Archivi categoria: Pag.18 Attivismo sociale

Madagascar/ Vittorio Conte. Una Petizione per il paese e la richiesta di collaborazione all’Italia per il corridoio turistico


Firma anche tu la petizione – Venosa (PZ) e il Madagascar, oggi 7 Novembre 2021. Oggi siamo stati in collegamento telefonico con il Madagascar, per ascoltare le ragioni del Dott. Vittorio Conte, (ndr.. mio omonimo, ma non parente) poichè il Madagascar non è stato ancora incluso nella lista dei corridoi turistici COVID FREE e connesso con vie aeree per la ripresa dell’economia locale.

A tal proposito la petizione

Sono diversi gli italiani che decidono di andare a viverci, in considerazione della propria “bassa” pensione italiana che in Madagascar, sembra che basti ed avanzi.

Per maggiori informazioni si veda il sito del Dott. Vittorio Conte, https://azmadagascar.onweb.it/it/come-si-vive-in-madagascar dedicato alle relazioni tra Italia e questo ancora poco noto paradiso terrestre che è il Madagascar.

Seguiremo più frequentemente le iniziative del nostro connazionale con l’augurio di un nuova prosperità economica del paese.

A. C.

Trapani/ Soccorsi. Incidente stradale, intervenuto un bersagliere del 6° Reggimento


TRAPANI 20 giugno 2014: nella giornata di ieri, nel centro urbano di Marsala (TP) alle ore 18.30 circa, secondo una dinamica ancora da accertare, è avvenuto un incidente stradale tra un’autovettura e un ciclista.

A prestare i primi soccorsi è stato il caporal maggiore capo scelto Vincenzo William Titone, comandante di squadra sanità in servizio presso il 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani che, in attesa dei soccorsi sanitari del 118 e delle forze dell’ordine, ha provveduto ad attuare una prima e adeguata cornice di sicurezza e ad effettuare  la prevista procedura di BLSD (Basic Life Support–Defibrillation), ponendo la propria giacca dell’uniforme sotto la nuca del coinvolto.

il CMCS Titone interviene nel luog dell'incidente

Molfetta/ Statale 16. Nel grave incidente automobilistico il soccorso dei militari della “Pinerolo”


Molfetta – Ieri, alle ore 16:50 circa lungo il tratto della strada statale 16 Bis tra l’abitato di Bisceglie e Molfetta in direzione sud un autovettura condotta da una signora è stata coinvolta in un violento incidente.

Sul posto sono prontamente intervenuti due Ufficiali e un Maresciallo dell’82° Reggimento Fanteria “Torino”, che ha sede a Barletta, ed è uno dei sette reparti alle dipendenze della Brigata Pinerolo, che sopraggiungevano con un autovettura privata.

L’intervento tempestivo del personale dell’Esercito ha scongiurato il coinvolgimento delle altre autovetture che sopraggiungevano. I militari hanno immediatamente rallentato il traffico e diretto le numerose autovetture che sopraggiungevano. All’arrivo dei colleghi delle Forze dell’Ordine, dell’ambulanza del 118 e dei Vigili del Fuoco i militari hanno ceduto il controllo delle operazioni di soccorso.

n.o./

Messina/ Autostrada CT-PA. I Bersaglieri della Brigata Aosta intervengono per soccorrere due persone coinvolte in un incidente stradale


La cellula della Pubblica Informazione del Comando Brigata Meccanizzata “Aosta” rende noto con un comunicato ufficiale di alcune vicende in cui si sono resi protagonisti alcuni militari del 6° Reggimento Bersaglieri.

Ieri, a Messina, 18 marzo 2014, nel pomeriggio di oggi, intorno alle 17.15, in prossimità dello svincolo dell’agglomerato industriale di Termini Imerese, direzione Palermo, i bersaglieri della Brigata Aosta, in servizio a Trapani ha prestato i primi soccorsi a due persone coinvolte in incidente stradale.

I militari, nel cui nucleo era presente un ambulanza con un Maresciallo infermiere, stavano rientrando da un’esercitazione, quando giunti allo svincolo di Termini Imerese si sono accorti di una vettura che era stata tamponata da un tir ed all’interno c’erano due persone ferite.

Il maresciallo ha immediatamente prestato i primi soccorsi, stabilizzando i feriti, mentre i colleghi provvedevano a chiamare il 118 e la polizia stradale.

a.c./a.v./g.p.

Russia/ Amnistia a San Pietroburgo. Cristian è finalmente libero


cristian

Cristian è finalmente libero. Non avevamo scritto nulla in sua difesa da queste pagine, ma abbiamo partecipato alla petizione online. Dopo due mesi di prigione in Russia e più di un mese di libertà su cauzione trascorsa a San Pietroburgo finalmente Cristian potrà tornare a casa! Potranno farlo anche gli altri 27 attivisti di Greenpeace e i due giornalisti freelance arrestati in seguito ad un’azione di protesta contro la compagnia Gazprom per la difesa dell’Artico. Il Parlamento russo ha votato l’amnistia per il reato di vandalismo, il reato di cui erano accusati.

Era stata lanciata anche una petizione online e donne e uomini liberi hanno contribuito con il loro sostegno ed a tenere alta l’attenzione. Cristian è un giovani carico di ideali che mai avrebbe dovuto finire in prigione, accusato di un reato assurdo e e altri giovani di gravissimi.

Cristian è solo colpevole per credere e nella Pace e così tutti gli Arctic 30. Nessuna amnistia e nessun altro attivista per l’Ambiente dell’Artico, un fragile ecosistema minacciato da trivellazioni petrolifere.

A.C.