Annunci
Pag.09 Mezzi e Tecnologie

Kosovo/ Foggia, dall’Amendola parte il primo “Predator” da ricognizione


Ricognizione per gli aerei senza pilota in dotazione al 32.mo stormo

[ DauniaNews ] FOGGIA – Prima missione per un “Predator” italiano in Kosovo. L’aereo senza pilota, in dotazione al 28° Gruppo del 32° Stormo di Amendola, a  Foggia, ha effettuato la sua prima missione, nell’ambito dell’operazione Joint Enterprise, sopra i celi dello Stato balcanico. L’aereo è stato controllato  a distanza del personale tecnico-operativo. Questo genere di aereo è stato utilizzato ultimamente nella missione in Libia, mentre altri velivoli con la guida a distanza sono impiegati in Afghanistan. Il ‘Predator B’ italiano sarà impiegato nella missione Kfor in Kosovo, per il processo di stabilizzazione dell’area.

MQ-1C Predator A+

L’MQ-1C Predator A+, aggiornamento agli standard A+ dell’RQ-1B Predator per migliorarne le prestazioni ed eliminare alcune caratteristiche ormai obsolete, è costruito dalla General Atomics ed è un aeromobile a pilotaggio remoto (APR) concepito essenzialmente per compiti di ricognizione, sorveglianza e acquisizione obiettivi. (La scheda del veivolo è quella del sito dell’Aeronautica)

Derivato dallo Gnat 750, si compone di tre elementi: il velivolo (con ala media, impennaggi a “V” rovesciata e motore a pistoni con elica spingente), con i relativi sensori (con capacità ognitempo) e gli equipaggiamenti di comunicazione, la stazione di controllo a terra (che, grazie al data-link satellitare può guidare l’UAV − Unmanned Aerial Vehicle − anche oltre la linea dell’orizzonte) e il sistema di disseminazione delle informazioni raccolte.

L’Aeronautica Militare ha acquisito sei APR che, oltre ai compiti prettamente militari, potrebbero contribuire alle attività di controllo del territorio e delle linee di comunicazione, nell’ambito della lotta alla criminalità organizzata e all’immigrazione clandestina. Dal marzo del 2002 è stato costituito il Gruppo Velivoli Teleguidati presso il 32° Stormo di Amendola (Foggia) con il compito di acquisire e mantenere le capacità di condurre le operazioni aeree con velivoli “Predator” a pilotaggio remoto.

Caratteristiche tecniche:

Apertura alare: 14,8 m – lunghezza: 8,2 m – altezza: 1,82 m – velocità di crociera: 135-160 km/h – tangenza operativa: 7800 m – autonomia: 24 ore on station a 926 km dalla base di partenza – peso massimo al decollo: 952 kg – impianto propulsivo: un motore Rotax 912 a quattro cilindri – carico utile: 204 kg (sensori elettro-ottici, radar ad apertura sintetica).

Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Fondatore dei Blog "Rassegna Stampa Militare", "Studenti Creativi, "Le Orme dei Dinosauri", "Cronache Venosine"

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Annunci

Tactical Wach

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: