Archivi tag: Sacrario Caduti d’Oltremare

Bari/ Sacrario dei Caduti d’Oltremare. Pellegrinaggio Nazionale ANA di Puglia e Basilicata


Bari, 6 ottobre 2013 – Il Pellegrinaggio Nazionale  dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA) di Puglia e Basilicata si è svolto ieri alle nove a Bari presso il Sacrario  Militare Caduti d’Oltremare. L’evento è un emozionante appuntamento annuale vissuto con  particolare sentimento di fede, di unità e di condivisione di valori storici e sociali.

La cerimonia è stata presieduta dal  Presidente dell’ A.N.A.  di Puglia e Basilicata Gen. Cassotta ed è iniziata con la deposizione della Corona d’Alloro in onore dei 75.000 Caduti delle Guerre mondiali sepolti nel Sacrario barese tra i quali riposano oltre 20.000 alpini dei fronti bellici Greco Albanese e Africa Orientale.

La celebrazione della Santa Messa si è svolta come da tradizione nella cappella del Sacrario  ed hanno partecipato circa trecento persone provenienti da ogni parte d’Italia, segno che la voglia di ricordare è sentito come un “imperativo categorico” da parte degli Alpini, reduci e cittadini baresi.

Oltre al Presidente dell’ A.N.A. di Puglia e Basilicata Gen. Cassotta, già citato i rappresentanti delle autorità militari e civili, le varie Associazioni combattentistiche e d’Arma riconoscibili dai gagliardetti e labari.

Il Cappellano militare Padre Francesco Di Nanna che ha celebrato la Santa Messa ha ricordato i caduti recenti e passati affidandoli nelle sue preghiere al Signore. Il coro era composto della sezione ANA di Bari e quello della Cappella del Sacrario che hanno intonato noti canti liturgici.

Al termine della funzione il Ten. Col. Donato Marasco, direttore del Sacrario, ha recitato la toccante preghiera del Caduto in Guerra. Da parte di molti è stata espressa viva gratitudine per l’ospitalità  e la tenuta della struttura e per quanti si sono prodigati per l’organizzazione della Cerimonia che assume un particolare significato poiché il Sacrario accoglie oltre 75.000 Caduti delle Guerre mondiali.

Al termine il tradizionale Concerto del coro degli Alpini della locale sezione ANA con canti del repertorio tradizionale.

Antonio Conte

Bari/ Pellegrinaggio ANB al Sacrario Militare dei Caduti di Oltremare


colonna-8°bersaglieri

Bari – E’ previsto per domenica 27 Ottobre prossimo, alle ore 10:00 il 46° pellegrinaggio dell’Associazione Nazionale Bersaglieri al Sacrario Militare dei Caduti di Oltremare di Bari, per onorare i caduti del Secondo Conflitto Mondiale e delle Missioni di Pace.

Il pellegrinaggio è dedicato al “Grande”, dice la nota, 8° Reggimento Bersaglieri decorato di ben due Medaglie d’Oro al Valor Militare.

Sono centinaia i piumati dell’ottavo che ceduti nel nord Africa, ora riposano nel Sacrario barese. Sarà presente alla manifestazione d’onore anche il Medagliere dell’Associazione Nazionale Bersaglieri.

A. C.

Bari/ Cerimonia. Onore e Gloria ai caduti che lasciano il Sacrario d’Oltre Mare


Nella giornata di oggi, 19 Aprile 2013, presso il Sacrario Militare dei Caduti d’Oltremare di Bari, si è tenuta la cerimonia di traslazione di otto spoglie di militari italiani, caduti nei diversi fronti della Seconda Guerra Mondiale.

Una toccante cerimonia si è svolta prima nella cappella del Sacrario dove si è tenuta una messa officiata dal Cappellano Militare Padre Francesco Di Nanna e con la presenza del direttore del Sacrario il Ten. Col. Marasco Donato, al cui termine ha recitato la preghiera dei caduti.

Presenti all’evento anche le Associazioni Combattentistiche e D’Arma e i parenti dei caduti.

La traslazione intende rispettare le volontà delle famiglie che desiderano onorare i propri cari nel proprio paese natale, i resti che fino ad ora erano ospitati nei colombai saranno trasferiti nelle tombe o cappelle di famiglia nei loro comuni, dove al loro arrivo li aspettano una delegazione di autorità, civili, militari e religiose per rendere loro tutti gli onori .

Al termine della messa le salme sono state salutate da un Picchetto d’Onore della Brigata “Pinerolo” che ha reso gli onori, mentre queste venivano deposte accompagnate dal suono del silenzio che riecheggiava nel piazzale del Sacrario. In seguito Le famiglie hanno visitato il sacrario e ringraziato le autorità Civili e Militari intervenute.

Bari/ Sacrario Caduti d’Oltremare. Domani la cerimonia di traslazione delle spoglie di otto soldati italiani


sacrario1Domani, venerdì 19 aprile 2013,alle ore 09.00 presso il Sacrario Caduti d’Oltremare si terrà la cerimonia di traslazione delle spoglie di otto  soldati italiani caduti nella Seconda  Guerra Mondiale, sui vari fronti dove le nostre truppe hanno combattuto. I resti, che finora sono stati ospitati  nei  colombai del chiostro, saranno trasferiti nelle tombe o cappelle di famiglia nei comuni di nascita della nostra penisola. I loro corpi furono riportati in Patria una volta finita la guerra dai territori d’ oltremare ove operarono le unità italiane durante la seconda guerra mondiale (Balcani, Grecia, Africa Settentrionale, Africa Orientale).   Nel Sacrario sono sepolti in tanti, caduti con dignità e con alto senso del dovere, il loro sacrificio ed il loro impegno hanno reso possibile la democrazia a garanzia della libertà, del progresso e a difesa della pace. Tutti loro hanno operato anche in terre  lontane e, a volte’ ostili, onorando La bandiera del loro Reparto: il Tricolore.

Di seguito l’elenco dei nominativi dei caduti che verranno traslati:

  • Caduto  2^  GM  Alpino ATTENDI  Giovanni,  di  Pietro,  nato  il  14/04/1923  a  Medesano  (PR)  e deceduto il 8/09/1943 in Jugoslavia a Vrata Chapovano (Slovenia)  (traslazione  dei  Resti  mortali  dal  Sacrario  Militare  Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Sant’Andrea Bagni a Medesano  (PR) ;
  • Caduto  2^  GM  Artigliere  FARABEGOLI Amedeo,  di  Domenico,  nato  il  3/03/1914  a  Cesena(FC)  e deceduto il 10/10/1943 in Jugoslavial a Elbasan  (Albania) (traslazione  dei  Resti  mortali  dal  Sacrario  Militare  Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Cesena);
  • Caduto  2^  GM   Finanziere LEFONSO  Leonardo,  di  Medico,  nato  il  22/07/1907  a  Martano  (LE)  e deceduto il 13/09/1943 in Jugoslaviala in combattimento (traslazione  dei  Resti  mortali  dal  Sacrario  Militare  Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Carpignano Salentino (LE);
  •  Caduto 2^ GM Artigliere MARRELLO Michelangelo, di Nicola, nato il 26/07/1910 a Faicchio (BN) e deceduto il 21/05/1944 sul fronte greco. La traslazione dei Resti mortali dal Sacrario Militare Caduti d’Oltremare di Bari al Cimitero Comunale di Comune di Gioia Sannitica (CE);
  • Caduto 2^ GM Fante MUNTONI Agostino, di Francesco, nato il 7//1920 a Serri (NU) e deceduto sul Fronte albanese a Schalesit in combattimento. La traslazione  dei Resti mortali dal Sacrario Militare Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Serri (NU);
  • Caduto 2^ GM  Fante MUSTICH  Giovanni, di Giuseppe, nato il 30/05/1920 a Latiano (BR) e deceduto il 20/09/1944 a Rodi. La traslazione dei Resti mortali dal Sacrario Militare Caduti d’Oltremare di Bari al Cimitero Comunale di Comune di Latiano (BR);
  • Caduto 2^ GM  Caporale ROVERSI Mario, di Giuseppe, nato il 10/06/1920 a Borgosatollo (BS) e deceduto il 02/11/1942 a Bir Toured (Libia). La traslazione  dei Resti mortali dal Sacrario Militare Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Borgosatollo (BS);
  • Caduto 2^ GM  Artigliere PASCI  Giulio, di Francesco, nato il 30/11/1918 a Sorrenti (CA) e deceduto sul Fronte albanese in combattimento. La traslazione  dei Resti mortali dal Sacrario Militare Caduti  d’Oltremare  di Bari al Cimitero  Comunale  di Sorrenti (CA).

Alla toccante cerimonia, che avrà inizio alle ore 09.00, presenzierà il Direttore del Sacrario il Ten. Col. Marasco Donato ed interverranno le Associazioni Combattentistiche e d’Arma di Bari e provincia.

Il Cappellano officerà la Santa Messa per caduti in guerra, partecipata dal gruppo di familiari degli stessi e dalle autorità. Renderà gli onori un picchetto d’onore militare  del CME “Puglia”.

La traslazione intende rispettare la volontà delle famiglie  che esigono la sepoltura in una tomba di famiglia. La traslazione è stata autorizzata in seguito all’accoglimento della richiesta da parte del ministero della Difesa (Commissariato generale onoranze caduti di guerra) e con il sostegno del Commissario Generale di ONORCADUTI Gen. D. CC Silvio Ghiselli.

Da parte di molti familiari, inoltre, è stata espressa viva gratitudine per la disponibilità   e per quanti prodigandosi nell’organizzazione dell’evento (dipendenti militari e civili) hanno reso la possibile l’evento, in questo luogo Sacro allo Stato e alle famiglie.

Bari/ Sacrario Caduti d’Oltremare. Traslazione dei resti di Cesare Mieli con rito ebraico


Antonio Conte – Martedì 4 dicembre scorso a Bari al Sacrario Caduti d’Oltremare si sono traslate le spoglie del soldato Cesare Mieli di Roma, classe 1887, ebraico e deceduto a Valona durante la Prima Guerra Mondiale. I suoi resti, finora ospitati nel chiostro sono stati interrati nel parco all’interno del Sacrario.

Presente anche il Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni, che ha colto l’occasione per visitare il Sacrario conoscendone la sua storia.

Presenti anche le autorità religiose ebraiche pugliesi, i parenti del caduto e la rappresentanza militare del Presidio che ha reso omaggio al caduto. Tra i militari erano presenti anche il Capo di Stato Maggiore del C.M.E. “Puglia” Col. Tricarico ed il Vice Comandante della Brigata “Pinerolo” Col. Motolese di Bari. Presente anche la rappresentanza dell’A.N.ART.I di Bari (Associazione Nazionale Artiglieri di Italia) che ha deposto una corona in onore dei caduti per la concomitante festa della Patrona dell’Arma S. Barbara.

La partecipazione dell’Associazione d’Arma – ci riferiscono – è stata particolarmente gradita dal Rabbino Capo in quanto il Caduto apparteneva proprio all’Arma di Artiglieria. Ha preso parte alla cerimonia il Decano dei giornalisti pugliesi Dott. Gustavo Delgado.

La cerimonia iniziata alle ore 12.00, si è svolta secondo le seguenti fasi:

  • rimozione della lapide, prelievo dell’urna da parte del personale del Sacrario e momento di raccoglimento sotto il colonnato;
  • saluto di benvenuto e commemorazione
  • breve allocuzione del Dott. Di Segni del Caduto Cesare Mieli e ringraziamento a coloro che hanno reso possibile grazie ad uno sforzo congiunto l’ultima dimora della salma del soldato di religione ebraica tra cui il Ministero della Difesa, il Commissario Generale di Onorcaduti di Roma e tutti i convenuti.
  • discesa dalla scalone principale del Sacrario e resa degli onori del picchetto del Comando della Brigata “Pinerolo”;
  • processione e traslazione della salma verso la tomba a terra all’interno del parco;
  • sepoltura con preghiere e salmi di rito ebraico.

Al termine del rito funebre, il Rabbino Capo di Roma ha ringraziato tutti i convenuti e il personale militare per l’accoglienza ricevuta. (AC)