Pag.03 Operazioni Militari

Iraq/ Missioni. la Praesidium in supporto della Clinica di Mosul Dam



NOVITA’ >> Libri >> La Brigata Sassari. Storia e mito


Roma, 11 luglio 2018 – La Task Force Praesidium, su base 151° Reggimento Fanteria “SASSARI”, continua il suo impegno in favore della popolazione locale. E’ di attualità la donazione di un ecografo, un monitor multi parametrico per il controllo delle funzioni vitali e tre defibrillatori alla Clinica di Mosul Dam, diretta dal Dr. Muhamad Saleh Abdulqadr. Con la donazione, si è svolto un breve corso di formazione pratica nell’impiego dell’ecografo a cura del team medico della Task Force. La donazione, resa possibile grazie all’intervento delle onlus Associazione per l’Assistenza Spirituale alle Forze Armate (PASFA) e del Centro Italiano Femminile (CIF) di Cagliari, si inserisce in un contesto più ampio di attività di stabilizzazione volte a garantire i generi ed i servizi di prima necessità alla popolazione locale e di supporto e collaborazione con le autorità locali svolte dai dimonios del 151° Reggimento con successo e particolare apprezzamento delle autorità locali e della Coalizione anti ISIS, .

Nel contesto di queste attività di stabilizzazione, la Task Force Praesidium ha effettuato con i propri assetti medici circa 350 visite tra donne, bambini e uomini della comunità di Mosul Dam per  diagnosi più approfondite. Inoltre, sempre nell’ambito della cooperazione con le autorità locali, la Praesidium ha lanciato la prima collaborazione di natura medico-scientifica attraverso l’organizzazione di due simposi, il primo sulla calcolosi renale in climi torridi e il secondo sulla prevenzione, trattamento e cura delle infezioni alimentari.Tali attività hanno consentito la crescita e lo sviluppo di una proficua sinergia, oltre che di un rapporto di stima e fiducia, tra i medici italiani e i medici della comunità scientifica locale.

Non da ultimo, il concorso degli assetti veterinari della Task Force con attività di disinfestazioni anti serpenti e ragni, visite cliniche in favore delle unità K9 delle forze di controterrorismo irachene (Counter Terrorism Service) e il contrasto al randagismo, fenomeno molto diffuso nell’area.

All’evento – presieduto dal Comandante della Task Force “Praesidium”, Colonnello Maurizio SETTESOLDI e dal direttore della Clinica di Mosul Dam, Dr. Muhanad Saleh ABDULQADR – sono intervenute le massime autorità presenti nell’Area di Responsabilità dei militari italiani, tra cui il Vice Comandante del Reggimento Counter Terrorism Service, Maggiore HAIDER, il Comandante della Polizia Irachena, Colonnello Ibrahim MOHAMED, il Comandante del National Security Service, Capitano WISSAM e il muktar del villaggio di Mosul Dam, Mr. Hasan NAIF. La Task Force “Praesidium”, su base 151° Reggimento Fanteria “Sassari”, nell’ambito dell’Operazione “Inherent Resolve” è la Task Force preposta alla protezione della diga di Mosul in coordinamento con le forze di sicurezza locali, quali Counter Terrorism Service, National Security Service e Iraqi Police. Oltre ad assicurare la difesa della diga, sito di interesse strategico per l’Iraq, la Task Force “Praesidiumgarantisce la sicurezza del personale militare e civile di USACE e delle maestranze della ditta TREVI impegnate nei lavori di risanamento dell’infrastruttura.


Gli Intrepidi della Sassari , … il leggendario libro di Leonardo Motzo – Comandante della compagnia d’assalto della Brigata Sassari, ferito tre volte e decorato quattro (due medaglie d’argento, a Monte Sief nel 1916 e sulla Bainsizza nel 1917, una di bronzo a Col del Rosso nel 1918, una croce di guerra al V.M.), Leonardo Motzo è uno che c’era: un testimone diretto, se non addirittura un protagonista, di quella “guerra dei sardi” presto diventata leggendaria. Dal momento in cui, in obbedienza ad un preciso disegno del Comando Supremo, la Brigata divenne un corpo a reclutamento fortemente regionale, per le migliaia di uomini che vi si incontravano, si parlavano, si scambiavano esperienze la trincea divenne una vera e propria “scuola rivoluzionaria”: sì che dalle trincee nacque, nel dopoguerra, il più vigoroso ed originale movimento regionale di ex combattenti, energico portatore del rivendicazionismo isolano. Scrivendo il suo libro negli anni intorno al 1930, Leonardo Motzo si proponeva di uscire dalla già divulgata memorialistica per arrivare ad un’opera che, costruita sui documenti storici della Brigata, potesse restare nel tempo come la prima, completa narrazione degli eventi e dei sacrifici attraverso cui erano passati i suoi uomini e i suoi reparti.


Foto al seguente link 


Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Fondatore del Blog "Rassegna Stampa Militare"

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Annunci

Online da Agosto 2009

  • 1.035.930 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.215 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

luglio: 2018
L M M G V S D
« Mag   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: