistente all’acqua ed è equipaggiato con un cardiofrequenzimetro. >> +INFO

 

Kosovo/ Il Generale Vecciarelli in visita ai militari italiani


Monocular è il telescopio che permette di ampliare i propri orizzonti. Offre uno zoom 16x e 52mm di diametro dell’obiettivo. E’ potente, ultra leggero e ultra compatto. Può essere utilizzato con una sola mano e, grazie alle sue dimensioni ridotte, puoi portarlo sempre con te. >> + INFO

CARATTERISTICHE TECNICHE:

  • Estensione: x16
  • Campo Visuale: 66m / 8000m
  • Immagine: alta risoluzione
  • Diametro lente: 52 mm
  • Temperatura: -40 a + 50
  • Peso: 270g
  • Lente: vidro
  • Corpo: metallico con rivestimento in gomma antiurto
  • Il lead scatta nel momento in cui l’utente compila il form ed invia l’ordine.
  • La campagna è soggetta ad una soglia di tolleranza del 30%.

 


KOSOVO


Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli è stato accolto dal Comandante di KFOR, Generale di Divisione Lorenzo D’Addario 

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli ha fatto visita al personale italiano in servizio presso il comando della forza NATO di Pristina.

Il Generale di Divisione D’Addario, Comandante della Kosovo Force (KFOR) ha illustrato la situazione nell’area di responsabilità della missione con particolare attenzione al ruolo della KFOR nel mantenere sicurezza e stabilità, necessarie premesse allo sviluppo economico e sociale della regione.

In tale occasione il Generale Vecciarelli ha incontrato i militari dell’Esercito, dell’Aeronautica e dei Carabinieri ai quali ha detto di “essere consapevole del vostro sacrificio e di quello delle vostre famiglie che in questi giorni avvertiranno ancor di più la vostra mancanza”. “Il vostro impegno – ha aggiunto il generale Vecciarelli – è apprezzato dai nostri concittadini e dalla comunità internazionale e rende tutto il Paese orgoglioso delle proprie Forze Armate”.

Successivamente il Generale Vecciarelli ha raggiunto Camp Villaggio Italia di Peć/Pejë dove è dislocato il Multinational Battle Group West, la pedina operativa multinazionale a guida italiana nell’area ovest del paese che comprende militari italiani, austriaci, sloveni e moldavi.

L’Italia è presente in Kosovo dal 1999 e, con circa 550 militari impegnati nella missione NATO, assiste le istituzioni locali nel processo di sviluppo e supporta la comunitá internazionale per garantire un futuro migliore a tutta la popolazione locale.


Smart & Sport Watch è l’orologio smart che può essere indossato in qualsiasi occasione. E’ dotato di un’ APP di ultima generazione compatibile sia con Android che con IOS. L’APP è disponibile nella funzione giorno e notte in modo tale da poter misurare tutte le attività quotidiane come calorie bruciate, chilometri percorsi, passi messi e ore di sonno effettuate. L’orologio ha la batteria ricaricabile con il caricatore in dotazione. E’ totalmente resistente all’acqua ed è equipaggiato con un cardiofrequenzimetro. >> +INFO

 

L’Editoriale/ Un milione di grazie, ma leggi, ritorna, diffondi e se puoi, anzi cortesemente, guarda e compra da noi e dalle nostre pubblicità. Ci aiuterai a superare la crisi.


Le feste, le circostanze della vita ci portano a mangiare di più e a muoverci di meno, magari per cambio di impiego, così mettiamo su qualche chilo di troppo che non riusciamo a toglierci da soli, ecco allora che cerchiamo rimedi miracolosi. Questo anche non fa miracoli e devi continuare a ricercare, ma forse qualcosa fa. Il tuo benessere può essere aiutato un po con questo interessante prodotto a base di Garcinia.

Perdere peso mentre si dorme è possibile grazie a Night Shaper. Un nuovo integratore fatto solo con ingredienti naturali e senza caffeina che permette di bruciare i grassi in maniera sicura eliminando l’effeto yo-yo che rischia chi si sottopone ad una dieta. + INFO


Carissimo Lettore, come stai? Sono contento che tu sia qui sulle nostre pagine per un tuo aggiornamento professionale o un tuo tenerti informato su alcuni recenti o passati eventi militari che hanno vissuto le nostre forze armate. Sono 9 anni infatti che pubblichiamo notizie e trovi qui oltre 2000 articoli. Abbiamo mostrato le nostre pagine oltre un milione di volte e a 300 mila persone diverse in questo periodo. Per cui siamo certi che qui da noi troverai quello che cerchi, anzi se puoi aiutaci a diffondere i nostri link ai tuoi colleghi oppure di loro che siamo disponibili a raccoglie le loro notizie per favorirle qui su queste pagine.

Stavolta però mi soffermo sulla necessità di spiegarti l’importanza della nostra pubblicità e che tu puoi vedere qui intorno. E’ la nostra unica fonte di reddito e grazie a questa noi possiamo sostenerci. Finora ho sostenuto io i costi di questo blog, ma non solo. Sono andato molte volte a Roma, a Malta, in Kosovo e in altri posti a rendermi conto dei fatti direttamente sul posto. Li ho fotografati e ci ho fatto dei video. Ci ho messo anche del mio insomma, ora ti chiedo un maggiore coinvolgimento però, se ritieni che queste pagine siano fatte bene, se ritieni che meritino di essere sostenute nel futuro ecco ti chiedo di guardare la nostra pubblicità più spesso e se trovi un articolo interessante di comprarlo dai nostri link perché così ci dai la possibilità di ripagarci delle spese vive, e magari di poter fare altre missioni insieme ai nostri soldati, di sostenerli da vicino insomma. A chi non piacerebbe un amico che racconta le loro fatiche così come facciamo noi?

Qui per esempio un mio vecchio filmato del mio viaggio in Kosovo del 2011, si tratta dell’intervista al Generale Spagnoli, che qui colgo l’occasione per salutarlo e ringraziarlo ancora della sua squisita disponibilità.

Ti è piaciuta? Prossimamente provvederò a riversare qui altri documenti inediti o pubblicati altrove. Torna e resta un nostro lettore.

Ma caro lettore, ora parlami un poco di te come stai? Spero bene, ma a volte l’età incalza, e la fatica si fa sentire. Per esempio, hai la schiena a pezzi? Certi giorni è dura, davvero non ce la fai, certo il lavoro ti stramazza perché non ti risparmi mai per svolgere in modo eccellente il tuo compito. Ti capisco, per questo ti vorrei consigliare questo prodotto mio caro, prendimi sul serio, ho a cuore la tua salute e il tuo benessere. Clicca qui e ordinalo adesso, Subito! e ci ripaghi anche del nostro lavoro nel tenere su le notizie di questo settore. Non indugiare l’offerta non durerà a lungo. Clicca dai e ordina lo sholder, sarai tu il primo a essere soddisfatto, è solo questo che mi auguro, il tuo sollievo.

Lo so a volte è dura, ma tu ce la farai. Insieme ce la faremo. Ti aspetto su queste colonne, torna presto, sii uno dei nostri. Non mancare.

Antonio Conte,
Fondatore e Responsabile Editoriale di Rassegna Stampa Militare


Sono qui

Kosovo/ CIMIC. A Decani uno spazio libero per far giocare i bambini più piccoli


I militari italiani impiegati nella missione in Kosovo inaugurano un nuovo parco giochi per i bambini di Dečani/Deçan

Pristina – Peć/Peja, – Martedì 25 settembre 2018 è stato inaugurato un nuovo parco giochi per bambini in località Carrarog I – Eprem, abitato in periferia della città di Dečani/Deçan, grazie all’aiuto dei militari impiegati nella missione in Kosovo denominata KFOR.

Il CIMIC italiano ha fortemente sostenuto in più modi il progetto che ha permesso la riqualifica di un parco giochi, dotato non solo di strutture ricreative per i bambini più piccoli, ma anche di aree in cui poter praticare liberamente sport come il calcio o il basket, permettendo così ai giovani di poter vivere un’infanzia serena, tra svago e giochi di squadra che possano accrescere il senso di comunità, unione e rispetto per il prossimo.

Attività di questo tipo sono molto importanti poiché vanno a tangibile supporto di una categoria – quella dei bambini ed adolescenti – tra le più a rischio in un’area in cui è ancora forte il ricordo delle violenze del conflitto di fine anni’90, conflitto che spinse il Consiglio di Sicurezza delle Nazione Unite – mediante la risoluzione n° 1244 – ad inviare una forza multinazionale in Kosovo al fine di far cessare gli scontri interetnici: il contingente KFOR (Kosovo Force), di cui l’Italia è sempre stata importante protagonista sin dall’origine dell’operazione nel 1999.

All’inaugurazione è stato presente anche il Col. Ruggero CUCCHINI, comandante del Multinational Battle Group West – unità multinazionale composta da italiani, sloveni, austriaci e moldavi, di competenza nella regione occidentale del Kosovo – e già comandante del 5° Rgt. Alpini di Vipiteno, reparto che attualmente costituisce “l’ossatura” del contingente italiano in Kosovo.

Il Col. Cucchini ha voluto sottolineare l’importanza di questo progetto dedicato ai bambini e ai giovani cittadini kosovari, poiché a loro è affidato l’importante compito di superare le diffidenze legate alla convivenza interetnica per garantire un miglior futuro a questo Paese.


APPROFONDIMENTI

  • CIMIC: il CIMIC è la branca militare composta da personale qualificato nel soccorso e nella ricostruzione di aree sconvolte da conflitti. CIMIC è l’acronimo che indica la Civil Military Cooperation, una funzione operativa che presiede all’interazione tra le forze militari e le componenti civili presenti nelle aree di crisi. Oggi giorno, la cooperazione con la componente civile presente nelle aree di crisi è indispensabile per il compimento della missione.
  • KFOR: attualmente guidata dal Generale di Divisione Salvatore Cuoci, è la missione della NATO di maggior successo che vede le Forze Armate italiane impegnate sin dal 1999. Ad oggi, all’operazione denominata “Joint Enterprise” partecipano circa 4000 soldati di 28 Paesi differenti e il contingente italiano conta oltre 500 militari inquadrati in diverse unità multinazionali a guida italiana come il Multinational Battle Group West (MNBG-W), la Multinational Specialized Unit (MSU) dell’Arma dei Carabinieri, il Joint Regional Detachment – South East (JRD – SE) oltre che in numerosi incarichi di responsabilità presso il quartier generale di Priština/Prishtinë.

Kosovo/ Val Rugosa. KFOR addestra il personale alpino locale al soccorso


Durante l’esercitazione SAVED SOULS 2018 i militari italiani impiegati nella missione in Kosovo addestrano personale locale al soccorso alpino per poter “vivere” la montagna in sicurezza 

Peć/Peja, martedì 6 novembre 2018. – Si è conclusa, presso le pareti rocciose della Val Rugova (Kosovo, Peć/Peja), l’esercitazione Saved Souls 2018, a completamento di una complessa attività addestrativa presieduta dal personale militare impiegato nella missione KFOR in Kosovo, e sviluppata nel corso dell’intero mandato.

Militari qualificati del 5° Reggimento Alpini (Vipiteno, BZ) – Reggimento framework del MNBG-W – hanno assistito personale della Peć/Peja Mountain Rescue Team e delle KSF (Kosovo Security Force) in un addestramento mirato all’apprendimento di alcune tecniche e procedure tipiche del soccorso in ambiente montano.

Dopo alcuni momenti addestrativi dedicati all’orienteering, alle procedure di primo intervento ed alle basilari tecniche di calata con corda, qualificati istruttori italiani nell’ambito del soccorso alpino hanno insegnato al personale locale alcune tecniche di soccorso in ambiente montano, tra cui le diverse modalità di calata di una barella (anche con la realizzazione di une teleferica) e l’utilizzo del “palo pescante”, un particolare tipo di argano che permette il recupero di eventuale personale in difficoltà, e di trasportarlo in una posizione soprastante in totale sicurezza.

Il Col. Ruggero CUCCHINI, C.te del MNBG-W e del 5° Reggimento Alpini, ha sottolineato l’importanza di questo tipo di attività, che rientrano pienamente nel mandato del CIMIC – la particolare branca del contingente italiano che si occupa della Cooperazione Civile Militare – impegnandosi in particolar modo in iniziative che si prefiggono l’obbiettivo di promuovere lo sviluppo delle istituzioni locali e delle NGO, migliorandone l’efficacia e l’efficienza a vantaggio della popolazione: facendo particolare riferimento a questo progetto, rilanciare l’attività in montagna – in totale sicurezza – potrà avere in futuro interessanti risvolti turistici e lavorativi a beneficio di tutta la popolazione di quest’area, qualunque sia l’etnia di appartenenza.

Il 5° Reggimento Alpini non è nuovo a questo tipo di attività: in occasione di un precedente dispiegamento in Kosovo del Reggimento (dicembre 2014 – giugno 2015), personale qualificato del 5° Reggimento Alpini ha posto le basi per la formazione e l’addestramento del personale della Peć/Peja Mountain Rescue Team, conducendo diverse attività tipiche del soccorso in montagna, sia in ambiente estivo (soccorso su parete rocciosa), che in ambiente invernale (soccorso di personale travolto da valanga).

Il MNBG-W, MultiNational Battle Group West è un’unità multinazionale composta da Italiani, Sloveni, Austriaci e Moldavi, con competenze nel settore occidentale del Kosovo.