Pag.33 Cantieristica Navale, Pag.35 Approfondimenti

Marina Militare/ Nave Comandante “Borsini”


Nave Comandante Borsini, varata nel 2001, è la seconda delle 4 unità che costituiscono la classe “Comandanti”. Il suo abituale porto di assegnazione è Augusta ed il Comando sovraordinato è COMSQUAPAT DUE.

Essa rappresenta per la Marina Militare l’evoluzione tecnologica delle piattaforme combattenti di seconda linea. Nave Comandante Borsini per le sue caratteristiche costituisce, operativamente, l’elemento mobile di superficie di un dispositivo aeronavale di sorveglianza di piccola/ampia dimensione avente compiti di natura diversa nell’ambito della difesa e salvaguardia del territorio nazionale.

A tal proposito il carattere “Dual Use” di questo tipo unità permette di assicurare una preziosa attività a favore della collettività in diversi settori inerenti il contesto della protezione civile, l’antinquinamento, la tutela dei siti archeologici marini nell’ambito della collaborazione con enti di protezione ambientale, assistenza umanitaria, impiego in aree di interesse nazionale in supporto alla politica estera e con lo scopo di una sempre più capillare diffusione della cultura marittima e del rispetto ambientale.
L’Unità è progettata per l’attività operativa “a medio raggio”, la cui durata è valutabile in circa 10 giorni consecutivi senza rifornimenti.

Tale Pattugliatore é armato con un cannone Oto-Breda 76/62 Super Rapido e due mitragliere Oerlikon KBA 25/80 che garantiscono rapidità e precisione nel tiro ravvicinato a protezione della nave. È possibile, inoltre, imbarcare un elicottero modello AB212 o NH90 per il supporto ad operazioni di sorveglianza e di controllo del traffico mercantile.

La grande versatilità di questa Unità è altresì espressa nelle molteplici attività in cui è stata negli anni impiegata e continua tutt’oggi ad esserlo: controllo del traffico mercantile, pattugliamento e sorveglianza all’interno della Z.E.E. a protezione delle attività di interesse nazionale, anti-pirateria, ricerca e soccorso, vigilanza pesca, controllo dei flussi migratori, addestramento e formazione (Scuola Comando Navale, Tirocini di Manovra per ufficiali, abilitazioni per la Guardia in plancia operativa), scorta di altre Unità, Integrazione con le altre marine.

Tra le attività/missioni internazionali in cui Nave Borsini è stata impiegata si vuole ricordare:

  • nel 2003, l’esercitazione bilaterale con Marina Algerina MEDEX 2003;
  • nel 2005, l’esercitazione bilaterale con Marina Libica NAURAS 2005 e quella con Marina Algerina MEDEX 2005;
  • nel 2006, l’esercitazione bilaterale con la marina tunisina OASIS 06, e quella con la Marina Libica NAURAS 2006;
  • nel 2007, l’operazione HERMES 2007 in ambito FRONTEX;
  • nel 2008, la Campagna MEDAL 08;
  • nel 2009, l’operazione ATALANTA (*);
  • nel 2010, l’Operazione UNIFIL Marops (**);
  • nel 2011, le missioni “UNIFIED PROTECTOR”(***) e “COOPERATIVE SHIELD”, e l’esercitazione MEDEX 11.
  • nel 2013/2014, la partecipazione alla Campagna del 30° Gruppo Navale “Sistema Paese in Movimento” e la conduzione della Campagna Navale di Cooperazione e Assistenza Umanitaria in Mozambico.

(*) operazione navale dell’Unione Europea per prevenire e reprimere gli atti di pirateria marittima lungo le coste della Somalia.

(**) missione delle Nazioni Unite in Libano, istituita dopo il conflitto tra Isrlaele e Libano.

(***)operazione NATO attuata per garantire l’applicazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite relative alla guerra civile libica.

LA STORIA

Il Comandante Borsini nacque a Milano il 7 aprile 1906. Allievo all’Accademia di Livorno dal 13 marzo 1922, il 15 novembre 1926 conseguì la nomina a Guardiamarina e prese imbarco prima sulla corazzata Giulio Cesare, poi sulla corazzata Doria, sulla nave idrografica Magnaghi, sul cacciatorpediniere Ribory e dal 1 gennaio 1929, nel grado di Sottotenente di Vascello, imbarcò sull’esploratore Giovanni da Verrazzano e nuovamente sulla corazzata Giulio Cesare dove, nel luglio 1932, conseguì la promozione a Tenente di Vascello.

Nel 1933 raggiunse il Distaccamento Marina a Tientsin (Cina) e al suo rimpatrio frequentò a Taranto il Corso di Osservazione Aerea. Nel 1935, conseguito il brevetto, operò per circa un anno nell’ambito della 153ª Squadriglia Idrovolanti.

Passò poi sui sommergibili ed al termine di questa esperienza, nel 1937, assunse l’incarico di ufficiale in 2ª sul cacciatorpediniere Nembo al termine del quale ebbe il comando della torpediniere Clio.

Prima dell’inizio del secondo conflitto mondiale sposò la signora Olga CERETTI, madrina di questa Unità.

Nel gennaio 1940 imbarcò sulla nave coloniale Eritrea, dislocata nel Mar Rosso, e nel maggio dello stesso anno, conseguita la promozione a Capitano di Corvetta ebbe il comando del cacciatorpediniere Nullo, operante in Mar Rosso, con il quale il 21 ottobre, nelle acque presso l’isola di Harmil, sostenne un aspro combattimento contro incrociatori nemici.

Essendo l’Unità colpita e menomata nella sua efficienza operativa, provvedeva a far porre in salvo il suo equipaggio e si inabissava con essa al proprio posto di comando.

Il crest di Nave “Comandante BORSINI” richiama immediatamente la tradizione artiglieresca con la tipica forma rotonda degli antichi tappi di volata; in questo caso la forma circolare funge da cornice che insieme racchiude e protegge l’Unità, ripresa al mascone, in navigazione ad alta velocità, espressione diretta di dinamismo e movimento.

Tradizione ed innovazione si fondono insieme con la riproduzione della medaglia d’oro conferita alla memoria del Comandante Borsini per il suo eroico gesto che sovrasta le linee tagliate ed essenziali dell’Unità, allo stesso tempo simbolica protezione della nave e del suo equipaggio ma anche luce guida per trasmettere alle nuove generazione quei valori che già ispirarono l’Eroe che ha dato il nome all’Unità, e che con fierezza sembra sventolare nel cartiglio che racchiude la parte inferiore.

Al vertice si colloca invece la corona turrita e rostrata, indissolubile legame di reciproco supporto e difesa con la Repubblica italiana e con la gloriosa tradizione marinara dell’antica Roma, dove Caio Duilio sconfisse Cartagine non solo con il coraggio ma anche con l’innovazione, dotando di corvi le proprie navi da guerra.

E proprio questo continuo richiamo di tradizione e innovazione, riflessione nel passato e proiezione nel futuro rispecchiano l’identità attuale della nostra Marina, attenta a recuperare dalla storia motivazioni, tradizioni ed esempi gloriosi, ma nondimeno conscia che per affrontare le sfide che il quotidiano ci presenta bisogna investire con perizia e decisione nella tecnologia avanzata e nell’innovazione.

SCHEDA TECNICA

Tipologia: Classe: Altro:
Pattugliatori di Squadra Classe Comandanti (PGH) P 491
Varata il: 17/02/2001
Cantiere: Fincantieri Riva Trigoso
Dislocamento: 1520 t p.c.
Lunghezza: 88,6 m
Larghezza: 10,2 m
Immersione: 3,37
Apparato motore: 2 diesel Grandi Motori Trieste-Wärtsilä-NSD W18-V-26 XN
Apparato Elettrico: 3 generatori diesel Isotta Fraschini 1712T2M2 da 900 kW; 2 assi con eliche a passo variabile
Potenza: 12960 KW (17379,64 HP )
Velocità: 25 Kt
Autonomia: 3500 NM
Armamento: 1 OTO Breda 76/62 SR; 2 mitragliere OTO Breda-Oerlikon KBA 25/80; 1 Elicottero AB-212 (o NH-90)
Equipaggio: 65

GALLERIA

Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Fondatore del Blog "Rassegna Stampa Militare"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Annunci

Online da Agosto 2009

  • 1.032.425 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.215 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: