Annunci
Pag.01 L'Editoriale

L’Editoriale/ Riscoprire l’Unità del Tricolore da opporre alle barbarie culturali e all’arroganza


Le bandiere del Villaggio Italia di Pec/Peja in Kosovo. Missione NATO, Foto di Antonio Conte

Le bandiere del Villaggio Italia di Pec/Peja in Kosovo. Missione NATO, Foto di Antonio Conte

virgolette-apriGentili lettori, l’editoriale di questo blog, come ben sapete, non ha una cadenza fissa, ma esce quando è pronto, a differenza delle riviste giornalistiche dove invece è scandito dal tempo, con un ritmo settimanale o mensile, in modo rigoroso. Forse un giorno, magari con un sostegno economico di qualche industria auguro a tutti voi lettori di poter avere una situazione editoriale più densa e stabile.

Per ora dovremo ancora dribblare gli impegni, scavalcare le difficoltà, far finta che molti dei problemi che attanagliano la nostra esistenza e quella della nostra amata Italia non esistano. Bisogna fare spallucce ai cretini, girare le spalle ai detrattori e alzare la fronte orgogliosi, marcare il passo: andiamo avanti!

Mi cimento in questi temi “da caserma”, senza rete, ma fiducioso di fare bene e mentre assumo il mio turno in questa torre di guardia, come fa, in una garitta, il piantone di guardia. Ancora una volta questo ‘caposaldo’ mediatico e culturale è presidiato come un ‘avamposto’. E’ un raro privilegio potermi sentire così, al fianco di ogni piantone che sia su nave, in Afghanistan  in India, in Libano o Kosovo e in ogni luogo ove sia in atto una missione italiana.

Probabilmente questa opportunità, del blog dico, nata casualmente per personale ispirazione, ha in realtà una radice nei miei trascorsi militari, ormai remoti. Ricordi che però sostengono ancora forti i Valori Militari, ai quali onorato mi ispiro: il sentimento di appartenenza al gruppo, in particolare del 126° AUC, l’orgoglio per l’Italia degli uomini che meritano, la difesa delle Istituzioni, la lealtà, l’onore, ecc. Alcuni Generali parlano anche di storia italiana e dei nostri grandi pensatori.

INDIA MARO' Questo blog mi ha insegnato l’umiltà che esercito a vari livelli: non si smette mai di esserlo sempre di più: umili dico. Per esempio, ancora prima dell’avvio di queste pagine, credevo che il sentimento patriottico fosse sopito, ma non era vero: è forte e non è solo mio. Parlare di Valori paga, parlo del piano Morale ed Etico. Oggi purtroppo non professiamo i valori, non li dichiariamo, mentre invece li nascondiamo e sembra che non vadano più di moda. Questo blog, mi ha quindi insegnato che non sono il solo, anzi, sono che l’ultimo che può rivendicare a ragione tali sentimenti ed ideali. L’elenco che potrei fare è smisurato: da quando scrivo queste pagine non faccio altro che incontrare amici che credono nelle stesse cose in cui credo io e che fanno molto di più del sottoscritto per questa nostra amata Patria. Lo fanno con passione e vivace dedizione, con il rischio, con la vita stessa, con l’amputazione dei propri arti, lo fanno con la distanza dai propri cari come ad esempio tutti gli uomini in missione. Ma ci sono due persone che lo ora fanno davvero bene: Girone e Latorre meritano tutta l’attenzione di noi italiani e del mondo! Devono tornare a casa a più presto!

Ecco quindi cosa è questo posto, ovvero questo blog. E’ dove tutti noi ci raduniamo per leggere le ultime notizie d’arma, qualche riga almeno che alimenti il nostro senso del dovere e di attaccamento alle istituzioni. Qui cerchiamo un segnale, anche minimo, che ci dica che non siamo soli.  

L’umiltà che ho imparato nelle attività di redazione è anche saper gioire in silenzio. Ricordo un piazzale d’arma ed un reparto militare è schierato per l’alzabandiera. Ricordo ravvivato quella volta in Kosovo per il mio reportage nei balcani del 2011. L’ennesima scelta dell’umiltà la decisi proprio quella mattina di Luglio quando assistevo all’evento con alcuni giornalisti italiani che, credo, mai prima avevano assistito ad una Alzabandiera fuori dal suolo patrio. Un’emozione grandissima, specie se fatta con altre nazioni del Battaglione Multi Nazione Ovest della KFOR, che a turno intonavano il proprio inno issando la propria bandiera.

Andai immediatamente con i miei ricordi ai primi giorni del Gennaio del 1987, sul piazzale della caserma di Cesano di Roma nella Scuola di Fanteria e Cavalleria. Quella fredda mattina, imbracciando il fucile per la prima volta e gomito a gomito con i miei commilitoni, marciando a suon di musica, ricordo che era la “Marcia degli eroi” di Francesco Pellegrino, e occhi fissi al Tricolore sentivo il virgolette-chiudipetto esplodermi dentro ad ogni passo. Era per i miei non ancora compiuti 20 anni? Era perché acquisivo consapevolezza mentre stavo diventando un Ufficiale di Cavalleria? Forse, ma quell’emozione ora riaffiorava li  alla base di Pec/Peja “Villaggio Italia”. La tenni stretta a me, mentre guardavo gli occhi lucidi dei giornalisti. Pensai anche a tutti gli italiani, a casa o impegnati nelle loro attività quotidiane, ignari dei pericoli, come le dispute civili che iniziano fuori dalle sedi istituzionali e finiscono nei casi peggiori nelle guerre civili: come in quella balcanica che ribollendo per decenni è poi sfociata nel 1999 nel conflitto etnico-religioso, che ben ricordiamo.  

Forse dovremmo ricoprire i nostri valori, riscoprire l’umiltà, forse dovremmo anche esporre il nostro petto alla barbarie culturale dei nostri tempi con maggiore impeto e coraggio per combattere l’arroganza ed a volte il marciume che attanaglia la nostra sana Pubblica Amministrazione ed il nostro Paese.

Viva gli italiani e viva l’Italia!

Antonio Conte

Leggi anche: http://www.ambienteambienti.com/lintervista/2011/09/news/kosovo-un-territorio-da-proteggere-45916.html

Annunci

Informazioni su Antonio Conte

Docente Miur - Laboratori Tecnologici e Tecniche della Comunicazione Multimediale

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Online da Agosto 2009

  • 956,320 accessi

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.213 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Cronologia post

gennaio: 2014
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Venosa/ Chiesa SS. Trinità

Pirateria in Corno d’Africa

RSM è stato segnalato su:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: