Dossier "Kosovo"

Kosovo/ Belo Polje. Il Comitato ”Festa del Sorriso” fa il bis con i fucilieri del 9° Reggimento Fanteria ”Bari”


45649_Un_momento_della_cerimoniaMedium

Kosovo, 24 Marzo 2010 – A seguito del loro primo gesto di solidarietà, che li ha visti impegnati dal 13 al 18 gennaio anche nell’incontrare i vari sindaci locali per raccogliere le esigenze di tutte le municipalità del Kosovo occidentale, area in cui opera il Multinational Battle Group West a guida italiana, il Dottor Giuseppe Alabastro ed il suo staff sono tornati ad operare a favore delle istituzioni e della popolazione del Kosovo.

Infatti, la NGO italiana “Centro Ricerche e Studi Protezione e Difesa Civile” del Comitato “Festa del Sorriso” di Casacalenda (CB), insieme alla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) italiana in Kosovo, ha condotto diverse attività negli ultimi giorni.

In particolare, il 18 marzo sono stati donati 10 kit completi anti-infortunistica alla municipalità di Klina. Il 19 marzo ad Istok, è stato donato un ecografo (valore circa 300.000 €) presso l’ospedale locale della municipalità. Lo stesso giorno, su suggerimento del Dottor Giuseppe Alabastro, il primario del reparto di ginecologia dell’ospedale di Istok/Istog, ha promosso una giornata gratuita di prevenzione per la donna, offrendo tale disponibilità a tutte le donne. Successivamente il 20 marzo presso l’ospedale della municipalità di Decane è stato donato un elettrocardiografo computerizzato portatile. Inoltre, dal 18 al 24 marzo sono stati donati ancora svariati capi di vestiario nuovi e diverso materiale di cancelleria alla popolazione ed alle scuole delle municipalità di Pec/Peja, Klina, Giacova e Decane.

Non solo donazioni, ma anche attività educative e di prevenzione. Infatti, grazie agli eccellenti rapporti del CIMIC italiano con le amministrazioni locali e le istituzioni in Kosovo, dal 19 al 23 marzo la NGO ha potuto offrire oltre 50 visite pediatriche nelle municipalità di Pec/Peja, Istok/Istog e Klina, nonché un programma di lezioni in lingua albanese e serba sull’educazione ambientale nelle scuole di Klina, Pec/Peja e Goradzevac.

La amministrazioni locali, gli ospedali, le scuole e tutta la popolazione hanno espresso grande gratitudine per le donazioni ricevute, in quanto hanno incontrato bisogni specifici riscontrati durante la precedente visita della NGO. Il successo maggiore è stato conseguito grazie alle attività di prevenzione ed educazione, attraverso cui il CIMIC italiano ha creato occasioni per sviluppare opportunità di incontro e di dialogo tra le diverse etnie della regione, mentre il comitato “Festa del Sorriso” ha creato un ponte tra le istituzioni locali e la provincia di Campobasso.

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Le Rubriche

Tactical Wach

Cronologia News per mese

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 2.152 follower

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: