Annunci
Pag.40 Orme dei Dinosauri

Aliano e Carlo Levi


Aliano – I dati del censimento del 1951, il primo dopo il confino di Carlo Levi ad Aliano, dimostrano che lo scrittore potrebbe avere un merito non ancora palesato. Quello di aver favorito la maggiore presenza di abitanti residenti nella città materana dalla costituzione dell’unità di Italia ad oggi. Ben 2.288 abitanti. Nei giorni nostri si registra invece il picco minore. Solo 1.284 anime residenti e verificate nel 2001. Eppure la città non sembra aver dimenticato il suo mentore e paladino. Tant’è che ad Aliano si può trovare anche un museo a lui dedicato il “Museo storico di Carlo Levi” che raccoglie le foto, i documenti e le testimonianze della vita dello scrittore nel suo soggiorno ad Aliano. Intatta è ancora la sua casa e tra i vicoli che ha percorso e che lo hanno ispirato alla stesura del famoso libro si leggono i suoi versi, le sue frasi più celebri.

“Sotto di me c’era il burrone; davanti, senza che nulla si frapponesse allo sguardo, l’infinita distesa delle argille aride, senza un segno di vita umana, ondulanti nel sole a perdita d’occhio.” La prima impressione di Levi mentre apre nel buio della stanza chiusa la finestra  della sua nuova dimora lucana. Forse è proprio qui inizia a configurarsi l’idea di un libro su questo sperduto posto e sui suoi contadini. Levi ha amato tanto quei posti, quei contadini. E loro hanno amato lui fortemente e a lungo, ancora oggi ne decantano il suo pur breve soggiorno e le sue opere.

Infatti Carlo Levi ha dato tanto alla dignità di Aliano ed ai suoi cittadini raccontando la loro storia nel “Cristo si è fermato ad Eboli”. Fu pubblicato nel 1945 molti anni dopo il suo soggiorno a Grassano ed a Galliano tra il 1935 e ‘36. Galliano è il nome usato nel libro in assonanza alla dialettale del nome. Solo nel 1979 Francesco Rosi ne ha fatto un film con Gian Maria Volontè.  Rocco Scotellaro ebbe a scrivere che l’opera è il “memoriale  più crudele ed appassionante” di uno dei paesi lucani.

Cristo sé è fermato a Eboli? Ma cosa avrà voluto dire il Carlo Levi con questo titolo così misterioso.  Forse Levi avrà voluto sottolineare  l’arretratezza economica e culturale di certi luoghi come Aliano rispetto agli ambienti d’avanguardia torinesi e parigini frequentati dallo stesso? Di Aliano dice “neppure la parola di Cristo sembra essere mai giunta“.

Ma, che strano rapporto è questo tra gli alianesi e Levi. Levi, da un lato, lascia Aliano promettendo il ritorno e testimoniando così quanto abbia inciso nella sua storia personale questo soggiorno. Al punto che, per onorare la promessa, ne farà ritorno solo dopo la sua morte. Per i suoi impegni non è potuto tornare prima. Ma è stata rispettata la sua richiesta di riposare per sempre ad Aliano. E, gli alianesi, dall’altro, che non l’hanno tradito la sua memoria e lo spirito quell’invito a restare. Era così forte e viscerale che ora la sua memoria è non solo difesa ma celebrata con il Parco LetterarioCarlo Levi”.

Aliano stessa è cambiata, pare addirittura che i vicoli della città antica, quegli scenari dei calanchi argillosi, quei panorami mozzafiato siano cambiati e abbiano preso le forme liriche e le fattezze della narrativa leviana. Aliano ora appare così come Levi, ricordando lo ha descritto in quel libro. E, chissà che nel rispetto di questa tendenza ad incarnare in tutto il suo mentore un giorno non decida anche di cambiare il suo nome in Galliano.

Antonio Conte

Link

Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive - Fondatore dei Blog "Rassegna Stampa Militare", "Studenti Creativi, "Le Orme dei Dinosauri", "Cronache Venosine"

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Carlo Levi (1902-1975) « Le Orme dei Dinosauri - 4 Mag 2011

  2. Pingback: FILM/ Basilicata, Coast to Cost (Regia di Rocco Palaleo) « Le Orme dei Dinosauri - 13 settembre 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Annunci

Tactical Wach

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: