Dossier "Kosovo"

Kosovo/ Ambiente e Turismo verde una risorsa da tutelare


Kosovo/ Le case in campagna

A poche decine di metri dalle strade principali si trovano spesso queste costruzioni ad uno o più piani. Sono recenti. Sono fatte un po alla volta con i nuovi guadagni o con quelli inviati dai parenti all’estero, emigrati a forza del conflitto civile.
Si vede che la cura dell’ambiente intorno alla casa non è molto curato, forse non si tratta di un contadino ma di una scelta di vivere in campagna, a pochi chilometri dall’abitato. Edifici così alti e voluminosi in Italia sono davvero pochi, perché spesso, queste zone sono regolate e tutelate da norme definite per il rispetto dell’ambiente e del paesaggio. L’urbanizzazione delle campagne sembra avvenire in assenza di piani organici di sviluppo progressivo, che prevedano anche i servizi urbani di fornitura elettrica, fogna, acqua potabile e delle telecomunicazioni.

Viaggiando per le strade del Kosovo Occidentale

Altre costruzioni iniziate e abbandonate sono il segno di un fallimento, del verificarsi di un evento grave che ne ha bloccato la realizzazione. Forse l’emigrazione. Questo rudere, non sembra molto vecchio, forse risale a 10 o 15 anni fa, forse meno: possiamo ipotizzare che la guerra civile abbia imposto una fine al progetto casa per questa famiglia, o a loro stessi. Ma forse non volendo essere così pessimistici, si tratta di qualche famiglia che è emigrata in altre zone o all’estero.

IMG_1516.jpg

Non sono pochi i tentativi di cominciare o di ricominciare daccapo. Chi costruisce una casa pensa al futuro, al progresso proprio e della propria famiglia, ai figli ed al futuro. Ma queste tristi costruzioni, solitarie e ‘gelate’ testimoniano che tuttavia vi sono persone che hanno perduto qualche cosa, e tuttavia ce ne sono altre che vogliono continuare a vivere, che devono ricominciare: i campi intorno a questi edifici sono curati e coltivati, ma sembrano troppo piccoli per una economia agricola industrializzata.

IMG_1503.jpg

Gli aiuti dovrebbe prevedere la ricostruzione delle case, e prima ancora la definizione di regole e piani urbanistici e paesaggistici. Il Kosovo ha un potenziale turistico enorme che non può essere sciupato con la urbanizzazione selvaggia e l’abusivismo.

Antonio Conte

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Le Rubriche

Tactical Wach

Cronologia News per mese

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 2.146 follower

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: