Livorno/ 187° Folgore. Commemorazione del 50° anniversario della sciagura Meloria


Il 187° Reggimento commemora

La mattina del 9 novembre del 1971 si inabissava “Gesso 4”, velivolo della Royal Air Force. Persero la vita 46 paracadutisti del 187° Reggimento, 6 membri dell’equipaggio britannico e un sottufficiale dell’allora 9° Battaglione sabotatori “Col. Moschin”

LIVORNO, 9 novembre 2021 – Si è tenuta questa mattina, con la partecipazione dei parenti delle vittime e alla presenza delle Autorità civili e militari della città di Livorno, la commemorazione del 50° anniversario dell’incidente aereo della Meloria, uno degli eventi più drammatici che ha coinvolto le Forze Armate Italiane dal dopoguerra ad oggi.

Il 9 novembre 1971 un velivolo Hercules C 130 del Regno Unito con a bordo 52 militari tra paracadutisti del 187° Reggimento Paracadutisti Folgore ed equipaggio di volo della Royal Air Force britannica, decollato dall’aeroporto San Giusto di Pisa e diretto verso il tavoliere di Villacidro in Sardegna, per effettuare un lancio nel contesto dell’esercitazione internazionale “Cold Stream”, precipitò alle secche della Meloria, il tratto di mare antistante la città di Livorno. 

La commemorazione è iniziata al cimitero della Cigna con la deposizione di una corona e la resa degli onori presso il monumento ai caduti del “Gesso 4”, è proseguita con la celebrazione della Santa Messa presso la Cattedrale di S.Francesco, Duomo di Livorno, officiata dall’Ordinario Militare S.E. Santo Marcianò, alla quale ha fatto seguito la deposizione di una corona presso il Monumento ai Caduti della Meloria in località Banditella e di una corona in mare nel punto esatto nel quale si inabissò il C 130.

Nel corso del suo intervento il Comandante della Brigata “Folgore”, Generale di Brigata Roberto Vergori, nel rivolgere un sentito ringraziamento ai familiari dei caduti, ha sottolineato quanto la loro memoria sia unificante per il nostro Paese. “Tenere vivo il ricordo di tutti i nostri Caduti – ha precisato – è una missione di altissimo valore etico e morale, che contribuisce al consolidamento di una coscienza civile e alla crescita personale e collettiva”.

Il Comandante del 187° Reggimento, Colonnello Mauro Zandonadi, ha espresso la propria gratitudine ai presenti, tra cui anche i parenti delle vittime britanniche con una rappresentanza della Royal Air Force, invitando a non far svanire mai la memoria e il rispetto verso il sacrificio degli uomini che cinquant’anni orsono decollarono per la loro ultima missione senza fare ritorno.

Fonte: Comando Brigata Paracadutisti “Folgore” 

Roma/ Difesa. Il Comando delle Operazioni Spaziali ha monitorato l’evoluzione della frammentazione del satellite russo


Roma, 15 Novembre 2021 – Il Comando delle Operazioni Spaziali della Difesa (COS), costituito a giugno del 2020, ha seguito l’evoluzione dell’evento di frammentazione del satellite russo COSMOS 1408 dello corso 15 novembre 2021, attraverso il Centro Space Situational Awareness (C-SSA) braccio operativo del COS per la specifica funzione. Le discendenti valutazioni operative sono finalizzate soprattutto ad evitare o mitigare i potenziali effetti della frammentazione sugli assetti spaziali della Difesa. In tale ambito, l’Italia partecipa a numerose iniziative multilaterali per affrontare congiuntamente agli altri Paesi la problematica relativa alla proliferazione dei detriti spaziali, in aderenza all’uso consapevole e responsabile dello spazio.

Siena/ Caserma “Bandini”. Cambio del Comandante del 186° Reggimento Paracadutisti Folgore


Siena– Si è svolta presso la caserma “Bandini”, sede del 186° Reggimento paracadutisti Folgore, la cerimonia di avvicendamento al comando tra il Colonnello Federico Bernacca e il Colonnello Massimo Veggetti.

Alla cerimonia, presieduta dal Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, Generale di Brigata Roberto Vergori, hanno preso parte tutte le autorità civili, militari e religiose della Città di Siena, oltre al Magistrato delle Contrade in loro rappresentanza.

Il Colonnello Bernacca, nel suo discorso di commiato, dopo aver ricordato i Caduti di ogni tempo, ha sottolineato il costante impegno e la professionalità degli uomini e delle donne del 186° Reggimento paracadutisti che in questi oltre due anni alle sue dipendenze, sono stati impiegati sia in territorio nazionale con l’Operazione Strade Sicure e nelle attività connesse all’emergenza sanitaria in atto, sia all’impiego fuori dal territorio nazionale con particolare riferimento all’operazione Resolute Support in Afghanistan.

Non sono mancati i ringraziamenti a tutte le Istituzioni locali e i cittadini senesi che, in questo periodo, hanno sempre dimostrato vicinanza al reggimento e alle famiglie dei suoi paracadutisti.

Il Colonnello Bernacca assumerà un nuovo incarico presso lo Stato Maggiore della Difesa a Roma. Il Colonnello Veggetti, che proviene dal Comando Divisione Vittorio Veneto di Firenze, sarà il diciassettesimo Comandante del 186° Reggimento paracadutisti Folgore dove ha già prestato servizio dal 2002 al 2007.

FONTE: Comando Brigata Paracadutisti “Folgore”.

Blockchain/ Le novità decentrate dell’informatica e i nuovi scenari finanziari.


Venosa, 7 Novembre 2021 – Parte con questo breve articolo una nuova rubrica dedicata alle tecnologie e alle strategie che possono sostenere il progresso dei singoli utenti in una logica di rete decentrata e distribuita. Crediamo che le nuove tendenze informatiche se lasciate libere per l’accesso dei singoli cittadini come un nuovo e innovativo diritto, possano essere risolutive per alcune fragili democrazie. Penso all’Afganistan, ad alcune zone debili dei Balcani, a certe zone del Libano. Un’azione dei privati con tecnologie innovative, con il passaparola con articoli e commenti a tema.

La nostra ricerca indagherà le democrazie deboli, le democrazie che reagiscono, quelle che innovano per una indipendenza finanziaria di stato – rispetto alle monete forti – e dei cittadini. Le fonti sono i contributi di accreditati giornali internazionali, quindi solo notizie attendibili da fonti primarie.

Siamo ansiosi di iniziare il nostro viaggio nelle tecnologie Blockchain, il loro impatto ambientale, e il mondo della nuova finanzia decentralizzata (DEFI).

A. C.

Madagascar/ Vittorio Conte. Una Petizione per il paese e la richiesta di collaborazione all’Italia per il corridoio turistico


Firma anche tu la petizione – Venosa (PZ) e il Madagascar, oggi 7 Novembre 2021. Oggi siamo stati in collegamento telefonico con il Madagascar, per ascoltare le ragioni del Dott. Vittorio Conte, (ndr.. mio omonimo, ma non parente) poichè il Madagascar non è stato ancora incluso nella lista dei corridoi turistici COVID FREE e connesso con vie aeree per la ripresa dell’economia locale.

A tal proposito la petizione

Sono diversi gli italiani che decidono di andare a viverci, in considerazione della propria “bassa” pensione italiana che in Madagascar, sembra che basti ed avanzi.

Per maggiori informazioni si veda il sito del Dott. Vittorio Conte, https://azmadagascar.onweb.it/it/come-si-vive-in-madagascar dedicato alle relazioni tra Italia e questo ancora poco noto paradiso terrestre che è il Madagascar.

Seguiremo più frequentemente le iniziative del nostro connazionale con l’augurio di un nuova prosperità economica del paese.

A. C.

Blog sul tema della Difesa e la Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte. Edito dal 2009

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: