Archivi tag: Ten. Gen. Markus BENTLER

Kosovo/ Camp “Nothing Hill”, La compagnia del 9° Reggimento Fanteria “Bari” succede alle Forze Americane nel Nord del Kosovo


Kosovo, 1 febbraio 2010 – Passaggio di responsabilità tra la compagnia italiana del Multinational Battle Group West (MNBG-W), su base 9° Reggimento Fanteria “Bari” della Brigata “Pinerolo” (subentrante), e le forze americane nella provincia di Mitrovica (cedente), nel nord del Kosovo.

Dopo un mese assolto dalle truppe americane, la responsabilità della base avanzata di camp “Nothing Hill” è passata alla compagnia italiana, comandata dal Tenente Amedeo Merlini, che ha assunto il controllo dell’avamposto più a nord della KFOR in Kosovo, con il compito di assicurare la libertà di movimento ed un ambiente sicuro a tutte le etnie presenti nella citata area.

Questo oneroso impegno è scaturito a seguito dei risultati raggiunti durante l’esercitazione di validazione. Infatti il MNBG-W, dopo aver conseguito la Full Operational Capability (FOC) lo scorso  28 gennaio, è stato immediatamente chiamato ad operare con una propria compagnia nella zona più “calda” del Kosovo, la provincia a nord di Mitrovica.

L’esercitazione di validazione (FOC), condotta in un ambiente multinazionale, ha visto il MNBG-W a guida italiana spiccare per l’elevata integrazione e professionalità dello staff e per l’estrema determinazione ed efficienza delle forze dispiegate sul terreno. Rapidità dei processi decisionali, agilità, flessibilità e mobilità sono solo alcune delle caratteristiche di questa neo costituita unità, a guida italiana, nella parte occidentale del Kosovo.

Il Comandante della Kosovo Force (KFOR), Tenente Generale Markus Bentler, ha voluto personalmente essere presente durante tutte le attività di pianificazione sia all’interno dello staff, sia seguendo le truppe sul terreno.

Al termine dell’attività, il Comandante della KFOR ha ringraziato personalmente il Comandante del MNBG-W, Colonnello Vincenzo Grasso, esprimendo il suo compiacimento per l’eccellente lavoro svolto dallo staff e per la perizia e la professionalità delle truppe impegnate.

Il Comandante della KFOR ha partecipato la sua piena soddisfazione per gli eccezionali risultati conseguiti, malgrado le condizioni meteo e la difficoltà dello scenario supposto.

Fonte: http://www.difesa.it/OperazioniMilitari/op_intern_corso/KFOR/notizie_teatro/Pagine/Camp_-_Nothing_Hill_una_Compagnia_10984Kosovo.aspx

Kosovo/ Bjelo Polje, MNBG-W, subentra il 9° Reggimento Fanteria “Bari” della Brigata “Pinerolo”


Passaggio di responsabilità tra le forze italiane in Kosovo. Alla Multinational Task Force West (MNTF-W), Brigata Multinazionale a guida italiana, organicamente inserita nella Kosovo Force (KFOR) e comandata dal Generale di Brigata Roberto D’Alessandro, subentra il Multinational Battle Group West, su base del 9° Reggimento Fanteria “Bari”, al comando del Colonnello Vincenzo Grasso.

La cerimonia si è svolta nel Piazzale della Pace della grande base italiana in Kosovo “Villaggio Italia”, presenti all’ evento il Comandante della Kosovo Force, il Tenente Generale tedesco Markus BENTLER, il Comandante Operativo di Vertice Interforze, Generale di Divisione Aerea Tommaso Ferro, e tutte le più importanti cariche istituzionali, religiose e militari dell’area di responsabilità della MNTF-W.

A rendere gli onori ai due comandanti, cedente e subentrante, un Reggimento di formazione multinazionale agli ordini del Colonnello Antonio Velardi, Comandante del Gruppo di Supporto di Aderenza (GSA).

Nel suo discorso di commiato il Generale D’Alessandro ha ringraziato tutto il personale militare per il lavoro svolto con professionalità e generosità, esprimendo  la sua gratitudine verso le autorità civili e religiose locali per il rapporto di estrema cordialità e lealtà avuto in questi mesi, ed ha concluso formulando al suo successore i migliori auguri per il futuro incarico che si accinge ad affrontare.

Nonostante il passaggio dal livello ordinativo di Task Force a quello di Battle Group, la neo costituita unità continuerà ad assicurare libertà di movimento e un ambiente sicuro a tutte le etnie presenti nell’area di responsabilità.

fonte: http://www.difesa.it/Operazioni_Militari/Operazioni_internazionali_in_corso/Kosovo_-_JOINT_GUARDIAN/News160/2010-01/Pagine/Bjelo_Polje_il_9_Reggimento_Fan_10903Pinerolo.aspx