Archivi tag: Palombari

da Nave Zeffiro/ Operazione Atalanta. Le attività del Gruppo Operativo Subacqueo (GOS)


di Alberto Alpozzi Fotoreporter – Nave Zeffiro. Golfo di Aden, Somalia – L’ultimo grave caso registrato di attacco ai danni di navi militari risale al tragico evento del 2000 che colpì la USS Cole causando la morte di 17 uomini e il ferimento di 47 durante la guerra in Iraq.

Questi sono rari ma possibili casi che devono essere sempre tenuti in considerazione e scongiurati durante la navigazione in missioni operative.

Nel caso della missione Atalanta per l’antipirateria le navi della Marina Militare, come attualmente lo Zeffiro impiegato nel golfo di Aden a nord delle coste della Somalia, imbarcano un team composto da 3 uomini di Palombari della Marina Militare in servizio presso Comsubin “Comando Subacquei ed Incursori” di La Spezia per la ricerca, l’identificazione e l’inutilizzazione di ordigni esplosivi.

Il team Gos “Gruppo Operativo Subacqueo” è impiegato come team EOD “Explosive Ordenance Disposal” e IEDD “Improvised Explosive Device Disposal” e possono essere integrati con il team del San Marco per boarding o eventuali bonifiche su imbarcazioni.

Gli uomini del GOS come team operante su nave in missione di antipirateria sono consulenti specialisti per Eod e Iedd e per la Force Protection; sono abilitati alla ricerca e alla disattivazione di ordigni e mettono in atto misure preventive di allerta, come in questi giorni a causa dei disordini in Egitto, controllano i mezzi sottobordo, le merci che vengono imbarcate e il personale esterno. Durante le soste in porto provvedono alla bonifica delle banchine, dei fondali e al controllo dello scafo intervenendo sempre con apparrecchiature amagnetiche per non attivare eventuali ordigni esplosivi.

Per interventi esterni alla nave, come su mercantili colpiti da razzi RPG inesplosi (ultimo caso un anno fa), sono abilitati al rilascio tramite fast rope e al tuffo da elicottero.

A bordo della nave inoltre provvedono all’indottrinamento dell’Equipaggio ad un comportamento mirato per prevenire l’introduzione a bordo di ordigni esplosivi.

Malta/ ”Canale 13”. Varie le attività addestrative dell’esercitazione aeronavale


La Ricerca e Soccorso in mare (SAR) di persone e navi in situazioni di pericolo, la sorveglianza degli spazi marittimi ed il controllo dei traffici mercantili (Maritime Law Enforcement Operations) per il contrasto alle  attività illecite e criminali, sono le molteplici operazioni addestrative condotte nell’esercitazione annuale della Canale in corso nelle acque antistanti l’isola di Malta fino a domani 21 giugno.

L’esercitazione, che ha come obiettivo principale il miglioramento della cooperazione ed interoperabilità delle capacità operative delle forze aero-navali nelle operazioni di peace-support, prevede una serie di fasi distinte finalizzate esclusivamente al mantenimento della sicurezza.

Tali attività consentono di accrescere lo scambio di esperienze attraverso l’addestramento del personale nell’uso di procedure standard comuni, di allerta e  il corretto uso delle tecniche di SAR. Con queste finalità in questa edizione è stato tenuto a battesimo, per la prima volta in un contesto internazionale, il nuovo elicottero HH139A in dotazione al 15° Stormo dell’Aeronautica Militare e dislocato presso l’82º Centro C.S.A.R. di Trapani.

Particolare attenzione viene rivolta all’addestramento di team EOD (Explosives Ordinance Disposal – Bonifica Ordigni Esplosivi) in attività subacquee e di unità nella condotta di operazioni di Ispezione a bordo di navi mercantili. Così favorendo ed incoraggiando anche la cooperazione e integrazione tra le forze partecipanti nelle operazioni di controllo di naviglio mercantile sospettato di svolgere attività illegali, e che ha visto la partecipazione dei Palombari della MM e dei Fucilieri della Brigata Marina San Marco.

Inoltre, per sviluppare una situazione condivisa sul traffico mercantile, viene utilizzato il Virtual – Regional Maritime Traffic Centre (V-RMTC), la rete virtuale sviluppata dalla Marina Militare per la condivisione delle informazioni relative al traffico mercantile.

A bordo della nave italiana “Cigala Fulgosi” della Marina Militare, avrà luogo un “VIP e Media Day” domani 21 giugno nel porto  “Grand Harbour” di Malta. Alla presenza di autorità militari italiane, maltesi e delle nazioni partecipanti, i rappresentanti dei media, preventivamente accreditati, potranno assistere ad un briefing di presentazione delle varie attività addestrative e del livello di interoperabilità e capacità raggiunte durante l’esercitazione.

Per ulteriori informazioni:
http://www.difesa.it/SMD_/esercitazioni/Canale13/Pagine/default.aspx