Annunci
Pag.01 L'Editoriale

L’editoriale di Gennaio 2013/ Giornalismo. Quando la vita è il mestiere stesso


Antonio Conte

Antonio Conte

Imma Vitelli

Imma Vitelli

Antonio Conte – Quando di Venerdì ti affacci per un attimo sul manistream di Facebook non pensi affatto di dover inciampare in uno di quei brillanti articoli di Imma Vitelli, di quelli che ti toccano l’anima e ti fanno vibrare come una corda tesa alla quale ad un lato ci potrebbero essere le storie dei bambini siriani assassinati, le migrazioni delle popolazioni vessate dalle milizie della R.D. del Congo o le narrazioni su una nuova epidemia nei campi di profughi somali in Kenya, il più grande al mondo.

Non si pensa ancora che quella corda sia saldamente ancora alle angosce private di un narratore che legge – e vibra – proprio con quelle sofferenze.

La consapevolezza dunque si impadronirebbe di questa persona che si trova da questo lato della corda ed è del tutto simile a quelle persone di cui si legge – siriani, somali o congolesi che siano. Questa è una persona libera che qui, ora, si da il compito di riportare con un testo in un blog le vicende di uno di quei bambini, di una tra quelle donne e di uno quei solitari e pochissimi anziani.

“Sempre più gente mi fa domande sul mestiere. – Recita il post di Imma Vitelli. – Come s’impara a scrivere? Come si trova un lavoro come il mio? Come si costruisce un reportage? Sono qui, in attesa di fare le valigie per l’Honduras, e ho pensato di buttar giù dei pensieri, che vi affido.” 

Alla parola “valigie”, non resisto oltre e decido di raggiungere il suo blog, che ha chiamato “Io sono qui” pubblicato da Vanity Fair, il post è quello di oggi “Appunti sulla vita e sul racconto“. Non perdetelo, è una lettura ghiotta, succosa, odorante di lavanda e breve come il contenuto di un trolley a mano.

Quando ho conosciuto Imma Vitelli nel suo viaggio a Bari è subito apparso con lei il suo coraggioso stile di vita, che come donna non è per nulla scontato per certi ambienti culturalmente maschili, ma è apparsa subito anche la formidabile sensibilità, forse tipica di una madre e certamente l’entusiasmo di un’adolescente al suo primo viaggio, per lei, forse è sempre come il primo. Dal tavolo dei relatori, da dove ha presentato il suo ultimo libro “Tahrir” emergeva invece tutta la competenza del cronista viaggiatore, di quelli alla Luigi Barzini, le cui storie prima di tutto le vivono.

In attesa del seguito del suo viaggio in Honduras, e speriamo di un suo prossimo libro, vi consiglio di leggere i post del suo blog “Io sono qui”, di Vanity Fair.

Ma poi, mi raccomando, tornate qui su “RSM News”.

Antonio Conte

Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Fondatore dei Blog "Rassegna Stampa Militare", "Studenti Creativi, "Le Orme dei Dinosauri", "Cronache Venosine"

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Annunci

Tactical Wach

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.211 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: