Milano/ Attilio Manzoni inventa la prima concessionaria di pubblicità


La Manzoni fu la prima concessionaria di pubblicità italiana. Nel 1863 il farmacista bresciano Attilio Manzoni fonda la A. Manzoni & C. come società di commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici e chimici.

La pubblicità dei prodotti farmaceutici

La genialità e l’intuito di Manzoni si fanno subito evidenti quando, in un momento in cui la pubblicità è ancora agli inizi, egli ne intuisce l’importanza e il valore commerciale.

In un contesto in cui la pubblicità non si era ancora rivelata come mezzo essenziale per far conoscere i prodotti alla vendita, Manzoni ha l’idea di appaltare per sé e per i suoi amici una parte dei giornali italiani dell’epoca.

Questi spazi vengono direttamente utilizzati per promuovere i prodotti della propria azienda e delle case farmaceutiche estere, di cui si era intanto assicurato la rappresentanza esclusiva per la vendita nel nostro paese.

Quarta pagina

L’intuizione di Manzoni è corretta e comincia a diventare un business. Così, la “quarta pagina”, destinata agli avvisi commerciali, comincia ben presto ad ospitare anche la pubblicità di aziende e prodotti che nulla hanno a che fare con l’industria farmaceutica e chimica.

Compravendita di inserzioni pubblicitarie

Attilio Manzoni crea così una vera e propria attività, fino ad allora inesistente: l’amministrazione della pubblicità sui giornali e sulle riviste.
E’ probabilmente il primo in Europa ad impostare un sistema di compravendita delle inserzioni pubblicitarie.

Riferimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.