Dossier "Kosovo", Pag.27 Reportage Fotografici

Kosovo/ Interviste al personale di Eulex. La questione legale


The logo of the mission

Image via Wikipedia

La percezione di questo viaggio a Pristina, per raggiungere gli uffici EULEX, è stato davvero particolare, quasi come superare gli standard, mai prima violati. Quasi che l’innovazione del Media Tour giornalistico sortisse i suoi effetti benefici anche sul personale militare KFOR e su quelli di EULEX. Ma, se prima ci si chiedeva cosa fosse EULEX, e perché non bastava KFOR e la Missione Joint Enterprice, oltre alla base del “Villaggio Italia” in un Kosovo piccolo come le Marche, ora la questione iniziava a dipanarsi.

E’ stata infatti, subito chiarita, fin dalle prime battute scambiate con il PAO di MNBG-W e poi con i responsabili EULEX che ci hanno ricevuto: i Dott. Alessandro Rotta ed il Dott. Alessio Zuccarini, ai quali non è mancata occasione per porgere un caloroso ringraziamento per la cortesia e la professionalità dimostrata. Il ghiacchio, semmai vi fosse stato, era davvero molto sottile, ed è bastato il tempo di un gradito  buon caffè della bouvette entro gli uffici. L’uscita occasione per il personale è davvero rischiosa, vista la loro attività. La cortina di protezione è molto fitta, anche il personale KFOR è dovuto passare al vaglio, nonostante gli accordi e permessi precedentemente fissati con i relativi comandi.

Tuttavia EULEX, così come è stata presentata appare un cammino obbligato per la nazione Kosovo, che vuole, o che dovrebbe, organizzare meglio e quanto prima, le proprie strutture per il controllo legale sulle Dogane, di attuazione del servizio di Polizia e di gestione dei Diritti e della Legge con i Tribunali, nonché uffici di Polizia Scientifica Investigativa, ecc.

Kosovo Government Building in Prishtina

Image via Wikipedia

Il veloce briefing ha colto l’attenzione dei colleghi giornalisti ed è stato un momento per puntualizzare il discorso su altri questioni importanti, che presto il Kosovo dovrebbe risolvere, come i recenti conflitti e tensioni, e le relative violazioni dei diritti fondamentali ed umanitari, in corso nella parte nord del paese, l’immissione della circolazione di danaro nei circuiti legali, delle merci, della tutela ambientale, della culturale e quella monumentale. Forse non ultima la scelta della problematica monetaria comunitaria, ammesso che riesca nel breve e medio periodo a definire il proprio riconoscimento di Nazione con altri Stati, comunitari e non.

La visita si è conclusa con una breve visita nelle sale operative destinate alla Pubblica Informazione, alla Comunicazione Web, ed alla Sala Stampa, dove la foto è stata davvero un simpatico ricordo, e ancora bella l’immancabile e memorabile foto dei saluti finali sotto la grande insegna EULEX KOSOVO posta all’ingresso degli uffici.

Antonio Conte

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Le Rubriche

Tactical Wach

Cronologia News per mese

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 2.146 follower

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: