Annunci
Dossier "Libia"

Libia/ Uccidono l’ambasciatore Usa e Obama manda i Marines


di Claudio Accogli. 

Proteste a Bengasi per film anti-Islam. Pronti anche i droni. Romney attacca: “Risposta debole”. 

L’ombra di Al Qaida si allunga sulla morte dell’ambasciatore Usa in Libia Chris Stevens, ucciso ieri notte nell’assalto alla sede di rappresentanza statunitense a Bengasi. Con lui hanno perso la vita altri tre americani, un funzionario e due marines. Nell’attacco sono rimasti feriti altri cinque civili statunitensi e sono morti una decina di agenti di sicurezza libici.

La reazione di Washington e’ durissima: si parla di atto ”oltraggioso”, e soprattutto, di almeno 200 marines che sono in viaggio per la Libia, come altre unita’ di elite, chiamate ad assicurare la sicurezza a Tripoli e Bengasi, come in Afghanistan ed Egitto. Scioccato, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che appena ieri aveva ricordato le vittime delle Torri Gemelle, ha promesso che ”sara’ fatta giustizia” ma che i legami fra gli Stati Uniti e la Libia ”non si romperanno”. Gli Usa tuttavia non si sbilanciano per ora sulla matrice dell’attacco: fonti della Casa Bianca si sono limitate a parlare di “un attacco chiaramente complesso”, senza citare al Qaida.

Annunciato intanto il ritiro dalla Libia di tutto il personale americano, mentre per le indagini scendono in campo Cia e Fbi, in stretto coordinamento con le autorita’ libiche. Tutto e’ iniziato con la protesta per un film anti-Maometto che gia’ ieri aveva scatenato le proteste al Cairo, con dimostrazioni violente sfociate nell’assalto all’ambasciata nella capitale egiziana, condito con scritte come ”Osama bin Laden riposi in pace”. Ma la concomitanza con l’anniversario dell’11 settembre non puo’ rimanere una semplice coincidenza, ne’ tantomeno l’annuncio ‘ufficiale’ della morte di Abu al-Libi, il numero due di al Qaida ucciso in giugno che proprio ieri Ayman al Zawahiri, il successore di bin Laden, ha deciso di confermare.

La dinamica degli eventi di Bengasi e’ ancora difficile da chiarire: secondo numerose testimonianze, una dimostrazione ‘pacifica’ contro il film su Maometto e’ stata l’occasione per dar vita a un vero e proprio assalto, a colpi di armi automatiche, Rpg e mitragliatrici pesanti. I miliziani di Ansar al-Sharia, i ‘partigiani della legge islamica’, protagonisti negli ultimi mesi di numerosi episodi di intimidazione e violenza ”hanno bloccato tutte le strade di accesso alla sede Usa, e dicevano di voler uccidere tutti quelli che si trovavano dentro”, ha raccontato un testimone, appartenente a una brigata dei ribelli incaricata di mantenere l’ordine a Bengasi. [L’articolo continua su ANSA]

Annunci

Informazioni su Direttore Editoriale

Esperto in Comunicazione visive

Discussione

Un pensiero su “Libia/ Uccidono l’ambasciatore Usa e Obama manda i Marines

  1. e obama chiede scusa… non ‘manda’ i Marines… povera America e povero occidente… se ascolti o leggi le parole dei pagliacci della casa bianca, ti rendi conto in che stato sono e siamo… mi spiace, ma questo è ciò che succede veramente, non quello che i servi delle varie ideologie vogliono far credere ai soliti ingenui in buona fede

    "Mi piace"

    Pubblicato da il neige sur Liège | 14 settembre 2012, 16:11

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Annunci

Tactical Wach

Le Rubriche

Follow Rassegna Stampa Militare on WordPress.com

Inserisci la tua e-mail per ricevere notifica di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 1.212 follower

Cronologia News per mese

La Fanteria

Follow on Bloglovin

Pirateria in Corno d’Africa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: