Dossier "Kosovo"

Kosovo/ Il capo di Stato Maggiore della Difesa italiano in visita al contingente nazionale


Pristina, 19 Dicembre 2015. Il Capo di Stato Maggiore della Difesa italiano, Generale Claudio Graziano, si è recato in vista al contingente italiano che opera in Kosovo nell’ambito della Forza multinazionale NATO KFOR per portare il proprio saluto e quello di tutte le Forze Armate in occasione dell’avvicinarsi delle prossime festività.

Il Generale Graziano, accolto al suo arrivo dal Comandante di KFOR – Generale di Divisione Guglielmo Luigi Miglietta è stato aggiornato sulla situazione operativa corrente, sulle condizioni di sicurezza nel paese e sul ruolo dei soldati di KFOR quale partner cruciale nel processo di stabilizzazione dell’area balcanica. 

La visita è proseguita con l’incontro con il personale militare, uomini e donne dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri, a cui il Capo di SMD  ha rivolto parole di apprezzamento per il livello di professionalità, la dedizione e l’impegno profuso in questo complesso teatro di operazione. 

“Ho voluto portare la vicinanza , mia personale e di tutti gli uomini e le donne delle forze armate, a chi serve il Paese in missioni internazionali lontano da casa  – ha sottolineato il Generale Graziano – in un momento particolare come il Natale  dove il valore profondo della famiglia assume un significato particolare e molto importante. Essere qui con loro è un segno concreto del mio apprezzamento e dell orgoglio di essere il loro comandante”.

Il Kosovo rimane un’area di grande interesse per l’Italia ed essenziale per la sicurezza dell’Europa – ha aggiunto il Capo di SMD – in particolare in questo momento storico in cui l’area balcanica è interessata da vari fenomeni: quello del terrorismo legato ai foreign fighters, quello dei flussi migratori e quello dei sempre delicati equilibri etnico-religiosi. Vi invito, per questo, a non abbassare mai la guardia e ad operare per la difesa dei diritti fondamentali e della libertà”. 

Il Generale Graziano ha  concluso evidenziando che “I militari italiani hanno un bagaglio di grande professionalità ed esperienza accumulato in trent’anni di missioni internazionali, come quella in Kosovo in cui siamo presenti sin dall’apertura della missione nel 1999. Qualità e reputazione che contribuiscono al prestigio e all’ immagine dell’Italia nel mondo e che ci vede quali protagonisti nella maggior parte delle missioni sotto egida ONU e della NATO. In Kosovo  il nostro paese guida la missione da oltre tre anni a testimonianza di una capacità di leadership delle forze armate italiane apprezzata e consolidata in ambito internazionale”.

Informazioni su Redazione

Docente Miur - Dipartimento Audiovisivi

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Online da Agosto 2009

  • 897,442 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

dicembre: 2015
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Venosa/ Chiesa SS. Trinità

Pirateria in Corno d’Africa

RSM è stato segnalato su:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: