Dossier "Kosovo", Pag.27 Reportage Fotografici

Kosovo/ Interviste al personale di Eulex. La questione legale


The logo of the mission

Image via Wikipedia

La percezione di questo viaggio a Pristina, per raggiungere gli uffici EULEX, è stato davvero particolare, quasi come superare gli standard, mai prima violati. Quasi che l’innovazione del Media Tour giornalistico sortisse i suoi effetti benefici anche sul personale militare KFOR e su quelli di EULEX. Ma, se prima ci si chiedeva cosa fosse EULEX, e perché non bastava KFOR e la Missione Joint Enterprice, oltre alla base del “Villaggio Italia” in un Kosovo piccolo come le Marche, ora la questione iniziava a dipanarsi.

E’ stata infatti, subito chiarita, fin dalle prime battute scambiate con il PAO di MNBG-W e poi con i responsabili EULEX che ci hanno ricevuto: i Dott. Alessandro Rotta ed il Dott. Alessio Zuccarini, ai quali non è mancata occasione per porgere un caloroso ringraziamento per la cortesia e la professionalità dimostrata. Il ghiacchio, semmai vi fosse stato, era davvero molto sottile, ed è bastato il tempo di un gradito  buon caffè della bouvette entro gli uffici. L’uscita occasione per il personale è davvero rischiosa, vista la loro attività. La cortina di protezione è molto fitta, anche il personale KFOR è dovuto passare al vaglio, nonostante gli accordi e permessi precedentemente fissati con i relativi comandi.

Tuttavia EULEX, così come è stata presentata appare un cammino obbligato per la nazione Kosovo, che vuole, o che dovrebbe, organizzare meglio e quanto prima, le proprie strutture per il controllo legale sulle Dogane, di attuazione del servizio di Polizia e di gestione dei Diritti e della Legge con i Tribunali, nonché uffici di Polizia Scientifica Investigativa, ecc.

Kosovo Government Building in Prishtina

Image via Wikipedia

Il veloce briefing ha colto l’attenzione dei colleghi giornalisti ed è stato un momento per puntualizzare il discorso su altri questioni importanti, che presto il Kosovo dovrebbe risolvere, come i recenti conflitti e tensioni, e le relative violazioni dei diritti fondamentali ed umanitari, in corso nella parte nord del paese, l’immissione della circolazione di danaro nei circuiti legali, delle merci, della tutela ambientale, della culturale e quella monumentale. Forse non ultima la scelta della problematica monetaria comunitaria, ammesso che riesca nel breve e medio periodo a definire il proprio riconoscimento di Nazione con altri Stati, comunitari e non.

La visita si è conclusa con una breve visita nelle sale operative destinate alla Pubblica Informazione, alla Comunicazione Web, ed alla Sala Stampa, dove la foto è stata davvero un simpatico ricordo, e ancora bella l’immancabile e memorabile foto dei saluti finali sotto la grande insegna EULEX KOSOVO posta all’ingresso degli uffici.

Antonio Conte

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Tactical Wach

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

Più letti negli ultimi due giorni

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: