Annunci
Dossier "Somalia", Pag.24 Pirateria Marittima, Pag.29 Operazioni Militari

da Nave Zeffiro/ Golfo di Aden, Somalia. Intelligence Surveillance and Reconnaice (ISR)


di Alberto Alpozzi Fotoreporter – Nave Zeffiro. Golfo di Aden, Somalia. Obiettivo principale della  missione europea Atalanta per l’antipirateria, unitamente a quella Nato Ocean Shield, è l’acquisizione di elementi informativi sulla localizzazione di eventuali “Pirates Action Group” (PAG). Elementi essenziali per contrastare la pirateria nel Golfo di Aden acquisiti con successo se consideriamo che è ormai più di un anno che non si verificano sequestri di navi.

Per l’acquisizione dei “target” vengono impiegati gli elicotteri della Marina Militare imbarcati sulla fregata Zeffiro, tramite gli strumenti ISR “Intelligence Surveillance and Reconnaice” atti all’acquisizione di video e fotorilievi. Intelligence: vengono studiate le immagini precedenti per osservare se nelle zone in oggetto vi sono stati accentramenti o svuotamenti di risorse utili alla pirateria; Sorveglianza: si monitorano i movimenti di barchini e delle mothership; Ricognizione: vengono effettuate verifiche dirette sul luogo.

Seguendo la costa nord della Somalia le operazioni di volo monitorano i villaggi nei pressi della città di Boosaaso, città che tra il 2007 e il 2009 fu il fulcro della pirateria nel golfo di Aden.

Vengono acquisite immagini fotografiche da un altezza di circa 1000 piedi, altezza di sicurezza minima contro un eventuale attacco di lancia-razzi RPG; le immagini verranno poi analizzate e confrontate con le precedenti per confrontare i nuovi e vecchi insediamenti e prevedere quindi nuove possibili attività di pirateria.

Particolare attenzione viene rivolta verso gli skiff, piccole ma potenti imbarcazioni fuoribordo utilizzate per piratare le navi. Possibili indizi di attività illecite possono essere la presenza a bordo di lunghe scale e rampini, utili per l’abbordaggio di un nave, e fusti di carburante necessari a percorrere lunghi tratti di mare. Anche la presenza di uomini armati, solitamente di AK-47 o SG-5 e lancia-razzi RPG-7 è sempre presa attentamente in esame.

Peculiarità di questa attività sono dunque la localizzazione e l’identificazione: gli aspetti fondamentali che hanno permesso di contrastare la pirateria dalla base, rendendo quasi del tutto inutile prendere il mare per attaccare le navi. Molto utili al contrasto della pirateria sono stati anche i nuovi sistemi di protezione come i nuclei armati a bordo e la predisposizione di una stanza corazzata, chiamata “cittadella”, nella quale l’equipaggio può riparare in attesa dei soccorsi.

Svolta dal nucleo elicotteristi di Grottaglie questa attività non è solo impegnativa ma anche delicata se si considera che lo scorso Settembre 2012 un pilota della Marina è stato ferito mentre nel Settembre 2011 vi fu il danneggiamento di un elicottero EH-101; in entrambi i casi in seguito a colpi d’arma da fuoco esplosi da terra.

Annunci

Informazioni su Redazione

Docente Miur - Dipartimento Audiovisivi

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Antipirateria: Missione Atalanta- Alberto Alpozzi Fotografia - 22 luglio 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Online da Agosto 2009

  • 944,409 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.213 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

luglio: 2013
L M M G V S D
« Giu   Ago »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Venosa/ Chiesa SS. Trinità

Pirateria in Corno d’Africa

RSM è stato segnalato su:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: